Migranti e quota 100 aiutano la Lega (31%) ma M5s torna al 29,5% | T-Mag | il magazine di Tecnè

Migranti e quota 100 aiutano la Lega (31%) ma M5s torna al 29,5%

Il governo raccoglie il parere favorevole del 50% degli italiani. E Salvini ha ampi spazi di crescita, "soprattutto nell'area del non voto" dice Carlo Buttaroni (Tecnè)
di Marco Biscella

Il governo mantiene un consenso attorno al 50%, mentre la Lega, stimata al 31,2%, e i 5 Stelle, risaliti al 29,5%, tornano a crescere. Oggi sono quasi appaiati nei consensi, perché “entrambe – osserva Carlo Buttaroni, presidente dell’istituto di sondaggi Tecnè – in questi tempi di manovra 2019 in cantiere, hanno di nuovo issato le loro bandiere, soprattutto quota 100 per le pensioni e reddito di cittadinanza. Ma se sul primo punto Salvini porterà a casa un risultato pieno, sul reddito di cittadinanza Di Maio vedrà ridimensionato il progetto iniziale. E questo darà nuovo vantaggio competitivo alla Lega, che ha ancora ampi margini di crescita”. E Forza Italia? “Oggi la stimiamo attorno all’11%, senza eccessive flessioni rispetto ai risultati delle politiche”. Il Pd, invece, non riesce a risalire la china e difficilmente “vedremo un centrosinistra come lo abbiamo conosciuto finora, anche se i dem dovessero ritrovare una fisionomia e un leader in tempi brevi: troppi feriti e troppe ferite da rimarginare”.

Il governo è impegnato nella delicata partita della legge di Bilancio. Questo passaggio quanto sta incidendo sugli indici di gradimento?

Il livello è molto alto, ancora attorno al 50% di persone che manifestano fiducia verso il governo. Ovviamente siamo in una fase in cui la manovra deve trovare la sua configurazione. Per ora si sta ragionando sui saldi, poi si dovranno vedere i contenuti. Tenendo presente che ancora non abbiamo idee precise neppure sui saldi. Da una parte, c’è il ministro Tria che punta all’1,6% di deficit; dall’altra, Salvini e Di Maio che spingono per salire fino al 2% e oltre. Ed è chiaro che le due prospettive cambiano molto.

Continua a leggere su ilsussidiario.net

 

Scrivi una replica

News

Stati Uniti, rinviato il viaggio a Pechino del segretario di Stato Blinken

Il viaggio a Pechino del segretario di Stato statunitense, Antony Blinken, è stato posticipato. Lo riporta l’agenzia Bloomberg, sottolineando che il rinvio è stato deciso…

3 Feb 2023 / Nessun commento / Leggi tutto »

Michel: «L’Ucraina è l’Europa e l’Europa è Ucraina»

«L’Ucraina è l’Europa e l’Europa è l’Ucraina. Non siamo intimiditi dal Cremlino e non lo saremo». Così il presidente del Consiglio europeo, Charles Michel, intervenendo…

3 Feb 2023 / Nessun commento / Leggi tutto »

Ucraina, Zelensky: «L’Ue sosterrà il nostro piano di pace»

«Nel corso dei nostri negoziati oggi abbiamo discusso l’attuazione del nostro piano di pace, che l’Ue sosterrà, perché è l’unico progetto comprensivo per recuperare l’architettura…

3 Feb 2023 / Nessun commento / Leggi tutto »

Mosca: «Donbass non ancora protetto, operazione speciale continua»

«Il Donbass non è ancora completamente protetto, quindi l’operazione militare speciale continua». A ribadirlo è stato il portavoce del Cremlino, Dmitri Peskov, secondo quanto riferito…

3 Feb 2023 / Nessun commento / Leggi tutto »
Testata registrata presso il tribunale di Roma, autorizzazione n. 34/2012 del 13 febbraio 2012
Edito da Tecnè S.r.l - Partita Iva: 07029641003
Accedi | Disegnato da Tecnè Italia