Coronavirus e movida, cosa prevede la nuova ordinanza | T-Mag | il magazine di Tecnè

Coronavirus e movida, cosa prevede la nuova ordinanza

La Silb Fipe: «Come al solito la discoteca è un grandioso capro espiatorio»

di Redazione

Sospensione delle attività del ballo, all’aperto e al chiuso, che abbiano luogo in discoteche e in ogni altro spazio aperto al pubblico e obbligo di mascherina anche all’aperto dalle 18 alle 6 nei luoghi dove c’è rischio di assembramento. È quanto prevede la nuova ordinanza firmata dal ministro della Salute, Roberto Speranza, alla luce dei nuovi contagi di coronavirus. «I numeri del contagio in Italia, anche se tra i più bassi in Europa, sono in crescita – ha spiegato il titolare del dicastero -. Non possiamo vanificare i sacrifici fatti nei mesi passati. La nostra priorità deve essere riaprire le scuole a settembre in piena sicurezza».

Il ministro dello Sviluppo Economico, Stefano Patuanelli, intervenendo sulla questione ha detto che «il danno atteso dalla chiusura delle discoteche è grosso» ma che non ci sono alternative, aggiungendo poi che il governo farà « il possibile per dare un sostegno economico alle attività che avranno delle perdite, trovando delle poste di ristoro specifiche anche nel dl Agosto».


Come sempre la discoteca è un grandioso capro espiatorio, ha invece commentato Maurizio Pasca, presidente di Silb Fipe, l’Associazione Italiana Imprese di Intrattenimento da ballo e di spettacolo. «Capro espiatorio di piaghe sociali come l’alcol, la droga, la violenza, che secondo le statistiche trovano sfogo al di fuori di essa e non dentro – ha aggiunto- . E ora, capro espiatorio di un virus che ci risulta di carica virale bassissima. Secondo il titolare del reparto di microbiologia di Treviso, addirittura difficile da trovare. Abbiamo sanificato, tracciato, imposto regole come tutti. E ora pare che l’avanzamento del virus sia imputabile a noi, ai giovani e alle vacanze».

«Ma una cosa faremo – ha poi sottolineato Pasca -. Osserveremo nei prossimi mesi se a discoteche chiuse il ‘contagio’ si fermerà! Lo osserveremo attentamente e agiremo di conseguenza. Per ora, chiediamo al Governo aiuti fattivi per le nostre aziende, che sono chiuse da fine febbraio e hanno dipendenti, affitti, tasse da pagare come tutte le altre realtà imprenditoriali».

GLI ULTIMI DATI DELLA PROTEZIONE CIVILE

Stando agli ultimi dati diffusi dalla Protezione Civile, a domenica sera erano 14.733 le persone positive al Covid-19, 327 in più rispetto a sabato. In aumento di 146 unità i dimessi/guariti, che si portano quindi a 103.786, ma crescono anche i decessi, a 35.396 (quattro in più rispetto al giorno prima). I casi totali risultano quindi in crescita di 479 unità, a quasi 254mila.

 

Scrivi una replica

News

Stati Uniti, la Corte Suprema ha abolito la sentenza che garantiva il diritto all’aborto

La Corte Suprema degli Stati Uniti ha abolito la sentenza Roe v. Wade con cui nel 1973 la stessa Corte aveva reso legale l’aborto negli…

24 Giu 2022 / Nessun commento / Leggi tutto »

Draghi: «Grazie alle misure che si stanno pensando, non vi sarà un’emergenza energetica in inverno»

«Le misure che si stanno pensando assicurano che non vi sia emergenza» energetica «durante l’inverno». Così il presidente del Consiglio, Mario Draghi, intervenendo in conferenza…

24 Giu 2022 / Nessun commento / Leggi tutto »

Draghi: «Siamo impegnati a proteggere e sostenere il potere d’acquisto degli italiani»

«Nell’area dell’euro, soprattutto a causa dei prezzi dell’energia e dell’inflazione, le previsioni sono di un rallentamento un po’ in tutti i Paesi. Noi siamo impegnati…

24 Giu 2022 / Nessun commento / Leggi tutto »

Quarantacinque località balneari italiane premiate con le 5 Vele da Legambiente e il Touring Club Italiano

Quest’anno Legambiente e il Touring Club Italiano hanno assegnato 45 Vele ad altrettante località balneari italiane. La Sardegna, con sei comprensori a Cinque Vele, la…

24 Giu 2022 / Nessun commento / Leggi tutto »
Testata registrata presso il tribunale di Roma, autorizzazione n. 34/2012 del 13 febbraio 2012
Edito da Tecnè S.r.l - Partita Iva: 07029641003
Accedi | Disegnato da Tecnè Italia