Raddoppiate le famiglie in stato di povertà | T-Mag | il magazine di Tecnè

Raddoppiate le famiglie in stato di povertà

poverta-2011Nell’ultimo decennio le famiglie in stato di povertà assoluta sono raddoppiate. Lo certifica l’ultima indagine condotta da Confcommercio, sottolineando che a preoccupare è anche il dato relativo alle persone assolutamente povere.
Tra il 2006 e il 2015 sono aumentate del 177%: ad oggi le persone assolutamente povere sono 4,6 milioni. Secondo Confcommercio, il fatto che le persone povere siano cresciute a un ritmo superiore rispetto alle famiglie povere implica aritmeticamente che il numero medio dei componenti delle famiglie povere si sia innalzato.
L’aumento delle persone e delle famiglie povere – la cui incidenza sulla popolazione totale è aumentata, passando dal 3,3% del 2005 all’attuale 7,5% – non è stato accompagnato da un contemporaneo calo dei consumi: Confcommercio osserva che i consumi aggregati sono cresciuti tanto nel 2015 (+1,1%) quanto, seppure a un ritmo più modesto, nei primi sette mesi dell’anno successivo (+0,7%).
Dall’analisi dei dati dell’ISTAT emerge che le famiglie numerose sono le più colpite dalla povertà. In particolare, si sono aggravate le condizioni dei nuclei familiari con quattro componenti – l’incidenza della povertà assoluta è salita al 9,5% nel 2015 dal 6,7% dell’anno precedente – e delle coppie con due figli, passata dal 5,9 all’8,6%. Inoltre livelli elevati di povertà assoluta si osservano per le famiglie con cinque o più componenti (17,2%), soprattutto se coppie con tre o più figli (13,3%) e famiglie di altra tipologia, con membri aggregati (13,6%). L’ISTAT rileva che l’incidenza cresce se in famiglia ci sono almeno tre figli minori (18,3%).

 

Scrivi una replica

News

Coronavirus, principe di Svezia e sua moglie sono positivi

Il principe di Svezia, Carlo Filippo (41 anni) e sua moglie, sono risultati positivi al coronavirus. I contagi in Svezia continuano a salire e tra…

26 Nov 2020 / Nessun commento / Leggi tutto »

Coronavirus, Ue: «Decisione su sci è di competenza nazionale»

«La decisione sull’attività sciistica è di competenza nazionale, non europea. Occorre prudenza nel revocare le misure anti-Covid perché questo può provocare la recrudescenza del virus».…

26 Nov 2020 / Nessun commento / Leggi tutto »

Coronavirus, oltre 60milioni di casi nel mondo

Sono 60.392.439 i casi di coronavirus accertati a livello globale dall’inizio della pandemia, con 1.421.308  decessi e 38.704.717 guariti. Lo ha reso noto la John…

26 Nov 2020 / Nessun commento / Leggi tutto »

Coronavirus, negli Usa oltre 2400 morti nelle ultime 24 ore

Sono oltre 2400 le morti causate negli Usa nelle ultime 24 dal Covid. Si tratta del bilancio peggiore degli ultimi sei mesi. Il Paese ha…

26 Nov 2020 / Nessun commento / Leggi tutto »
Testata registrata presso il tribunale di Roma, autorizzazione n. 34/2012 del 13 febbraio 2012
Edito da Tecnè S.r.l - Partita Iva: 07029641003
Accedi | Disegnato da Tecnè Italia