L’Italia nello scenario mondiale dell’automotive | T-Mag | il magazine di Tecnè

L’Italia nello scenario mondiale dell’automotive

Ad oggi il valore dell'export italiano di autoveicoli rappresenta solo il 3% del valore globale
di Redazione

Nel corso degli ultimi dieci anni il mondo dell’automotive è cambiato molto e non solo in termini di design, di motoristica o di componentistica – come si può osservare guardando gli ultimi modelli in strada – ma anche dal punto di vista del mercato stesso.

auto-1432557_1280

Secondo il Sace, infatti, mentre fino ad un decennio fa il mercato era dominato prevalentemente da modelli prodotti nelle fabbriche europee – che da sole rappresentavano il 30% del mercato (tre auto ogni dieci) – e da quelle statunitensi – quasi tre su dieci -, oggi cinque vetture ogni dieci sono prodotte in Cina, a fronte delle due europee.
In generale, comunque, il mercato europeo delle auto sta mettendo a segno buoni risultati. Complice anche l’Italia che anno dopo anno si sta riportando verso i livelli pre-crisi. Ciò non vuol dire però che manchi poco: nonostante l’aumento registrato dalle immatricolazioni italiane nel 2016, +15,8% rispetto al 2015, per eguagliare il dato del 2007 mancano all’appello ancora oltre 600mila unità.
Oltretutto, nonostante il buon andamento del mercato a livello globale abbia giovato all’export italiano del settore, l’Italia occupa solo l’undicesimo posto al mondo tra gli esportatori di auto e carrozzerie, il diciannovesimo per le apparecchiature elettriche destinate al comparto e il nono tra gli esportatori di altri accessori per autoveicoli.
La Germania, prendendo un esempio europeo, occupa il primo posto nella classifica dei Paesi esportatori di autoveicoli (seguita da Giappone e Stati Uniti), il secondo in quella degli esportatori di carrozzerie, autoveicoli, rimorchi e semirimorchi, il quarto in quella delle apparecchiature elettriche e il primo in quella degli accessori per autoveicoli.
Ad oggi il valore totale delle esportazioni di autoveicoli a livello globale è di 804 miliardi di euro, di cui il 76% è generato solo dai dieci esportatori maggiori. In questo scenario l’Italia si piazza appunto undicesima con appena il 3% del valore totale (20 miliardi di euro il valore dell’export italiano di autoveicoli).

 

Scrivi una replica

News

Visco: «Ok rialzo tassi dall’estate, ma in maniera graduale»

«Il rischio di deflazione è alle nostre spalle. Abbiamo mantenuto i tassi di interesse ufficiali a lungo negativi, per far fronte a questi rischi, e rispondere…

20 Mag 2022 / Nessun commento / Leggi tutto »

Istat: «Produzione nelle costruzioni ai massimi dal 2011 nel mese di marzo»

«A marzo 2022 si stima che l’indice destagionalizzato della produzione nelle costruzioni aumenti del 2,0% rispetto a febbraio 2022. Nella media del primo trimestre 2022, al…

20 Mag 2022 / Nessun commento / Leggi tutto »

Mosca: «Nuove basi militari in risposta ad allargamento Nato»

«La Russia creerà nuove basi militari in risposta all’allargamento della Nato». Lo ha annunciato  il ministro della difesa russo Sergei Shoigu. Il Ministro ha evidenziato…

20 Mag 2022 / Nessun commento / Leggi tutto »

Ucraina, Von der Leyen: «Erogati 600milioni di euro di prestiti a Kiev»

«Oggi abbiamo erogato una nuova tranche di 600 milioni di euro di assistenza macrofinanziaria all’Ucraina. E arriverà: abbiamo proposto un prestito aggiuntivo di 9 miliardi…

20 Mag 2022 / Nessun commento / Leggi tutto »
Testata registrata presso il tribunale di Roma, autorizzazione n. 34/2012 del 13 febbraio 2012
Edito da Tecnè S.r.l - Partita Iva: 07029641003
Accedi | Disegnato da Tecnè Italia