Calcio: i soldi aiutano davvero a vincere? | T-Mag | il magazine di Tecnè

Calcio: i soldi aiutano davvero a vincere?

La classifica stilata da Equipe dimostra come non sempre spendere tanto si traduca in vittorie certe
di Giacomo Buttaroni

Il quotidiano francese Equipe ha stilato una classifica dei club che hanno speso di più dal 2011 ad oggi. Al primo posto si posiziona il Manchester City con 1.024,1 milioni di euro spesi, al secondo posto il Paris Saint-Germain con 941,1 milioni spesi (posizione guadagnata anche grazie all’acquisto di Neymar dal Barcellona per 222 milioni), al terzo posto si posizione il Manchester United di Josè Mourinho con 916,6 milioni. Quarta posizione, invece, per il Chelsea con 834,6 milioni di euro, quinta in classifica la Juventus con 750,6 milioni, sesto il Barcellona con 622,2 milioni, settimo il Liverpool con 602,9 milioni. Chiudono la top-ten la Roma di Pallotta con 556 milioni (ottava), il Real Madrid con 550 milioni (nono) e l’Inter che, con 526,4 milioni, si posiziona al decimo posto.

Ma spendere aiuta a vincere? È questa una delle domande che si pongono i tanti appassionati di calcio. Analizzando questa classifica notiamo che il Manchester City, nonostante si trovi in cima a questa classifica, ha trionfato solo due volte nel campionato inglese dal 2011 ad oggi, non riuscendo mai a andare oltre gli ottavi di Champions League. Il Psg invece, è riuscito a conquistare ben quattro Ligue 1 ma anche esso non è riuscito a conquistare nessun trofeo europeo, mentre il Manchester United, che si posiziona terzo in questa graduatoria, è riuscito a conquistare una Premier League nella stagione 2012/2013 e un’Europa League nella stagione 2016/2017. Bene il Chelsea di Abramovich, che è riuscito ad alzare un’Europa League, una Champions League e due Premier League dal 2011 ad oggi. Ottimo cammino anche quello della Juventus che dal 2011 è riuscita a dominare nel campionato italiano, portando a casa ben sei titoli consecutivi e conquistando due finali di Champions League per poi perderle, però, contro il Barcellona e il Real Madrid.
Buoni risultati anche per il Barcellona che, oltre ad aver vinto la Champions nel 2014/2015 contro la Juventus, è riuscito a conquistare tre campionati spagnoli dalla stagione 2011/2012 ad oggi. Caso diverso quello del Liverpool che nonostante abbia speso 602,9 milioni di euro non è riuscito ad aggiornare il proprio palmarès di trofei importanti (campionato o competizioni europee) negli ultimi 7 anni. Male anche la Roma americana che ha speso ben 556 milioni di euro per non portare a casa nessun trofeo e non superare mai gli ottavi di Champions League.
Il caso del Real Madrid sembra invece quello giusto per togliere ogni dubbio agli appassionati di calcio: spendere meno degli altri ma nella maniera giusta. Il club di Florentino Perez dal 2011 ad oggi ha speso 550 milioni di euro ma ha portato a casa ben tre Champions League e due campionati spagnoli. Chiude questa classifica l’Inter che ha speso 526,4 milioni dal 2011 ad oggi per non alzare mai un trofeo al cielo e non qualificarsi mai all’Europa che conta (Champions League).
Senza contare che in questa particolare classifica non rientrano squadre come Leicester, Atletico Madrid, Monaco e Montpellier, club che hanno conquistato almeno un titolo in campionati di tutto rispetto.

 

Scrivi una replica

News

Coronavirus, Usa: meno di 40 mila casi in 24 ore

Gli Stati Uniti hanno registrato meno di 40mila casi nelle ultime 24 ore, stando al consueto bollettino della Johns Hopkins University, un dato che non…

5 Mar 2021 / Nessun commento / Leggi tutto »

Congo, ucciso magistrato che indagava su morte Attanasio

È stato ucciso in Congo il magistrato militare che indagava sull’agguato in cui sono morti l’ambasciatore italiano Luca Attanasio, il carabiniere di scorta Vittorio Iacovacci…

5 Mar 2021 / Nessun commento / Leggi tutto »

Coronavirus, netto calo dei casi in Gran Bretagna

Continuano a calare notevolmente i casi di coronavirus in Gran Bretagna, dove nelle ultime 24 ore su 863mila tamponi effettuati, solo 6.500 sono risultati positivi.…

5 Mar 2021 / Nessun commento / Leggi tutto »

Nuova Zelanda, terremoto di magnitudo 8.1 al largo: allarme tsunami rientrato

Dopo le tre scosse di magnitudo 6.9, 7.1, 8.1, a largo della Nuova Zelenda, si era alzata l’allerta di tsunami, ma l’allarme è rientrato dopo…

5 Mar 2021 / Nessun commento / Leggi tutto »
Testata registrata presso il tribunale di Roma, autorizzazione n. 34/2012 del 13 febbraio 2012
Edito da Tecnè S.r.l - Partita Iva: 07029641003
Accedi | Disegnato da Tecnè Italia