Il coronavirus fa crollare il trasporto aereo | T-Mag | il magazine di Tecnè

Il coronavirus fa crollare il trasporto aereo

Le misure restrittive hanno avuto un impatto significativo anche sul trasporto aereo, che dovrà fare i conti con le conseguenze della pandemia per molto tempo

di Redazione

Secondo i dati dell’Istat al 2017 il settore del trasporto aereo risulta avere attive in Italia 193 imprese per un fatturato totale di 9,4 miliardi. Tra il 2010 e il 2018 il numero di passeggeri trasportati è aumentato del 33,3%, in particolare i soli passeggeri dei voli internazionali sono cresciuti del 53% e quelli dei voli nazionali del 7,2%. Sulla base di questi dati si prevedeva che se non ci fosse stata l’emergenza coronavirus, a maggio 2020 il traffico aereo sarebbe stato di circa 17,9 milioni di passeggeri trasportati e si stima che avrebbe raggiunto il picco di circa 21 milioni ad agosto.

Ma ad oggi già si possono contare gli effetti disastrosi che le restrizioni hanno avuto sull’aviazione civile nel breve periodo. Secondo l’Istat, il settore che solo lo scorso anno aveva fatto registrare un aumento dei passeggeri del 4%, a marzo ha visto diminuire il numero di clienti dell’85%, rispetto allo stesso mese del 2019, da quasi 14 milioni di passeggeri a poco più di 2 milioni. La maggior parte, circa 1,3 milioni di passeggeri sono stati quelli che viaggiavano su voli internazionali.

Nonostante il trasporto aereo, come gli altri servizi di mobilità, rientrino tra i servizi essenziali per i Dpcm, le misure restrittive hanno limitato notevolmente le possibilità di spostamento, meno passeggeri significa inevitabilmente meno voli e quindi il calo drastico dei viaggiatori ha comportato anche la cancellazione di due voli su tre, il 66,3% dei voli previsti. Un esempio è Alitalia che dal 5 maggio ha sospeso tutti i collegamenti aerei tra Roma e New York fino a fine mese sia per l’aumento dei casi positivi nella città americana, sia “a causa del forte rallentamento della domanda negli ultimi 10 giorni di aprile”, infatti sui 18 voli effettuati tra il 20 e il 30 aprile sono stati trasportati solo 580 passeggeri, in media 32 a volo, con un tasso di riempimento del 12% rispetto ai 4.675 posti offerti.

Il ritorno alla normalità potrebbe richiedere molto più tempo per il trasporto aereo: secondo un sondaggio effettuato da IATA, l’Associazione internazionale delle compagnie aeree, quattro passeggeri di voli aerei su 10 aspetteranno almeno 6 mesi da quando verranno allentate le misure anti-contagio prima di riprendere un aereo.

Con il coronavirus cambierà sicuramente il modo di volare anche quando sarà consentito spostarsi, oltre a mascherine e termoscanner negli aeroporti e l’incentivo di procedure online o automatici. Alcune prime ipotesi prevedono il distanziamento tramite posti a sedere alternati, divisori in plexiglass e una differente configurazione con il sedile centrale che guarda in direzione opposta. Questo comporterà un ulteriore contingentamento dei passeggeri e quindi un aumento dei costi dei biglietti.  

 

Scrivi una replica

News

Coronavirus, Paolo Figliuolo nominato Commissario straordinario per l’emergenza Covid-19

«Il Presidente del Consiglio, Mario Draghi, ha nominato il Generale di Corpo d’Armata Francesco Paolo Figliuolo nuovo Commissario straordinario per l’emergenza Covid-19». Lo rende noto…

1 Mar 2021 / Nessun commento / Leggi tutto »

Francia, ex presidente Sarkozy condannato a tre anni

L’ex presidente francese, Nicolas Sarkozy, è stato condannato oggi a tre anni, di cui due con la condizionale, per lo scandalo delle intercettazioni. Tra le…

1 Mar 2021 / Nessun commento / Leggi tutto »

È morto l’ex segretario generale della Uil, Pietro Larizza

Il segretario generale della Uil dal 1992 al 2000, Pietro Larizza, è morto all’età di 85 anni. Lo ha reso noto il sindacato attraverso una…

1 Mar 2021 / Nessun commento / Leggi tutto »

Birmania, due nuove accuse contro San Suu Kyi

Violazione delle legge sulla comunicazione e incitamento al disordine pubblico. Queste sono le due nuove accuse rivolte alla leader birmana deposta dal colpo di stato…

1 Mar 2021 / Nessun commento / Leggi tutto »
Testata registrata presso il tribunale di Roma, autorizzazione n. 34/2012 del 13 febbraio 2012
Edito da Tecnè S.r.l - Partita Iva: 07029641003
Accedi | Disegnato da Tecnè Italia