Calcio e violenza, diamo qualche numero | T-Mag | il magazine di Tecnè

Calcio e violenza, diamo qualche numero

Il caso di Milano riaccende i riflettori su una questione di fondamentale importanza: la sicurezza durante gli eventi sportivi
di Redazione

È morto oggi il tifoso dell’Inter di 35 anni, che ieri sera, mercoledì 26 dicembre, era stato investito prima della partita Inter-Napoli, disputata a San Siro e vinta dai nerazzurri. Durante gli scontri erano stati accoltellati quattro tifosi napoletani. Poi si è registrato il caso dei cori razzisti indirizzati al calciatore Koulibaly: questa, in sintesi, la cronaca. Ma tanto basti, se si considera che il questore di Milano ha chiesto di vietare «le trasferte dell’Inter fino alla fine del campionato e la chiusura della curva fino a marzo 2019, per cinque partite». Intanto due ultrà interisti sono stati arrestati e un terzo è stato identificato. Mentre scriviamo si sta anche valutando uno stop al campionato.

La richiesta del questore è severa, ma coerente rispetto alla situazione grave che si è verificata. Il calcio resta violento, nostro malgrado e nonostante campagne informative e di sensibilizzazione: i recenti casi di aggressioni ai danni di direttori di gara nei campionati dilettantistici la dicono lunga al riguardo. In Francia c’è un precedente di pochi mesi fa – situazione che potrebbe riguardare anche l’Italia, dato che l’ipotesi di una maggiore responsabilità durante gli eventi delle società coinvolte è stata oggetto di discussione politica –, con il PSG che ha provveduto a ritirare gli abbonamenti di persone identificate dopo gli scontri avvenuti in occasione della partita di Champions di ottobre tra i parigini e la Stella Rossa.

La violenza nel calcio resta comunque un tema di particolare rilevanza. I numeri relativi alla passata stagione dell’Osservatorio nazionale sulle manifestazioni sportive relativi ai campionati professionistici di A, B e Lega Pro – a fronte di una ripresa della partecipazione di pubblico allo stadio e contestualmente di 145 incontri in meno rispetto all’anno prima – registrano un aumento degli incontri con feriti (da 52 a 63), tuttavia una lieve diminuzione generale dei feriti (da 48 a 46), compensata però dall’incremento di feriti tra le forze dell’ordine (da 46 a 58). Tra gli steward i feriti sono passati da otto a 17, le persone arrestate sono aumentate da 29 a 72 e quelle denunciate sono cresciute di 72 unità, da 951 a 1.023.

C’è un però da sottolineare. Quanto accaduto ieri a Milano continua ad essere osservato di tanto in tanto anche in altre città italiane, ma non è più la prassi. Perché risultano in verità praticamente nulli gli incidenti allo stadio o nelle immediate vicinanze – rileva il rapporto –, «mentre si registra una pericolosa ripresa di condotte delinquenziali/incivili lungo le vie di trasporto, specie stradali, passati da 93 a 120 episodi. Protagonisti in tale ambito i tifosi della serie A (da 45 a 65), seguiti dalla Lega Pro (da 23 a 35) ed infine la serie B (da 25 a 20)».

 

Scrivi una replica

News

Medvedev: «Russia ha il diritto di utilizzare armi nucleari se necessario»

«La Russia ha il diritto di utilizzare armi nucleari, se necessario, in base alla dottrina nucleare». Ad affermarlo, citato dalla Tass, è stato il vicepresidente…

27 Set 2022 / Nessun commento / Leggi tutto »

Spazio, la sonda Dart ha colpito l’asteroide Dimorphos

La sonda DART, Double Asteroid Redirection Test, della NASA, l’Agenzia spaziale statunitense, ha colpito nella notte Dimorphos, un piccolo asteroide distante 11 milioni di chilometri…

27 Set 2022 / Nessun commento / Leggi tutto »

«Italiani insoddisfatti della medicina territoriale»

Italiani poco soddisfatti della medicina territoriale. Lo rivela l’indagine della Fondazione Onda, “Esperienza e percezione degli italiani sulla medicina territoriale”, condotta in collaborazione con l’Istituto…

27 Set 2022 / Nessun commento / Leggi tutto »

Istat: «Cala l’export ad agosto, ma su base annua +22%»

«Ad agosto 2022 si stima, per l’interscambio commerciale con i paesi extra Ue27, una diminuzione congiunturale per entrambi i flussi, più ampia per le esportazioni…

27 Set 2022 / Nessun commento / Leggi tutto »
Testata registrata presso il tribunale di Roma, autorizzazione n. 34/2012 del 13 febbraio 2012
Edito da Tecnè S.r.l - Partita Iva: 07029641003
Accedi | Disegnato da Tecnè Italia