Accelera la crescita del mercato digitale italiano | T-Mag | il magazine di Tecnè

Accelera la crescita del mercato digitale italiano

Anche per il 2017 si prevede un miglioramento. Nel corso dei dodici mesi il valore del settore potrebbe crescere del 2,3%
di Redazione

Dopo l’inversione di tendenza registrata nel 2015, nel 2016 il mercato digitale italiano ha accelerato ulteriormente il suo ritmo di crescita, riportando sostanziali miglioramenti per tutti gli indicatori considerati dall’indagine diffusa da Assinform.

computer

In particolare dai trend riportati nell’analisi Il Digitale in Italia 2017 – i dati di mercato sono stati elaborati da NetConsulting – si può osservare come dal 2013 ad oggi il mercato digitale sia nettamente migliorato: mentre nel primo anno considerato il settore aveva registrato un calo del 4,4%, nel 2014 si è ridotto ad un -1,4%, tramutandosi in una crescita dell’1% nel 2015. Nel 2016 il valore del mercato italiano del digitale ha invece riportato un +1,8%, arrivando a toccare i 66,1 miliardi di euro. Una nuova accelerazione è prevista per l’anno in corso, per il quale le stime indicano un +2,3% a 67,7 miliardi di euro.
In termini occupazionali, le ultime rilevazioni riportano un aumento annuo a 720mila unità, arrivando a rappresentare il 3,2% del totale degli occupati in Italia. Di questi oltre il 30% – 217 mila unità contro le 209 mila dell’anno precedente – può vantare funzioni dirigenziali e tecniche ad elevata qualificazione, una quota in crescita rispetto agli anni passati (nel 2014 si attestava al 29,1%, nel 2013 al 28,7%, nel 2012 al 24,6% e nel 2011 al 23%).
Un buon risultato ha interessato poi le startup innovative che, continuando a crescere di numero, sono arrivate a toccare le 6.745 unità, riportando un aumento del 12% negli ultimi sei mesi del 2016, un +31% rispetto al 2015 e un +112% rispetto al 2014. La maggior parte di esse è attiva nel comparto dei servizi di informatica e software (con il 41%) seguite da quelle attive nel campo dei servizi di ricerca e sviluppo e delle attività professionali e tecniche (con il 27%).
Le voci del mercato digitale che nel 2016 hanno riportato l’aumento maggiore sono quella relativa ai contenuti e pubblicità digitale (+7,2%) e quella relativa ai software e alle soluzioni ICT (+4,8%). Bene anche Servizi ICT (+2,5%) e Dispositivi e sistemi (+1,4%), mentre continua ascendere il contributo dei servizi di rete TLC (-1,1%).

 

Scrivi una replica

News

Coronavirus, Oms: «In una settimana nel mondo 9mila decessi: calo del 21%»

«Dal 9 maggio al 15 maggio, dopo il continuo calo registrato da fine marzo, i nuovi casi settimanali di Covid-19 nel mondo si sono stabilizzati…

19 Mag 2022 / Nessun commento / Leggi tutto »

Kiev: «Cessate il fuoco impossibile senza il ritiro delle truppe russe»

«Non offriteci un cessate il fuoco, questo è impossibile senza il ritiro totale delle truppe russe. La società ucraina non è interessata a una nuova “Minsk”…

19 Mag 2022 / Nessun commento / Leggi tutto »

Draghi: «Solo l’Ucraina deciderà che pace accettare»

«L’Italia si muoverà a livello bilaterale e insieme ai partner europei e agli alleati per cercare ogni possibile opportunità di mediazione ma dovrà essere l’Ucraina, e nessun altro,…

19 Mag 2022 / Nessun commento / Leggi tutto »

Scholz: «Benvenute Svezia e Finlandia, con voi Nato più sicura»

«Lo dico senza esitazione: cari amici di Svezia e Finlandia, siete i benvenuti! Con voi la Nato e L’Europa saranno più forti e sicure». Lo ha…

19 Mag 2022 / Nessun commento / Leggi tutto »
Testata registrata presso il tribunale di Roma, autorizzazione n. 34/2012 del 13 febbraio 2012
Edito da Tecnè S.r.l - Partita Iva: 07029641003
Accedi | Disegnato da Tecnè Italia