L’impatto delle misure restrittive su feste pasquali e ponti | T-Mag | il magazine di Tecnè

L’impatto delle misure restrittive su feste pasquali e ponti

Secondo il Codacons i consumi alimentari subiranno una diminuzione del 25% rispetto all’anno scorso. Per Coldiretti lo stop agli spostamenti costerà al turismo otto miliardi di euro

di Redazione

Le misure restrittive, introdotte per contenere la diffusione del coronavirus – proprio da ieri, giovedì 9 aprile, infatti, sono stati intensificati i controlli delle forze di Polizia per scovare gli irresponsabili pronti a violare la quarantena –, costringeranno gli italiani a non lasciare le loro abitazioni, rendendo le festività pasquali inevitabilmente diverse dagli anni passati. 

Una Pasqua “casalinga” e all’insegna del risparmio: secondo uno studio del Codacons, i consumi alimentari subiranno una diminuzione del 25% rispetto all’anno scorso, che in termini assoluto significa una sforbiciata di 300 milioni. Quest’anno, gli italiani sborseranno 900 milioni di euro, pari a circa 34,6 euro a famiglia. Alcune voci di spesa risentiranno maggiormente del calo dei consumi: uova e colombe, ad esempio, troveranno posto solo sui tavoli di 6 famiglie su dieci. 

La spesa per i prodotti dolciari passerà dai 400 milioni dell’anno scorso ai 240 milioni, pari al 40% in meno. Gli italiani rinunceranno anche all’agnello, piatto tipico pasquale: il Codacons stima che i consumi passeranno dalle 5.000 tonnellate alle 3.200, il 35% in meno.

Altro allarme è poi arrivato dalla Coldiretti. Secondo l‘associazione di categoria degli agricoltori lo stop agli spostamenti – «necessario ma doloroso», sottolinea Coldiretti – verso seconde case, parenti, amici, vacanze o gite fuori porta che interessa la stragrande maggioranza degli italiani che tradizionalmente escono di casa per i ponti Pasqua ed di primavera del 25 aprile e primo maggio, che quest’anno cadono rispettivamente di sabato e venerdì, costerà circa otto miliardi di euro. 

 

Scrivi una replica

News

Coronavirus, Oms: esperti internazionali presto in Cina

Il capo delle emergenze dell’Organizzazione mondiale della sanità, Mike Ryan, ha fatto sapere che gli esperti internazionali torneranno in Cina «il prima possibile» per continuare…

24 Nov 2020 / Nessun commento / Leggi tutto »

Violenza sulle donne, da gennaio a ottobre in Italia ci sono stati 91 femminicidi

Violenza sulle donne, da gennaio a ottobre in Italia ci sono stati 91 femminicidi. A riferirlo è un rapporto dell’Eures, sottolineando che, nello stesso periodo…

24 Nov 2020 / Nessun commento / Leggi tutto »

Gualtieri: «Rinvio tasso per tutte le imprese con perdite»

«Il governo si appresta a varare grazie allo scostamento da 8 miliardi nuove misure a partire dal rinvio delle nuove scadenze tributarie per i settori…

24 Nov 2020 / Nessun commento / Leggi tutto »

Bankitalia: «La ripresa nel 2021 sarà più lenta del previsto»

«La ripresa nel 2021 sarà verosimilmente più lenta del previsto. Nel quarto trimestre 2020, è plausibile una flessione del Pil anche se più contenuta rispetto…

24 Nov 2020 / Nessun commento / Leggi tutto »
Testata registrata presso il tribunale di Roma, autorizzazione n. 34/2012 del 13 febbraio 2012
Edito da Tecnè S.r.l - Partita Iva: 07029641003
Accedi | Disegnato da Tecnè Italia