Guida alle elezioni regionali 2020 | T-Mag | il magazine di Tecnè

Guida alle elezioni regionali 2020

Si vota domenica 20 e lunedì 21 settembre, con particolare attenzione alle regole anti-Covid. Le regioni interessate: Veneto, Liguria, Toscana, Marche, Campania, Puglia e Valle d’Aosta

di Redazione

Domenica 20 e lunedì 21 settembre 2020, 51 milioni di italiani saranno chiamati alle urne per votare tra referendum sul taglio dei parlamentari, elezioni regionali ed elezioni amministrative. T-Mag propone per l’occasione questa breve guida a puntate sulle modalità di voto, considerate le regole anti-Covid che andranno applicate nei seggi interessati, a cominciare dai due giorni dedicati alle operazioni di voto per evitare file e assembramenti, così da mantenere l’opportuno distanziamento sociale. Nella prima puntata di occuperemo delle elezioni regionali 2020.

Le regioni chiamate ad eleggere i nuovi presidenti sono Veneto, Liguria, Toscana, Marche, Campania e Puglia, più la Valle d’Aosta.

Veneto e Liguria

In Veneto, i candidati sono il presidente uscente Luca Zaia (centrodestra), Arturo Lorenzoni (centrosinistra), Enrico Cappelletti (M5s), Daniela Sbrollini (Italia Viva). In Liguria, invece, il presidente uscente, Giovanni Toti (centrodestra), Ferruccio Sansa (centrosinistra e M5s) e Aristide Massardo (Italia Viva).

Toscana e Marche

Alle regionali in Toscana, si sfidano il candidato del centrosinistra, Eugenio Giani, quella del centrodestra, Susanna Ceccardi e quella del M5s, Irene Galletti. Nelle Marche i candidati sono Maurizio Mangialardi (centrosinistra), Francesco Acquaroli (centrodestra), Gian Mario Mercorelli (M5s). 

Campania e Puglia

Anche in Campania e Puglia i presidenti uscenti Vincenzo De Luca e Michele Emiliano (entrambi centrosinistra) proveranno a ottenere la conferma. A sfidarli, rispettivamente, saranno Stefano Caldoro (centrodestra) e Valeria Ciarrambino (M5s) – Campania –, Raffaele Fitto (centrodestra), Antonella Laricchia (M5s), Ivan Scalfarotto (Italia Viva) – Puglia. 

Come si vota

I seggi saranno aperti dalle ore 7 alle ore 23 di domenica 20 settembre e dalle ore  7 alle ore 15 di lunedì 21. Tutti gli elettori dovranno recarsi al voto muniti di mascherina e indossarla nel rispetto delle normative vigenti. L’obbligo è previsto inoltre per i presidenti e gli scrutatori di seggio che dovranno sostituire il dispositivo ogni quattro/sei ore e tutte le volte che risulti inumidito, sporco o renda difficoltosa la respirazione. I documenti di identità da presentare al momento del voto sono carta d’identità o altro documento d’identificazione munito di fotografia, rilasciato da una pubblica amministrazione, anche se scaduto, purché sia sotto ogni altro aspetto regolare ad assicuri l’identificazione dell’elettore; tessera di riconoscimento rilasciata dall’Unione nazionale ufficiali in congedo d’Italia, purché munita di fotografia e convalidata da un Comando militare; tessera di riconoscimento rilasciata da un ordine professionale, purché munita di fotografia. In caso di necessità, la tessera elettorale si rinnova nell’ufficio elettorale del comune di residenza; è opportuno che gli elettori che hanno necessità di rinnovare la tessera elettorale si rechino per tempo presso tale ufficio al fine di evitare una concentrazione delle domande nei giorni immediatamente antecedenti ed in quelli della votazione; l’ufficio elettorale resterà comunque aperto dalle 9 alle 18 nei due giorni antecedenti la data della consultazione e, nei giorni della votazione, per tutta la durata delle operazioni di voto, e quindi dalle 7 alle 23 di domenica 20 settembre e dalle 7 alle 15 di lunedì 21 settembre. 

Gli elettori positivi al Covid-19 che sono sottoposti a trattamento domiciliare o in condizioni di quarantena o di isolamento fiduciario possono votare per le elezioni regionali, se sono elettori della Regione in cui sono domiciliati, facendo pervenire al sindaco del comune nelle cui liste sono iscritti, in un periodo compreso tra il 10° e il 5° giorno antecedente quello della votazione: una dichiarazione attestante la volontà di esprimere il voto presso il proprio domicilio e recante l’indirizzo completo di questo; un certificato, rilasciato dal funzionario medico designato dalla ASL, in data non anteriore al 14° giorno antecedente la data della votazione, che attesti l’esistenza delle condizioni predette. 

La Toscana, a differenza delle altre, è l’unica Regione che prevede un eventuale ballottaggio (senza possibilità di apparentamenti) nel caso in cui nessuno dei candidati dovesse riuscire a ottenere al primo turno almeno il 40% dei voti.

Valle D’Aosta

Sono chiamati al voto i cittadini valdostani dopo due anni dalla precedente tornata elettorale, a seguito delle dimissioni dell’ex presidente, Antonio Fosson. Qui i cittadini eleggono i 35 consiglieri con un sistema proporzionale a turno unico e viene assegnato un premio di maggioranza alla lista o al gruppo di liste che avrà ottenuto almeno il 42% dei voti. Il presidente non è a elezione diretta: sarà poi il Consiglio a eleggerlo con la maggioranza assoluta dei voti.

(continua)

 

2 Commenti per “Guida alle elezioni regionali 2020”

Leave a Reply to Guida al referendum | T-Mag | il magazine di Tecnè

News

Coronavirus, a livello mondiale i contagi hanno superato i 41,8 milioni

A livello mondiale, le persone contagiate dal coronavirus sono state 41.809.596. A riferirlo la Johns Hopkins University che monitora l’andamento mondiale della pandemia che, al…

23 Ott 2020 / Nessun commento / Leggi tutto »

Coronavirus, oltre cento accademici hanno chiesto misure restrittive più drastiche al governo

Oltre cento scienziati e docenti universitari hanno scritto un appello al presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, e a quello del Consiglio, Giuseppe Conte. Nella lettera,…

23 Ott 2020 / Nessun commento / Leggi tutto »

«Negli Stati Uniti, con il coronavirus persi 2,5 milioni di anni di potenziale vita umana»

Circa 2,5 milioni di anni di potenziale vita umana. A tanto ammonta il “costo” del coronavirus negli Stati Uniti. La stima è contenuta in uno…

23 Ott 2020 / Nessun commento / Leggi tutto »

Regno Unito e Giappone firmano accordo commerciale

È stato siglato oggi il primo accordo commerciale post-Brexit per il Regno Unito. Si tratta dell’intesa con il Giappone (firma avvenuta a Tokyo, presente per…

23 Ott 2020 / Nessun commento / Leggi tutto »
Testata registrata presso il tribunale di Roma, autorizzazione n. 34/2012 del 13 febbraio 2012
Edito da Tecnè S.r.l - Partita Iva: 07029641003
Accedi | Disegnato da Tecnè Italia