Ref: “Pil dell’Italia in crescita nel 2017 (+1%) e nel 2018 (+0,9%)” | T-Mag | il magazine di Tecnè

Ref: “Pil dell’Italia in crescita nel 2017 (+1%) e nel 2018 (+0,9%)”

“La crescita del Pil a fine 2016 e nei primi mesi del 2017 dovrebbe restare di segno positivo, ma ancora su valori inferiori all’1 per cento su base annua”. Lo prevede REF Ricerche, secondo cui l’economia italiana crescerà tanto nel 2017 (+1%) quanto nel 2018 (+0,9%).
“La buona notizia è che la ripresa continua, quella cattiva è che i tassi di crescita per ora sono bassi, soprattutto alla luce dell’ampia contrazione registrata fra il 2007 e il 2013”, si legge nella CongiunturaREF. “La crescita attesa appare insufficiente per alleviare le gravi conseguenze di carattere sociale prodotte dalla crisi, anche perché, a parità di tassi di variazione del Pil, probabilmente si ridurrà la crescita dell’occupazione, venendo meno l’effetto degli sgravi contributivi che hanno sostenuto la domanda di lavoro nel 2015”. Secondo REF, “se i numeri della crescita descrivono uno scenario in continuità con le tendenze degli ultimi due anni, cambiano decisamente le caratteristiche del percorso di crescita. “In particolare, nei prossimi due anni si dovrebbe osservare una drastica decelerazione del potere d’acquisto delle famiglie. Frenano i consumi, mentre il testimone della crescita dovrebbe passare alle esportazioni, a condizione che nei prossimi trimestri trovi conferma la ripresa del commercio mondiale”, conclude REF.

 

Scrivi una replica

News

Coronavirus, a Wuhan le autorità locali hanno rialzato l’allerta

A Wuhan, città cinese epicentro della pandemia del nuovo coronavirus, gli abitanti sono stati invitati a rafforzare “le misure di auto-tutela”. In una nota, diffusa…

3 Apr 2020 / Nessun commento / Leggi tutto »

Germania, Merkel ha concluso la quarantena

La cancelleria tedesca, Angela Merkel, ha concluso la quarantena. Lo ha annunciato il portavoce del governo tedesco, Steffen Seibert, intervenendo nel corso di una conferenza…

3 Apr 2020 / Nessun commento / Leggi tutto »

Stati Uniti, a marzo sono andati persi 701.000 posti di lavoro

A marzo, negli Stati Uniti, sono andati persi 701.000 posti di lavoro: si tratta del primo dato negativo dal settembre 2010. Il tasso di disoccupazione…

3 Apr 2020 / Nessun commento / Leggi tutto »

Regno Unito, Johnson: “Ho ancora lievi sintomi: resto in isolamento”

“Sebbene mi senta meglio, e abbia trascorso i miei sette giorni d’isolamento, ho ancora uno dei sintomi” del nuovo coronavirus. Lo ha detto il premier…

3 Apr 2020 / Nessun commento / Leggi tutto »
Testata registrata presso il tribunale di Roma, autorizzazione n. 34/2012 del 13 febbraio 2012
Edito da Tecnè S.r.l - Partita Iva: 07029641003
Accedi | Disegnato da Tecnè Italia