Istat: «Record dal 2013 per costruzioni di case a fine 2019» | T-Mag | il magazine di Tecnè

Istat: «Record dal 2013 per costruzioni di case a fine 2019»

«Nel quarto trimestre 2019, nel comparto residenziale, si stima una crescita congiunturale del 5,2% per il numero di abitazioni e una diminuzione dello 0,2% per la superficie utile. La superficie dei fabbricati non residenziali è in diminuzione rispetto al trimestre precedente (-3,2%). Nel quarto trimestre 2019 la stima del numero di abitazioni dei nuovi fabbricati residenziali, al netto della stagionalità, si colloca al di sopra della soglia delle 14 mila unità, la superficie utile abitabile si attesta intorno agli 1,22 milioni di metri quadrati, mentre quella non residenziale scende a circa 2,8 milioni di metri quadrati. In termini tendenziali, nel quarto trimestre del 2019 si osserva una forte crescita di tutto il settore residenziale: +8,1% per il numero di abitazioni e +8,3% per la superficie utile abitabile. L’edilizia non residenziale nel quarto trimestre dell’anno, cresce del 9,5% rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente. La fase di rilevazione dei dati, per il trimestre in esame, non ha riscontrato criticità legate all’emergenza sanitaria». È quanto emerge nel comunicato Istat Indicatori dei permessi di costruire.

 

Scrivi una replica

News

Istat: «Nel 2020 prezzi in calo dello 0,2%»

«Nel mese di dicembre 2020, si stima che l’indice nazionale dei prezzi al consumo per l’intera collettività (NIC), al lordo dei tabacchi, aumenti dello 0,2%…

18 Gen 2021 / Nessun commento / Leggi tutto »

Petrolio: Wti a 52,23 dollari al barile e Brent a 54,91 dollari

All’avvio dei mercati asiatici il greggio texano Wti è stato scambiato a 52,23 dollari al barile mentre il Brent è stato scambiato a 54,91 dollari.…

18 Gen 2021 / Nessun commento / Leggi tutto »

Titoli di Stato: spread Btp/Bund a 117 punti

All’avvio dei mercati finanziari lo spread tra Btp e Bund si è attestato a quota 117 punti.…

18 Gen 2021 / Nessun commento / Leggi tutto »

Coronavirus, la Francia anticipa il coprifuoco alle 18

Il virus continua a costringere i governi ad adottare misure più stringenti per contenere la pandemia: dopo la Cina, che ha imposto il lockdown in…

15 Gen 2021 / Nessun commento / Leggi tutto »
Testata registrata presso il tribunale di Roma, autorizzazione n. 34/2012 del 13 febbraio 2012
Edito da Tecnè S.r.l - Partita Iva: 07029641003
Accedi | Disegnato da Tecnè Italia