Ancora in calo il costo del lavoro in Italia | T-Mag | il magazine di Tecnè

Ancora in calo il costo del lavoro in Italia

impresaAnche nel secondo trimestre il costo del lavoro in Italia ha registrato una contrazione. Al contrario, segnala l’Istituto di statistica Europeo (Eurostat), sia nell’area della moneta unica che nell’Unione europea si registrano incrementi.
Quanto emerso dalle ultime rilevazioni dell’Eurostat è senza dubbio una buona notizia, ma il dato potrebbe comunque esser stato influenzato, in larga parte, dagli sgravi contributivi contenuti nella legge di Stabilità 2015.
Fatto sta ,che nel secondo trimestre del 2016, il costo del lavoro nel nostro Paese è sceso dell’1,1%, dopo il -1,5% del primo trimestre di quest’anno e il -0,8% dell’ultimo del 2015. In particolare, segnala l’Istituto, a scendere maggiormente è stata la componente non salariale, riportando una diminuzione del 2%. Tuttavia, si rileva però anche una contrazione, pari al -0,5%, degli stipendi.
Al contrario, nell’Eurozona si è registrato un incremento dell’1%, mentre per la media estesa ai 28 Paesi dell’Unione europea si rileva un aumento dell’1,4%. Guardando più nel dettaglio si nota come anche nel Lussemburgo si sia registrata un calo del costo del lavoro pari al -1,1%, mentre in Romania – con un +12% – si registra l’aumento più consistente. Forti aumenti hanno interessato anche¬ la Lettonia, con un +9,5%; la Bulgaria, +7,3%; e la Lituania, con un +6,6%.

 

Scrivi una replica

News

Coronavirus, Oms: esperti internazionali presto in Cina

Il capo delle emergenze dell’Organizzazione mondiale della sanità, Mike Ryan, ha fatto sapere che gli esperti internazionali torneranno in Cina «il prima possibile» per continuare…

24 Nov 2020 / Nessun commento / Leggi tutto »

Violenza sulle donne, da gennaio a ottobre in Italia ci sono stati 91 femminicidi

Violenza sulle donne, da gennaio a ottobre in Italia ci sono stati 91 femminicidi. A riferirlo è un rapporto dell’Eures, sottolineando che, nello stesso periodo…

24 Nov 2020 / Nessun commento / Leggi tutto »

Gualtieri: «Rinvio tasso per tutte le imprese con perdite»

«Il governo si appresta a varare grazie allo scostamento da 8 miliardi nuove misure a partire dal rinvio delle nuove scadenze tributarie per i settori…

24 Nov 2020 / Nessun commento / Leggi tutto »

Bankitalia: «La ripresa nel 2021 sarà più lenta del previsto»

«La ripresa nel 2021 sarà verosimilmente più lenta del previsto. Nel quarto trimestre 2020, è plausibile una flessione del Pil anche se più contenuta rispetto…

24 Nov 2020 / Nessun commento / Leggi tutto »
Testata registrata presso il tribunale di Roma, autorizzazione n. 34/2012 del 13 febbraio 2012
Edito da Tecnè S.r.l - Partita Iva: 07029641003
Accedi | Disegnato da Tecnè Italia