Sondaggio Tecnè: così gli italiani durante il lockdown | T-Mag | il magazine di Tecnè

Sondaggio Tecnè: così gli italiani durante il lockdown

Il 79,2% degli intervistati dichiara di avere rispettato le misure restrittive. Consenso ai partiti: la Lega resta primo partito, ma cala dello 0,4%. Salgono leggermente M5s e FdI: i risultati dell’ultimo Monitor Italia di Tecnè in collaborazione con l’Agenzia Dire

di Redazione

Cosa hanno fatto di più gli italiani durante il lockdown? La televisione, emerge dall’ultimo Monitor Italia di Tecnè in collaborazione con l’Agenzia Dire, resta la prima forma di compagnia. Il 72,7% ha infatti ammesso di avere guardato la Tv. Il 45,1% dichiara di avere parlato con i figli/partner/genitori, il 39,5% ha parlato al telefono o chattato, il 38,7% ha letto libri/giornali/riviste, il 35,1% si è dedicato alla casa (la percentuale è superiore a 100% perché possibili più risposte).

Il 79,2% degli intervistati, ad ogni modo, dichiara di avere rispettato le misure restrittive per il contenimento della diffusione del coronavirus (12,7% molto, 66,5% abbastanza), mentre il 20,8% ammette di non averlo fatto (15,3% poco, 5,5% per nulla).

INTENZIONI DI VOTO E LA FIFUCIA NEL GOVERNO
La Lega scende dello 0,4% rispetto alla precedente rilevazione e si attesta, al 15 maggio, al 26,2%. Cala leggermente anche il Pd (20,8%, -0,1%), mentre salgono M5s (15,2%, +0,3% )e Fratelli d’Italia (14,7%, +0,1%). È quanto emerge dall’ultimo Monitor Italia realizzato da Tecnè per l’Agenzia Dire. Forza Italia registra una leggera crescita, all’8,1%, Italia Viva invece una lieve discesa, al 3,4% (-0,1%). La Sinistra scende al 2,7% (-0,1%), Azione sale al 2% (+0,2%), i Verdi calano all’1,7% (-0,1%), mentre +Europa si attesta all’1,6%. Gli altri partiti raccolgono il 3,6% delle preferenze (+0,2%). L’area dell’astensione e degli incerti si attesta al 15 maggio al 43,1% (-0,1%).

Al 15 maggio la fiducia nel governo si attesta al 30,9%, in lieve calo rispetto al 31,1% della precedente rilevazione, tuttavia mantenendo un andamento stabile nelle ultime settimane e in crescita rispetto all’inizio dell’emergenza sanitaria. Sale leggermente la quota di quanti dichiarano di non avere fiducia, al 65,3%.

NOTA METODOLOGICA
Campione di 1.000 casi, rappresentativo della popolazione maggiorenne italiana, articolato per sesso, età, area geografica
Estensione territoriale: intero territorio nazionale
Interviste effettuate il 14-15 maggio 2020 con metodo Cati, Cawi
Totale contatti: 4.740 (100%) – rispondenti: 1.000 (21,1%) – rifiuti/sostituzioni: 3.740 (78,5%)
Margine di errore +/-3,1%
Soggetto che ha realizzato il sondaggio: Tecnè srl
Committente: Agenzia DIRE
Il documento completo sul sito: sondaggipoliticoelettorali.it

 

Scrivi una replica

News

Unicredit, nel 2021 l’amministratore delegato lascerà l’incarico

L’amministratore delegato della Unicredit, Jean Pierre Mustier, lascerà il suo incarico a fine mandato, cioè nell’aprile 2021. Mustier ha reso noto che la sua decisione…

1 Dic 2020 / Nessun commento / Leggi tutto »

Usa, si dimette il consigliere sul Covid

Scott Atlas, consigliere sul Covid dell’amministrazione Trump, si è dimesso. Atlas era un convinto sostenitore dell’immunità di gregge ed era stato scelto da Trump pur…

1 Dic 2020 / Nessun commento / Leggi tutto »

Coronavirus, Von der Leyen: «Entro gennaio i primi vaccini»

«La crisi legata al coronavirus non è ancora finita e l’incertezza continua ma in modo diverso da marzo, oggi sappiamo che c’è una via di…

1 Dic 2020 / Nessun commento / Leggi tutto »

Titoli di Stato: spread Btp/Bund a 119 punti

All’avvio dei mercati finanziari lo spred tra Btp e Bund si è attestato a quota 119 punti.…

1 Dic 2020 / Nessun commento / Leggi tutto »
Testata registrata presso il tribunale di Roma, autorizzazione n. 34/2012 del 13 febbraio 2012
Edito da Tecnè S.r.l - Partita Iva: 07029641003
Accedi | Disegnato da Tecnè Italia