Istat: “L’inflazione acquisita per il 2016 risulta pari a -0,2%” | T-Mag | il magazine di Tecnè

Istat: “L’inflazione acquisita per il 2016 risulta pari a -0,2%”

“Nel mese di novembre 2016, secondo le stime preliminari, l’indice nazionale dei prezzi al consumo per l’intera collettività (NIC), al lordo dei tabacchi, diminuisce dello 0,1% su base mensile e registra un aumento dello 0,1% rispetto a novembre 2015 (era -0,2% a ottobre)”. Lo rende noto l’ISTAT, l’Istituto nazionale di statistica, attraverso la diffusione di un comunicato stampa.
“La lieve ripresa dell’inflazione – prosegue la nota – è dovuta soprattutto agli andamenti dei prezzi dei servizi, tra i quali spiccano la ripresa dei prezzi dei Servizi ricreativi, culturali e per la cura della persona (+0,8%, la variazione era nulla a ottobre) e l’accelerazione della crescita di quelli dei Servizi relativi ai trasporti (+1,0, da +0,6% di ottobre). Tra i beni, contribuiscono al ritorno in territorio positivo dell’inflazione sia i prezzi dei Beni energetici non regolamentati (+0,3%, da -0,9% di ottobre) sia quelli, degli Alimentari non lavorati (+0,2%, da -0,4%), bilanciati però dal rallentamento dei prezzi dei Beni durevoli (+0,2% da +0,6%).
Pertanto, il differenziale inflazionistico tra servizi e beni raddoppia rispetto a ottobre 2016 portandosi a un punto percentuale, con i prezzi dei beni che fanno registrare una flessione pari a -0,4% come quella di ottobre, mentre il tasso di crescita dei prezzi dei servizi sale a +0,6, da +0,1% del mese precedente.
Sia l'”inflazione di fondo”, calcolata al netto degli alimentari non lavorati e dei beni energetici, sia l’inflazione al netto dei beni energetici, segnano un’accelerazione della crescita attestandosi entrambe a +0,4%, da +0,2% di ottobre. L’inflazione acquisita per il 2016 risulta pari a -0,2% (era -0,1 a ottobre).
I prezzi dei beni alimentari, per la cura della casa e della persona aumentano dello 0,4% su base mensile e registrano una diminuzione dello 0,1% su base annua (era -0,2% a ottobre).
I prezzi dei prodotti ad alta frequenza di acquisto aumentano dello 0,4% in termini congiunturali e registrano una crescita su base annua dello 0,6% dal +0,2% del mese precedente.
Secondo le stime preliminari, l’indice dei prezzi al consumo armonizzato (IPCA) – conclude l’ISTAT – diminuisce dello 0,2% su base mensile e aumenta dello 0,1% su base annua, (da -0,1% di ottobre)”.

 

Scrivi una replica

News

Coronavirus, Francia dal 20 dicembre vaccinerà gli i 5-11enni

La Francia, a partire dal 20 dicembre, vaccinerà i ragazzi che hanno un’età compresa fra i cinque e gli undici anni.…

7 Dic 2021 / Nessun commento / Leggi tutto »

Iran: “Non arricchiamo uranio al 90%”

“Dico a Josep Borrell che le voci riguardo all’arricchimento dell’uranio al 90% da parte dell’Iran sono solo bugie”. Lo ha affermato il ministro degli esteri…

7 Dic 2021 / Nessun commento / Leggi tutto »

Indonesia, eruzione vulcano Semeru: almeno 34 le vittime

Salgono a 34 i morti dell’eruzione del vulcano Semeru, in Indonesia, sull’isola di Giava.…

7 Dic 2021 / Nessun commento / Leggi tutto »

Petrolio: Wti a 70,4 dollari al barile e Brent a 74,1 dollari

All’avvio dei mercati asiatici il greggio texano Wti è stato scambiato a 70,4 dollari al barile mentre il Brent è stato scambiato a 74,1 dollari.…

7 Dic 2021 / Nessun commento / Leggi tutto »
Testata registrata presso il tribunale di Roma, autorizzazione n. 34/2012 del 13 febbraio 2012
Edito da Tecnè S.r.l - Partita Iva: 07029641003
Accedi | Disegnato da Tecnè Italia