Emergenza sanitaria, il governo blinda l’Italia. Tutte le misure, in sintesi | T-Mag | il magazine di Tecnè

Emergenza sanitaria, il governo blinda l’Italia. Tutte le misure, in sintesi

Il presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, considerata l’evoluzione della situazione epidemica, ha firmato il Dpcm 9 marzo 2020 recante nuove misure per il contenimento e il contrasto alla diffusione del Covid-19 sull’intero territorio nazionale

di Redazione

Il nuovo decreto firmato ieri dal presidente del Consiglio e in vigore dal 10 marzo fino al 3 aprile, estende le misure adottate con il Dpcm dell’8 marzo in Lombardia e in altre 14 province, a tutto il territorio nazionale. Su proposta dei vari ministeri coinvolti nell’emergenza, il decreto  estende a tutta Italia il divieto di spostamento se non per comprovati motivi di salute, lavoro o gravi esigenze familiari, esplicitati attraverso un modulo di autocertificazione.

Tra le misure urgenti di contenimento, il decreto vieta ogni forma di assembramento in luoghi pubblici o aperti al pubblico. Viene ribadita la sospensione di scuole di ogni ordine e grado, e di qualsiasi evento pubblico, la chiusura di cinema, teatri, impianti sciistici e palestre di ogni tipo, ma restano usufruibili i parchi, sempre rispettando la distanza minima di sicurezza di un metro.  Sono sospesi anche tutti gli eventi e le competizioni sportive, compreso il campionato di calcio, un’eccezione è fatta per le gare di coppa che possono essere svolte solo a porte chiuse, mentre gli allenamenti di atleti negli impianti sportivi sono possibili solo se riconosciuti di interesse nazionale dal CONI.

Pub e discoteche dovranno rimanere chiusi, mentre i bar e i ristoranti potranno essere aperti dalle 6 alle 18, sempre garantendo la distanza di sicurezza, che deve essere mantenuta in tutti gli esercizi commerciali.

Come confermato anche durante la conferenza stampa del premier Conte, non si fermerà la circolazione delle merci né il trasporto pubblico, perciò sarà garantita l’apertura di farmacie e negozi di alimentari, anche i centri commerciali resteranno aperti, ne è imposta la chiusura solo nel fine settimana.

Rimangono attive poi le disposizioni per coloro che sono in quarantena, come il divieto assoluto di muoversi, e per coloro che manifestano infezioni respiratorie e febbre, per cui è fortemente raccomandato rimanere a casa.  

Lo stesso premier Conte, riprendendo la campagna social di questi giorni, ha sintetizzato il provvedimento in #iorestoacasa.

 

Scrivi una replica

News

Coronavirus, Guterres: «Raccomandazioni dell’Oms sono state ignorate»

«Fin dall’inizio della pandemia di coronavirus l’Oms ha fornito informazioni concrete e orientamenti scientifici che avrebbero dovuto essere la base per una risposta globale coordinata.…

3 Dic 2020 / Nessun commento / Leggi tutto »

Spazio, pubblicata la nuova mappa della Via Lattea

Fino ad oggi, non era stato mai pubblicato un censimento così completo della Via Lattea, la galassia a cui appartiene il nostro sistema solare. Complessivamente,…

3 Dic 2020 / Nessun commento / Leggi tutto »

Ambiente: in Italia, nel 2019 il riciclo dei rifiuti ha garantito benefici per oltre un miliardo di euro

Oltre un miliardo di euro. A tanto ammontano i benefici diretti del riciclo in Italia, nel 2019. Lo ha riferito il Green Economy Report del…

3 Dic 2020 / Nessun commento / Leggi tutto »

Stati Uniti-Iran, Zarif: «Accordo non sarà rinegoziato»

«Gli Usa devono smettere di violare le leggi internazionali». Questa la posizione di Teheran, stando alle dichiarazioni del ministro degli Esteri iraniano, Mohammad Javad Zarif,…

3 Dic 2020 / Nessun commento / Leggi tutto »
Testata registrata presso il tribunale di Roma, autorizzazione n. 34/2012 del 13 febbraio 2012
Edito da Tecnè S.r.l - Partita Iva: 07029641003
Accedi | Disegnato da Tecnè Italia