Commercio con l’estero, esportazioni in recupero a giugno | T-Mag | il magazine di Tecnè

Commercio con l’estero, esportazioni in recupero a giugno

L’Istat rileva valori positivi di import ed export a giugno, ma su base trimestrale e annuale il calo del volume degli scambi di aprile pesa ancora

di Redazione

Secondo i dati dell’Istat a giugno il commercio con l’estero sia in entrata che in uscita registra segnali positivi, in particolare la crescita congiunturale è più intensa per le importazioni, che segnano +16,1%, che per le esportazioni, le quali comunque registrano un aumento significativo del 14,4%.  Come sottolinea l’Istat l’incremento rilevato su base mensile dell’export è dovuto sia agli aumenti delle vendite verso i mercati extra Ue che quelli verso l’area Ue. In ogni caso, il secondo trimestre 2020, malgrado la crescita a maggio e giugno, mostra una variazione ampiamente negativa rispetto al trimestre precedente, e questo sia per quanto riguarda l’export, in calo del 24,8%, sia per l’import del 21,8%, a causa del forte calo registrato ad aprile.

Nonostante i dati positivi su base mensile, a giugno l’export registra ancora un’ampia flessione, del 12,2%, su base annua, anche se questa risulta essere in miglioramento rispetto ai mesi precedenti: a maggio il calo dell’export annuale era del 30,4% e ad aprile del 41,5%. Anche il livello delle importazioni registra una flessione ancora più marcata su base annua, del 15,6%, ma come per l’export, è palese l’attenuazione rispetto a maggio, mese in cui il calo annuo era del 35,2%. In entrambi i casi la contrazione più marcata del confronto annuale è sui mercati extra Ue, rispetto agli scambi con i mercati dell’Unione Europea. Infatti, i paesi che nello specifico contribuiscono maggiormente alla caduta dell’export sono Stati Uniti, -22,4%, e i paesi OPEC -17,1%, a cui seguono poi paesi Ue quali Spagna -21,7%, Francia -9,7%, e infine Regno Unito -11,2%. In aumento invece le vendite verso Svizzera 4,7%, Belgio +7,5% e Giappone 8,1%.

Per quanto riguarda i settori economici, la flessione tendenziale maggiore dell’export si è evidenziata per i prodotti petroliferi raffinati, in calo del 62,1%, per i mezzi di trasporto, -esclusi gli autoveicoli- in flessione del 24,9%, autoveicoli, -20,5%, metalli di base e prodotti in metallo, esclusi macchine e impianti -9,4% e macchinari e apparecchi n.c.a., del -8,4. Al contrario, risultano in aumento su base annua le esportazioni di computer, apparecchi elettronici e ottici, +12,6%, e prodotti alimentari, bevande e tabacco, in crescita del 2,3%.

A livello europeo le statistiche dell’Istat mostrano che, l’ultimo aggiornamento riferito a maggio, nel mese le misure di contenimento del coronavirus introdotte dagli Stati membri hanno continuato ad avere un impatto significativo sul commercio internazionale e che nello specifico il commercio all’interno dell’area euro è sceso a 125,3 miliardi di euro a maggio 2020, in calo del 27,9% rispetto allo stesso mese del 2019. Giugno 2020, invece, si caratterizza per un certo rilassamento delle misure di contenimento in molti paesi e ciò potrebbe avere ripercussioni positive sul commercio e sugli scambi internazionali. Anche se, come sottolinea la nota mensile dell’Istat sull’economia italiana, “lo scenario internazionale nelle ultime settimane è stato caratterizzato in qualche misura da una asincronia dell’evoluzione della pandemia tra paesi che ha penalizzato ulteriormente la ripresa degli scambi mondiali”.

 

Scrivi una replica

News

Coronavirus, in Italia nelle ultime 24 ore registrati 1.912 nuovi casi

Nelle ultime 24 ore sono stati registrati 1.912 casi positivi, il numero giornaliero più alto dalla fine del lockdown. Lo ha reso noto il ministero…

25 Set 2020 / Nessun commento / Leggi tutto »

Prometeia prevede un calo del 9,6% per il Pil italiano nel 2020

Il centro studi Prometeia ha aggiornato le stime sull’economia italiana nel 2020 e nel 2021, indicando un calo del PIL del 9,6% quest’anno e una…

25 Set 2020 / Nessun commento / Leggi tutto »

Francia, attacco presso l’ex sede di Charlie Hebdo: quattro persone ferite

Un attacco a Parigi nella tarda mattinata di oggi, nei pressi dell’ex sede di Charlie Hebdo, che nel gennaio 2015 fu teatro della strage compiuta…

25 Set 2020 / Nessun commento / Leggi tutto »

Fratelli d’Italia, Raffaele Fitto positivo al coronavirus

Il candidato del centrodestra alla presidenza della Regione Puglia ha annunciato su Facebook di essere risultato positivo al tampone per il coronavirus. Positiva anche la…

25 Set 2020 / Nessun commento / Leggi tutto »
Testata registrata presso il tribunale di Roma, autorizzazione n. 34/2012 del 13 febbraio 2012
Edito da Tecnè S.r.l - Partita Iva: 07029641003
Accedi | Disegnato da Tecnè Italia