A luglio sofferenze bancarie nette e lorde in crescita | T-Mag | il magazine di Tecnè

A luglio sofferenze bancarie nette e lorde in crescita

soldi-euroQuanto rilevato dalla Banca d’Italia – secondo il supplemento Moneta e banche di palazzo Koch, a luglio sono aumentate tanto le sofferenze lorde quanto quelle nette – rischia di ripercuotersi negativamente sull’ammontare complessivo dei prestiti concessi a imprese e famiglie.
Secondo la Banca d’Italia, a fine luglio le sofferenze lorde hanno raggiunto i 198,260 miliardi di euro, in aumento rispetto ai 197,909 miliardi del mese precedente; a livello netto sono passate a 84,864 miliardi dagli 83,708 di giugno.
L’incremento potrebbe influenzare il mercato del credito: le sofferenze non consentono alle banche di stimare le perdite effettive, che andranno iscritte nel bilancio, rendendole più caute nel concedere nuovi prestiti agli imprenditori e alle famiglie.
La situazione dovrebbe migliorare, però. Anche se soltanto lievemente. Secondo una ricerca condotta congiuntamente dall’Associazione bancaria italiana (ABI) e dal CERVED, nel 2017 il tasso di ingresso in sofferenza delle società non finanziarie dovrebbe attestarsi al 2,4% e dunque in calo rispetto al 3,7% dello scorso anno. Pur trattandosi del valore più basso registrato dal 2009 ad oggi, l’ABI e il CERVED osservano che il tasso di ingresso in sofferenza è superiore a quello del 2008, pari all’1,7%.
Secondo l’analisi, soltanto le imprese industriali riusciranno a tornare ai livelli precedenti la crisi economica. Il Fondo monetario internazionale (FMI) stima che in Italia i prestiti in sofferenza – l’FMI non considera gli incagli, ovvero le esposizioni nei confronti di soggetti in situazione di difficoltà obiettiva, ma temporanea – sono l’11,2% del totale dei crediti. In pratica ogni 100 finanziamenti erogati dalle banche a imprese e famiglie, in media 11,2 sono da considerarsi come inesigibili.

 

Scrivi una replica

News

Coronavirus, principe di Svezia e sua moglie sono positivi

Il principe di Svezia, Carlo Filippo (41 anni) e sua moglie, sono risultati positivi al coronavirus. I contagi in Svezia continuano a salire e tra…

26 Nov 2020 / Nessun commento / Leggi tutto »

Coronavirus, Ue: «Decisione su sci è di competenza nazionale»

«La decisione sull’attività sciistica è di competenza nazionale, non europea. Occorre prudenza nel revocare le misure anti-Covid perché questo può provocare la recrudescenza del virus».…

26 Nov 2020 / Nessun commento / Leggi tutto »

Coronavirus, oltre 60milioni di casi nel mondo

Sono 60.392.439 i casi di coronavirus accertati a livello globale dall’inizio della pandemia, con 1.421.308  decessi e 38.704.717 guariti. Lo ha reso noto la John…

26 Nov 2020 / Nessun commento / Leggi tutto »

Coronavirus, negli Usa oltre 2400 morti nelle ultime 24 ore

Sono oltre 2400 le morti causate negli Usa nelle ultime 24 dal Covid. Si tratta del bilancio peggiore degli ultimi sei mesi. Il Paese ha…

26 Nov 2020 / Nessun commento / Leggi tutto »
Testata registrata presso il tribunale di Roma, autorizzazione n. 34/2012 del 13 febbraio 2012
Edito da Tecnè S.r.l - Partita Iva: 07029641003
Accedi | Disegnato da Tecnè Italia