Referendum, l’analisi del voto di Tecnè | T-Mag | il magazine di Tecnè

Referendum, l’analisi del voto di Tecnè

La maggior parte dei sì arrivano dal M5s e dai partiti di centrodestra. E come sarebbe finita se si fosse votato per le politiche? Il sondaggio Tecnè

di Redazione

Come sarebbe andata la tornata elettorale se si fosse votato per le politiche? È quello che ha chiesto Tecnè agli italiani nel sondaggio per Quarta Repubblica. Stando alle risposte, la Lega si sarebbe attestata al 26,2%, confermandosi primo partito. Il Pd avrebbe raccolto il 20,1% dei consensi, mentre Fratelli d’Italia il 16,1% e il M5s il 15,7%. Forza Italia avrebbe ottenuto il 7,5%, mentre Italia Viva il 3,5%. A seguire, La Sinistra al 2,5%, Azione all’1,8%, stesso risultato per +Europa, i Verdi all’1,6% (altri al 3,2%). L’area dell’astensione/incerti si sarebbe invece collocata al 41,3%. 

Analisi del voto

Per quanto riguarda l’analisi del voto relativa al referendum, il sì al taglio dei parlamentari è stato votato in larga parte da quanti si dichiarano elettori del M5s (92%), mentre tra gli elettori del Pd (55%), La Sinistra (58% ) e soprattutto Italia Viva (77%) ha prevalso il no. Hanno votato sì alla riforma costituzionale anche il 78% degli elettori della Lega, il 75% di quelli di Fratelli d’Italia e il 76% degli elettori di Forza Italia.

Per quanto riguarda le fasce di età, il sì ha prevalso in tutte, anche se con minore intensità tra i 18-34enni (64%) e over 64 (66%).

L’andamento viene rispettato anche per quanto riguarda la condizione occupazionale e il titolo di studio degli intervistati. Il sì ha convinto, tra il 65% e il 69%, autonomi, dipendenti, precari, disoccupati, neet (coloro che non studiano né lavorano) e pensionati. Il no ha avuto una maggiore presa tra i laureati (39%), il sì tra quanti hanno dichiarato un titolo inferiore al diploma (72%).

NOTA METODOLOGICA
Campione di 5.009 casi, rappresentativo della popolazione maggiorenne italiana, articolato per sesso, età, area geografica
Estensione territoriale: intero territorio nazionale
Interviste effettuate il 19-20-21 settembre 2020 con metodo Cati, Cawi, Capi
Totale contatti: 20.057 (100%) – rispondenti: 5.009 (25%) – rifiuti/sostituzioni: 15.048 (75%)
Margine di errore +/-1,4%
Soggetto che ha realizzato il sondaggio: Tecnè srl
Committente: RTI
Il documento completo sul sito: sondaggipoliticoelettorali.it

 

1 Commento per “Referendum, l’analisi del voto di Tecnè”

  1. […] la puntata del 21 settembre 2020 di Quarta Repubblica (Rete 4) sono stati pubblicati un’analisi sul voto referendario e le […]

Scrivi una replica

News

Stati Uniti, la Corte Suprema ha abolito la sentenza che garantiva il diritto all’aborto

La Corte Suprema degli Stati Uniti ha abolito la sentenza Roe v. Wade con cui nel 1973 la stessa Corte aveva reso legale l’aborto negli…

24 Giu 2022 / Nessun commento / Leggi tutto »

Draghi: «Grazie alle misure che si stanno pensando, non vi sarà un’emergenza energetica in inverno»

«Le misure che si stanno pensando assicurano che non vi sia emergenza» energetica «durante l’inverno». Così il presidente del Consiglio, Mario Draghi, intervenendo in conferenza…

24 Giu 2022 / Nessun commento / Leggi tutto »

Draghi: «Siamo impegnati a proteggere e sostenere il potere d’acquisto degli italiani»

«Nell’area dell’euro, soprattutto a causa dei prezzi dell’energia e dell’inflazione, le previsioni sono di un rallentamento un po’ in tutti i Paesi. Noi siamo impegnati…

24 Giu 2022 / Nessun commento / Leggi tutto »

Quarantacinque località balneari italiane premiate con le 5 Vele da Legambiente e il Touring Club Italiano

Quest’anno Legambiente e il Touring Club Italiano hanno assegnato 45 Vele ad altrettante località balneari italiane. La Sardegna, con sei comprensori a Cinque Vele, la…

24 Giu 2022 / Nessun commento / Leggi tutto »
Testata registrata presso il tribunale di Roma, autorizzazione n. 34/2012 del 13 febbraio 2012
Edito da Tecnè S.r.l - Partita Iva: 07029641003
Accedi | Disegnato da Tecnè Italia