Industria: a luglio fatturato e ordinativi in aumento su base annua | T-Mag | il magazine di Tecnè

Industria: a luglio fatturato e ordinativi in aumento su base annua

Secondo l'ISTAT, il contributo più ampio all'incremento annuale del fatturato viene dalla componente interna dei beni intermedi
di Redazione

“A luglio, per il fatturato dell’industria si rileva una leggera flessione congiunturale, pari allo 0,3%, che segue il calo dello 0,7% registrato a giugno”. Lo ha reso noto l’ISTAT, l’Istituto nazionale di statistica, attraverso la diffusione di un comunicato stampa. “Dopo il picco rilevato a maggio – prosegue la nota – i livelli degli indici destagionalizzati si assestano a giugno e luglio su valori elevati facendo registrare nell’ultimo trimestre un aumento congiunturale dello 0,8%”.

Secondo l’ISTAT, “gli ordinativi registrano, invece, a luglio un aumento modesto (+0,2%) dopo la flessione di giugno (-0,7%). L’incremento congiunturale nella media degli ultimi tre mesi rimane sostenuto (+2,1%).
L’andamento congiunturale del fatturato a luglio è sintesi di una flessione sul mercato interno (-1,7%) e di un aumento su quello estero (+2,3%). Anche gli ordinativi registrano andamenti differenziati (-4,2% sul mercato interno e +6,4% su quello estero).
Gli indici destagionalizzati del fatturato segnano diminuzioni congiunturali per i beni di consumo (-1,5%) e per i beni intermedi (-0,1%); mentre l’energia e i beni strumentali sono in aumento (rispettivamente +1,3% e +0,3%).
Corretto per gli effetti di calendario (i giorni lavorativi sono stati 21 come a luglio 2016), il fatturato totale cresce in termini tendenziali del 4,0%, con un incremento del 2,3% sul mercato interno e del 7,0% su quello estero.
L’indice grezzo del fatturato cresce, in termini tendenziali, del 3,8%: il contributo più ampio viene dalla componente interna dei beni intermedi. Per il fatturato tutti i settori manifatturieri (ad eccezione delle industrie tessili e dell’abbigliamento) mostrano incrementi tendenziali; il più rilevante nella fabbricazione di prodotti petroliferi raffinati (+14,5%).
Nel confronto con il mese di luglio 2016, l’indice grezzo degli ordinativi segna un aumento del 10,1%. L’incremento maggiore si registra nel comparto della metallurgia e fabbricazione di prodotti in metallo (+29,8), seguito dalla fabbricazione di macchinari e attrezzature (+18,8%), mentre – conclude l’ISTAT – la flessione più rilevante si osserva nella fabbricazione di computer, prodotti di elettronica e ottica (-5,9%)”.

 

Scrivi una replica

News

Coronavirus, ISS: «In Italia la prevalenza della variante Delta è al 94,8%»

«In Italia al 20 luglio scorso la prevalenza della cosiddetta “variante Delta” di SARS-CoV-2 era del 94,8%, in forte aumento rispetto alla survey del 22…

30 Lug 2021 / Nessun commento / Leggi tutto »

Antigone: «Nelle carceri italiane il sovraffollamento è al 113,1%»

Le carceri italiane sono sovraffollate. A denunciarlo è l’associazione Antigone nel suo ultimo rapporto, evidenziando un problema che affligge il nostro Paese da molto tempo.…

30 Lug 2021 / Nessun commento / Leggi tutto »

Green Pass, Lamorgese: «I controlli verranno implementati»

«Green Pass? I controlli ci sono sempre stati ma ora verranno implementati». Così la ministra dell’Interno, Luciana Lamorgese, intervenendo a margine del Comitato sicurezza e…

30 Lug 2021 / Nessun commento / Leggi tutto »

Coronavirus, Costa: «Presumibilmente si arriverà ad una terza dose di vaccino»

«In base alle evidenze scientifiche è presumibile che si arriverà a una terza dose, si tratta di capire quale sarà la scadenza per effettuarla». Lo…

30 Lug 2021 / Nessun commento / Leggi tutto »
Testata registrata presso il tribunale di Roma, autorizzazione n. 34/2012 del 13 febbraio 2012
Edito da Tecnè S.r.l - Partita Iva: 07029641003
Accedi | Disegnato da Tecnè Italia