Pagamenti digitali in crescita nel 2015 | T-Mag | il magazine di Tecnè

Pagamenti digitali in crescita nel 2015

Secondo il Politecnico di Milano, per quanto in crescita, i pagamenti digitali (nuovi e tradizionali) sono poco diffusi in Italia

carta di creditoLa crescita dei pagamenti digitali registrata nel 2015 dal World Payments Report è avvenuta a livello globale. Nel 2015 i pagamenti digitali nel mondo sono state 426,3 miliardi, in crescita del 10% rispetto all’anno precedente quando le transazioni eseguite furono 387,3 miliardi. Lo studio realizzato da Capgemini in collaborazione con BNP Paribas sottolinea che la crescita ha riguardato tutte le aree geografiche, anche se i tassi di crescita sono stati molto differenti tra di loro. I mercati emergenti hanno registrato incrementi percentuali superiori (+16,7% su base annua) rispetto a quelli rilevati nei mercati maturi (+6%), che continuano a rappresentare il 70,9% del volume globale.
Il 2015 è stato un anno particolarmente positivo per i pagamenti digitali anche nel nostro Paese. L’Osservatorio Mobile payment & commerce del Politecnico di Milano – lo studio del Politecnico non considera le singole transazioni digitali, ma il loro valore complessivo – rileva che nel 2015, in Italia, sono cresciuti tanto i nuovi pagamenti digitali (ovvero quelli che avvengono attraverso pc, tablet, smartphone e carte contactless) quanto quelli digitali tradizionali (carte di credito).
Lo scorso anno, i primi hanno raggiunto il valore complessivo di 21,5 miliardi di euro (+22% su base annua) mentre i secondi hanno toccato i 153,4 miliardi (+11%).
Per quanto in crescita, i pagamenti digitali (nuovi e tradizionali) sono poco diffusi nel nostro Paese: il 56% dei consumi, per un valore complessivo di 430 miliardi di euro, viene saldato in contanti.

 

Scrivi una replica

News

Stati Uniti, Biden: «C’è un enorme interesse per avere un grande rapporto con Nato e Ue»

«C’è un enorme interesse per avere un grande rapporto con la NATO e l’Ue». Lo ha detto il presidente degli Stati Uniti, Joe Biden, incontrando…

15 Giu 2021 / Nessun commento / Leggi tutto »

Coronavirus, Oms: «Il virus è più rapido dei vaccini»

«Il virus si sposta più rapidamente della distribuzione mondiale dei vaccini». A denunciarlo il direttore generale dell’Oms, Adhanom Ghebreyesus, invitando i Paesi produttori un maggiori…

15 Giu 2021 / Nessun commento / Leggi tutto »

Coronavirus, negli Usa 10mila nuovi casi: la California lo Stato più colpito dalla pandemia

Gli Stati Uniti nelle ultime 24 ore hanno registrato 193 decessi e 10.800 nuovi casi.  La California è ora lo stato più colpito dalla pandemia…

15 Giu 2021 / Nessun commento / Leggi tutto »

Cina contro la Nato: “Esagerate con la teoria della minaccia”

“La Nato vuole creare scontri”. E’ l’accusa lanciata dalla Cina in seguito all’accordo raggiunto dagli alleati occidentali su un’azione comune di contrasto alle politiche, spesso…

15 Giu 2021 / Nessun commento / Leggi tutto »
Testata registrata presso il tribunale di Roma, autorizzazione n. 34/2012 del 13 febbraio 2012
Edito da Tecnè S.r.l - Partita Iva: 07029641003
Accedi | Disegnato da Tecnè Italia