Digitalizzazione: la chiave per ridare slancio al tessile-moda? | T-Mag | il magazine di Tecnè

Digitalizzazione: la chiave per ridare slancio al tessile-moda?

Ad oggi i ricavi da e-commerce difficilmente superano il 5% delle entrate totali delle aziende attive nel settore
di Redazione

Per le imprese attive nel settore della moda, la chiave per ridare slancio al comparto – dopo anni di crisi – è la digitalizzazione. Un nuovo studio della EY ha rilevato, infatti, che il 91% delle società attive nel comparto è convinto che nei prossimi due anni verranno fatti investimenti significativi in questo senso.

abbigliamento

Ben l’87% degli intervistati ha assicurato che incrementerà gli investimenti nel digitale per garantirsi una migliore comunicazione con i consumatori più giovani. Particolare attenzione verrà data anche alla crescita all’estero, tanto che ad essere intenzionato a investire in questa direzione è il 62% delle aziende.
Osservando gli ultimi dati sull’andamento dell’industria italiana del tessile-moda (elaborati dal Sistema Moda Italia su dati Istat), il settore, sebbene si mostri in crescita, mostra ancora delle criticità: il fatturato, dopo aver registrato un’inversione di tendenza tra il 2013 ed il 2014, passando da un -0,7% ad un +2,7%, nel 2015 ha registrato un rallentamento, riportando un più lieve +0,6%.
Il valore della produzione è diminuito per il quarto anno consecutivo (-1,8% nel 2015), così come continuano a diminuire il numero di aziende e gli addetti nel settore. Rispettivamente si para di un -1,1% e di un -0,9%. I flussi con l’estero mostrano poi un calo del saldo commerciale tra import ed export (-5% a 8,7 miliardi di euro dai 9,1 miliardi del 2014), dettato da un aumento del 5,4% delle importazioni e da un rallentamento al +2,1% della crescita delle esportazioni (nel 2014 si registrò un +3,8%). Per quanto riguarda invece il consumo apparente, tra il 2014 ed il 2015 si registra un calo dello 0,7%.
Gli investimenti nella digitalizzazione potrebbero portare vantaggi proprio in questo senso. Ad oggi, nonostante quasi tutte le aziende associate al Sistema Moda Italia possano vantare un sito, solo il 40% di esse ha un portale e-commerce, dal quale però difficilmente si ricavano guadagni superiori al 5% delle entrate totali. Questo perché solo il 4,5% della spesa dei consumatori avviene online.

 

Scrivi una replica

News

Cile: ok alla riforma della Costituzione

Il Cile potrebbe adottare una una nuova Costituzione in sostituzione di quella ereditata dall’era di Pinochet, dopo che i cittadini si sono espressi in larga…

26 Ott 2020 / Nessun commento / Leggi tutto »

Coronavirus, il capo staff della Casa Bianca: «Impossibile controllare la pandemia»

Mentre gli Stati Uniti, registrato un nuovo record giornaliero di contagiati (83.718), il capo staff della Casa Bianca, Mark Meadows, ha affermato che il governo…

26 Ott 2020 / Nessun commento / Leggi tutto »

Cina: «Sanzioni ad aziende Usa su vendita delle armi a Taiwan»

«Boeing, Lockheed Martin e Raytheon sono tra le aziende americane finite nella lista delle sanzioni decise dalla Cina su compagnie e individui per la vendita…

26 Ott 2020 / Nessun commento / Leggi tutto »

Coronavirus, Melbourne fuori dal lockdown dopo oltre 100 giorni

Melbourne esce dal lockdown dopo oltre 100 giorni. Nella città australiana per la prima volta da giugno non sono stati registrati nuovi casi di Covid-19.…

26 Ott 2020 / Nessun commento / Leggi tutto »
Testata registrata presso il tribunale di Roma, autorizzazione n. 34/2012 del 13 febbraio 2012
Edito da Tecnè S.r.l - Partita Iva: 07029641003
Accedi | Disegnato da Tecnè Italia