Tassazione ed evasione, la situazione in Italia e in Europa | T-Mag | il magazine di Tecnè

Tassazione ed evasione, la situazione in Italia e in Europa

Nel 2018 gli italiani hanno pagato 33,4 miliardi di euro di tasse in più rispetto all’ammontare complessivo medio versato dai cittadini dell’Unione europea, ricorda la CGIA di Mestre

di Redazione

Nel 2018 gli italiani hanno pagato circa 33,4 miliardi di tasse in più rispetto alla media di contributi versata dai cittadini europei, confermandosi così uno dei paesi membri dell’Ue in cui la pressione fiscale è più alta. Secondo il confronto effettuato dall’Ufficio studi della CGIA di Mestre, in termini pro capite la differenza è pari a 522 euro di tasse in più che gli italiani pagano rispetto alla media dei cittadini europei. Nel contesto europeo, tra i paesi in cui le tasse da pagare sono più alte che in Italia ci sono Francia, Belgio, Danimarca, Svezia, Austria e Finlandia. Se non stupisce che i paesi scandinavi abbiano una tassazione alta, considerata la qualità dei servizi pubblici che offrono, il dato della Francia, che con una pressione fiscale del 48,4% è al primo posto, è la vera “sorpresa” secondo la Cgia: ogni cittadino francese ha pagato rispetto ad un italiano tasse per un valore di 1.830 euro in più, mentre in termini assoluti il divario ammonta a 110,7 miliardi di euro. 

Rispetto agli altri paesi europei invece, se gli italiani fossero soggetti alla stessa pressione fiscale dei tedeschi, verserebbero 24,6 miliardi di tasse in meno, che corrispondono a 407 euro a contribuente, il risparmio sarebbe invece di 930 pro capite se pagassero le stesse tasse dell’Olanda e di 1.975 se il gettito fiscale fosse pari a quello degli spagnoli. Il divario cresce ancor di più se confrontato con l’Irlanda, paese in cui il carico fiscale in percentuale del Pil è del 23,3% ovvero circa 5.460 euro di tasse in meno che ogni irlandese paga rispetto ad un cittadino italiano.

Nello specifico dell’Italia analizzando i dati interni, secondo l’elaborazione della Cgia, nel 2017 – ultimo anno di cui sono disponibili i dati – sono stati i cittadini lombardi a versare di più, pagando 12.297 euro tra tasse, imposte e tributi. Alla Lombardia seguono tra quelle più tassate regioni del nord: i valdostani hanno versato 11,480 euro, i trentini 11.297, mentre i residenti in Emilia-Romagna 11.252 euro. Al contrario, la regione in cui la contribuzione pesa meno è la Calabria, dove i residenti pagano mediamente 5.516 euro di tasse. In generale, se la media italiana delle entrate tributarie è 9.168 euro pro capite, i dati fanno emergere che il Nord-Ovest è l’area in cui l’ammontare è maggiore, circa 11.500 euro, mentre al Sud, dove i redditi sono anche mediamente più bassi, le tasse versate superano di poco i 6.000 euro. 

Oltre ad essere tra i paesi in cui il gettito fiscale è maggiore, secondo i dati elaborati dal Sole 24 Ore sulla base della Relazione sui reati finanziari, l’evasione e l’elusione fiscale approvata lo scorso 26 marzo dal Parlamento Europeo, l’Italia è anche il paese dell’UE in cui l’evasione fiscale pro capite, che ammonterebbe a 3.156 euro annui, è maggiore che in tutto il continente. A poca distanza gli evasori danesi che fanno registrare 3.027 euro. A fronte di una perdita economica europea di circa 825 miliardi di euro l’anno, l’Italia è al primo posto anche per miliardi evasi ogni anno, 190,9, seguita dalla Germania e dalla Francia, in cui l’evasione fiscale costa rispettivamente 125,1 e 117,9 miliardi. 

 

Scrivi una replica

News

Conti pubblici, nel secondo trimestre il debito pubblico italiano ha raggiunto il 149,4% del Pil

Nel secondo trimestre del 2020, il debito pubblico italiano ha raggiunto il 149,4% del Prodotto interno lordo – è il secondo più alto nell’Ue, dopo…

22 Ott 2020 / Nessun commento / Leggi tutto »

Ue, il Premio Sakharov è stato assegnato all’opposizione bielorussa

Il Parlamento europeo ha assegnato all’opposizione bielorussa il Premio Sakharov, che viene conferito a individui e gruppi che difendono i diritti umani e le libertà…

22 Ott 2020 / Nessun commento / Leggi tutto »

Coronavirus, ricoverata in terapia intensiva la ministra degli Esteri belga

La ministra degli Esteri belga, Sophie Wilmès, è stata ricoverata in terapia intensiva. Quarantacinque anni, è risultata positiva al coronavirus. Il portavoce di Wilmes ha…

22 Ott 2020 / Nessun commento / Leggi tutto »

Coronavirus, Francia e Spagna superano il milione di casi

Spagna e Francia superano il milione di casi di positivi al coronavirus. In Spagna lo ha annunciato il ministero della Sanità, mentre Madrid si prepara…

22 Ott 2020 / Nessun commento / Leggi tutto »
Testata registrata presso il tribunale di Roma, autorizzazione n. 34/2012 del 13 febbraio 2012
Edito da Tecnè S.r.l - Partita Iva: 07029641003
Accedi | Disegnato da Tecnè Italia