Cinema e sport trainano lo spettacolo: l’annuario Siae | T-Mag | il magazine di Tecnè

Cinema e sport trainano lo spettacolo: l’annuario Siae

I dati illustrano un trend positivo per il 2016, sulla scia di quanto già osservato nel 2015
di Redazione

Il 2016 conferma le tendenza positiva dello spettacolo in Italia già evidenziata nel 2015: è quanto emerge dai dati dell’Annuario dello Spettacolo di SIAE che evidenziano, oltre all’ulteriore incremento dell’offerta, un numero di spettacoli allestiti cresciuto del 2,94% ai quali il pubblico ha risposto favorevolmente, facendo registrare un deciso aumento degli ingressi (+4,27%) e delle presenze (+7,22%). Ottimi anche i segnali dati dalla spesa al botteghino (+3,99%), dal volume d’affari (+3,18%) e dalla spesa del pubblico (+1,40%).

Il 2016 è dunque l’anno in cui si consolida la crescita delle attività di spettacolo in Italia. I settori che hanno conseguito i migliori risultati sono l’attività cinematografica e lo sport; buono anche l’andamento dell’attività teatrale, delle attrazioni dello spettacolo viaggiante e delle attività con pluralità di generi. Chiudono la classifica le mostre ed esposizioni, l’attività concertistica e l’attività di ballo e concertini. Il film campione d’incassi del 2016 è stato Quo vado?, che ha sfiorato i dieci milioni di spettatori, seguito nella classifica dei 10 film più seguiti nell’anno da un’altra pellicola italiana, Perfetti sconosciuti.
Lo spettacolo risultato in vetta alla top ten per il teatro è stato Notre Dame de Paris, con 525.824 spettatori; tra i concerti di musica leggera, il campione d’incassi è stato quello di Bruce Springsteen & The Street Band del 16 luglio al Circo Massimo a Roma, mentre il concerto in vetta in termini di presenze è stato quello di Ligabue al Parco Nazionale di Monza il 24 settembre con 74.052 ingressi. Per la lirica, guida la classifica l’Aida all’Arena di Verona con 123.239 ingressi, mentre il libro più stampato è L’estate fredda di Gianrico Carofiglio.

IL VOLUME D’AFFARI
Il volume d’affari generato nel 2016 ammonta a 6.545.436.052 euro. L’indicatore fa registrare un incremento del +3,18%. Il settore più ricco è lo Sport con 2.640 milioni di euro; seguono l’attività di Ballo e concertini (1.081 milioni di euro), il Cinema (812 milioni di euro), le Mostre ed esposizioni (564 milioni di euro), l’Attività teatrale (493 milioni di euro), i Concerti (415 milioni di euro), le Attrazioni dello spettacolo viaggiante (375 milioni di euro) e l’Attività con pluralità di generi (162 milioni).
L’andamento mensile del volume d’affari registra il valore più basso nel mese di novembre (328 milioni di euro) ed il valore più alto a gennaio (805 milioni di euro). Dall’analisi territoriale emerge che il volume d’affari più elevato è conseguito nel Nord-ovest (2.388 milioni di euro); seguono il Nord-est (1.754 milioni di euro), il Centro (1.387 milioni di euro), il Sud (712 milioni di euro) e le Isole (304 milioni di euro). Anche per il volume d’affari, la Lombardia fa registrare il valore più elevato dell’indicatore (1.601 milioni di euro); seguono l’Emilia-Romagna (784 milioni di euro) ed il Veneto (726 milioni di euro).

(fonte: Siae)

 

Scrivi una replica

News

Stati Uniti, richiesta di sospensione per il vaccino Johnson&Johnson

Gli Stati Uniti chiedono una sospensione sul vaccino Johnson&Johnson dopo alcuni casi di coagulazione. L’anticipazione è del New York Times, che ha sottolineato come la…

13 Apr 2021 / Nessun commento / Leggi tutto »

Istat: “A febbraio produzione industriale +0,2%”

“A febbraio 2021 si stima che l’indice destagionalizzato della produzione industriale aumenti dello 0,2% rispetto a gennaio. Nella media del trimestre dicembre-febbraio il livello della…

13 Apr 2021 / Nessun commento / Leggi tutto »

Case, si allungano i tempi di vendita secondo un’analisi di Tecnocasa

Dall’analisi condotta dall’Ufficio Studi Tecnocasa dal 2010 ad oggi, limitato alle grandi città, emerge un lieve rallentamento delle tempistiche per la compravendita della casa nelle…

13 Apr 2021 / Nessun commento / Leggi tutto »

Coronavirus, studio commercialisti: “-35 miliardi nella ristorazione”

Dall’Osservatorio sui bilanci 2019 del Consiglio e della Fondazione nazionale dei commercialisti emerge che nel 2021 si stima una riduzione del fatturato del 35% contro…

13 Apr 2021 / Nessun commento / Leggi tutto »
Testata registrata presso il tribunale di Roma, autorizzazione n. 34/2012 del 13 febbraio 2012
Edito da Tecnè S.r.l - Partita Iva: 07029641003
Accedi | Disegnato da Tecnè Italia