Italiani “soddisfatti”, ma nel 2016 di più | T-Mag | il magazine di Tecnè

Italiani “soddisfatti”, ma nel 2016 di più

Nel 2017 le persone di 14 anni e più danno in media un voto pari a 6,9 riguardo la soddisfazione della propria vita nel complesso. L'anno precedente il voto era pari a 7. I dati Istat
di Redazione

I dati dell’Istat riguardanti la soddisfazione dei cittadini per le condizioni di vita riferiti al 2017, non mostrano significativi cambiamenti rispetto alla rilevazione dell’anno precedente. In particolare si dimostra stabile l’indicatore di soddisfazione del lavoro, con una percentuale del 76,2 degli occupati che si dichiara “molto o abbastanza soddisfatto”, consenso che si registra maggiormente tra le donne. Viene confermata anche la stima sulla percezione economica degli italiani, coloro che si ritengono soddisfatti restano stabili al 50,5%, data da un aumento della quota di famiglie che reputano la propria condizione economica stabile e o migliorata – il primo criterio registra un incremento dell’1,2% attestandosi a quota 59,5%, mentre il secondo, sempre in aumento, sale al 7,4% – e da una compensazione in senso negativo circa il giudizio sull’adeguatezza delle risorse economiche familiari, dato che scende dal 58,8% del 2016 al 57,3%.

Alla domanda “Attualmente, quanto si ritiene soddisfatto della sua vita nel complesso?”, in base a un punteggio da 0 a 10 (0 indica “per niente soddisfatto” e 10 “molto soddisfatto”) le persone di 14 anni e più danno in media un voto pari a 6,9. Il 39,6% dei rispondenti indica i livelli di punteggio più alti (8-10), il 42,3% giudica la propria vita mediamente soddisfacente (6-7) e il 16,4% la valuta con i punteggi più bassi (0-5).
Sostanzialmente invariati anche gli alti livelli di soddisfazione per le relazioni familiari – il 90,1% si ritiene soddisfatto – e amicali – valide per l’81,7% -, che dimostrano una ferma fiducia verso i conoscenti, che non si conferma per “gli altri”, infatti il 78,7% delle persone ritiene che “bisogna stare molto attenti” nei confronti degli altri mentre solo il 19,8% pensa che “gran parte della gente è degna di fiducia”. Elevata risulta essere inoltre la percentuale di persone soddisfatte per il proprio stato di salute, 80,6%, mentre risulta in calo quella per il tempo libero, ferma al 65,6% della popolazione. In generale nei primi mesi dell’anno in esame, la soddisfazione per la propria vita non evidenzia un particolare distacco dai livelli del 2016 (che invece aveva registrato un evidente progresso) nonostante nel 2017 sia diminuita, seppur lievemente, la percentuale di coloro che esprimono nel complesso un’alta soddisfazione, passati dal 41% del 2016 al 39,6%. In relazione all’età i dati mostrano che gli intervistati over 75 risultano essere i meno soddisfatti, solo il 33,9% si dichiara tale, mentre i giovani tra i 14 e i 19 anni risultano maggiormente soddisfatti, il 52,8%.

(fonte: Istat)

 

Scrivi una replica

News

Coronavirus, Draghi: «Curva epidemiologica sotto controllo grazie alla responsabilità dei cittadini»

«La curva epidemiologica è sotto controllo grazie al senso di responsabilità dei cittadini». Lo ha detto il presidente del Consiglio Mario Draghi nelle comunicazioni al…

20 Ott 2021 / Nessun commento / Leggi tutto »

Social media, Facebook vuole cambiare nome

Secondo i media, in particolare The Verge, Facebook potrebbe cambiare a breve il nome della società, slegandolo dal social network più famoso del gruppo. Alla…

20 Ott 2021 / Nessun commento / Leggi tutto »

Russia, Putin non parteciperà a Cop 26 di Glasgow

Il presidente russo, Vladimir Putin, non parteciperà personalmente alla conferenza sul clima Cop 26 di Glasgow. L’annuncio arriva dal portavoce del Cremlino, Dmitri Peskov, il…

20 Ott 2021 / Nessun commento / Leggi tutto »

Draghi: «In Italia campagna vaccinale più spedita della media Ue»

«In Italia la campagna» vaccinale «procede più spedita della media Ue». Così il presidente del Consiglio Mario Draghi nelle comunicazioni al Parlamento in vista del…

20 Ott 2021 / Nessun commento / Leggi tutto »
Testata registrata presso il tribunale di Roma, autorizzazione n. 34/2012 del 13 febbraio 2012
Edito da Tecnè S.r.l - Partita Iva: 07029641003
Accedi | Disegnato da Tecnè Italia