Prezzi delle abitazioni giù, compravendite su | T-Mag | il magazine di Tecnè

Prezzi delle abitazioni giù, compravendite su

Nel terzo trimestre i prezzi delle abitazioni acquistate dalle famiglie italiane hanno registrato un nuovo calo su base tendenziale, riportando però una lieve crescita rispetto al periodo aprile-giugno.

immobiliare

In particolare, il resoconto dell’Istat segnala un aumento dello 0,1% tra secondo e terzo trimestre del 2016 (risultato di un +0,1% per i prezzi delle abitazioni esistenti e di una variazione nulla per quelle nuove) e una diminuzione dello 0,9% rispetto al terzo trimestre del 2015 (-2,1% per il nuovo e -0,6% per quelle esistenti), proseguendo il trend intrapreso ormai da qualche anno. Anche il consuntivo sui primi nove mesi riporta un calo dei prezzi: -0,9% rispetto al periodo gennaio-settembre dell’anno precedente.
Ciò lascia presupporre che anche l’intero 2016 possa riportare una flessione. Stando, infatti, alle stime contenute nell’ultimo Rapporto di previsione realizzato per Yard (Società di servizi immobiliari) dalla RUR (la Rete Urbana delle Rappresentanze) nel 2016 i prezzi delle abitazioni potrebbero essere diminuiti del 2,4% e potrebbero riportare un ulteriore -2,9% alla fine nell’anno in corso. Le previsioni indicano quindi per il 2018 la prima inversione di tendenza, quando i prezzi delle abitazioni potrebbero mettere a segno un +5,5%.
Continuando ad analizzare il terzo trimestre del comparto residenziale, in questo caso attraverso i dati dell’Osservatorio del mercato Immobiliare dell’Agenzia delle Entrate, per il periodo considerato si registra un aumento tendenziale del 24,5% delle unità compravendute, che arrivando così a toccare quota 123.410.
In generale – comprese quindi le compravendite di immobili del settore terziario, quelle per uso produttivo e quelle per uso commerciale – il mercato immobiliare ha registrato un aumento delle compravendite del 17,8% tra il terzo trimestre del 2015 e lo stesso periodo dell’anno appena concluso.

 

Scrivi una replica

News

Recovery fund, Michel: «Siamo in difficoltà, senza dubbio»

«Siamo in difficoltà senza dubbio, abbiamo un ostacolo che va trattato». Lo ha detto il presidente del Consiglio europeo, Charles Michel, replicando a chi gli…

4 Dic 2020 / Nessun commento / Leggi tutto »

Brexit, Parigi: «Opporremmo un veto, se l’accordo non sarà buono»

Se l’accordo tra Unione europea e Regno Unito non sarà «buono», la Francia opporrà il suo «veto» all’intesa. Lo ha detto il sottosegretario francese agli…

4 Dic 2020 / Nessun commento / Leggi tutto »

Coronavirus, a livello globale i contagi hanno raggiunto i 65,3 milioni

A livello mondiale, le persone contagiate dal coronavirus sono state 65.359.887. A riferirlo la Johns Hopkins University che monitora l’andamento mondiale della pandemia che, al…

4 Dic 2020 / Nessun commento / Leggi tutto »

Coronavirus, Guterres: «Raccomandazioni dell’Oms sono state ignorate»

«Fin dall’inizio della pandemia di coronavirus l’Oms ha fornito informazioni concrete e orientamenti scientifici che avrebbero dovuto essere la base per una risposta globale coordinata.…

3 Dic 2020 / Nessun commento / Leggi tutto »
Testata registrata presso il tribunale di Roma, autorizzazione n. 34/2012 del 13 febbraio 2012
Edito da Tecnè S.r.l - Partita Iva: 07029641003
Accedi | Disegnato da Tecnè Italia