Se le sardine si presentassero alle elezioni politiche | T-Mag | il magazine di Tecnè

Se le sardine si presentassero alle elezioni politiche

Un sondaggio Tecnè per Quarta Repubblica rivela che il movimento delle 6.000 sardine potrebbe sfiorare l’8% dei consensi

di Redazione

Se il movimento delle 6.000 sardine si presentasse alle elezioni politiche otterrebbe il 7,9% delle preferenze, a discapito soprattutto del Partito democratico e del Movimento 5 stelle. A rivelarlo è il sondaggio condotto dall’istituto di ricerca Tecnè – coinvolto un campione di 1.000 persone con un margine di errore +/- 3,1% – per Quarta Repubblica, in onda ieri sera su Rete 4. Le interviste sono state realizzate il 15 e il 16 dicembre 2019. Tecnè ha considerato due scenari. Nel primo, ha chiesto al campione di indicare l’intenzione di voto, senza includere nell’elenco dei partiti (e dei movimenti) candidati alle elezioni il movimento delle 6.000 sardine. Nel secondo, invece, lo ha incluso. Ecco con quali risultati. Nel primo scenario, la coalizione di centrodestra – Lega, Fratelli d’Italia, Forza Italia – otterrebbe il 51,3% dei voti, staccando di molto il Partito democratico (18,9%), il Movimento 5 stelle (15,7%) e Italia Viva, ferma al 3,9% dei consensi. Gli altri partiti si dividerebbero il 10,2% delle preferenze mentre l’area astensione-incerti si attesterebbe al 41,4%.

Nel secondo scenario, con le 6.000 sardine in corsa, il centrodestra si fermerebbe al 50,7%, il Pd al 16,1%, il M5s al 13,1%, Italia Viva al 3,7%. Gli altri partiti all’8,5%. Mentre l’area astensione-incerti si ridurrebbe al 40,6%. Come anticipato, il movimento delle 6.000 sardine raggiungerebbe il 7,9% delle preferenze, diventando la quarta forza politica del Paese.

Tecnè ha analizzato anche la provenienza dei voti che il movimento delle 6.000 sardine potrebbe conquistare. E così, per 100 intervistati che dichiarano di votare 6.000 sardine, il 32% proviene dal Partito democratico, il 30% dal M5s, il 17% da altri partiti di centro sinistra – l’elenco comprende Italia Viva, Azione (di Carlo Calenda), +Europa, la Sinistra e i Verdi. Il 4% da altri partiti e il 17% dall’area astensione-incerti. Nessun voto, invece, proviene da quanti hanno dichiarato il voto per uno dei partiti di centrodestra.

NOTA METODOLOGICA
Campione di 1.000 casi, rappresentativo della popolazione maggiorenne italiana, articolato per sesso, età, area geografica. Estensione territoriale: intero territorio nazionale
Interviste effettuate il 15-16 dicembre 2019 con metodo Cati, Cami, Cawi
Totale contatti: 4.821 (100%) – rispondenti: 1.000 (20,7%) – rifiuti/sostituzioni: 3.821 (79,3%)
Margine di errore +/-3,1%
Soggetto che ha realizzato il sondaggio: Tecnè srl
Committente: RTI
Il documento completo sul sito: sondaggipoliticoelettorali.it

 

Scrivi una replica

News

Cile: ok alla riforma della Costituzione

Il Cile potrebbe adottare una una nuova Costituzione in sostituzione di quella ereditata dall’era di Pinochet, dopo che i cittadini si sono espressi in larga…

26 Ott 2020 / Nessun commento / Leggi tutto »

Coronavirus, il capo staff della Casa Bianca: «Impossibile controllare la pandemia»

Mentre gli Stati Uniti, registrato un nuovo record giornaliero di contagiati (83.718), il capo staff della Casa Bianca, Mark Meadows, ha affermato che il governo…

26 Ott 2020 / Nessun commento / Leggi tutto »

Cina: «Sanzioni ad aziende Usa su vendita delle armi a Taiwan»

«Boeing, Lockheed Martin e Raytheon sono tra le aziende americane finite nella lista delle sanzioni decise dalla Cina su compagnie e individui per la vendita…

26 Ott 2020 / Nessun commento / Leggi tutto »

Coronavirus, Melbourne fuori dal lockdown dopo oltre 100 giorni

Melbourne esce dal lockdown dopo oltre 100 giorni. Nella città australiana per la prima volta da giugno non sono stati registrati nuovi casi di Covid-19.…

26 Ott 2020 / Nessun commento / Leggi tutto »
Testata registrata presso il tribunale di Roma, autorizzazione n. 34/2012 del 13 febbraio 2012
Edito da Tecnè S.r.l - Partita Iva: 07029641003
Accedi | Disegnato da Tecnè Italia