A Natale meno libri per regalo, ma si legge di più | T-Mag | il magazine di Tecnè

A Natale meno libri per regalo, ma si legge di più

Sono entrambi effetti della crisi economica e della fase di incertezza dovute alla pandemia. Se da un lato la spesa per i regali – libri compresi – diminuirà, dall’altro aumenta il numero di lettori

di Redazione

Da un’analisi di Confesercenti, i termini assoluti si stima una riduzione complessiva della spesa di Natale per 4,7 miliardi di euro rispetto al 2019, che corrisponde a -20,6 punti percentuali. Ad una condotta più attenta, risentono ovviamente anche i regali, per i quali quest’anno, sempre secondo l’analisi, si spederanno 1,3 miliardi in meno. In particolare, emerge che il 64% degli italiani prevede di spendere meno dello scorso anno sia per i regali che per gli acquisti generali di Natale: la quota di quanti compreranno un prodotto enogastronomico per regalo passa dal 70% al 40%. Diminuisce anche la quota, dal 60 al 38%, di coloro che compreranno capi di abbigliamento, giocattoli (dal 44% al 27%) e prodotti tecnologici.

Un’altra classica tipologia di regalo che perde notevoli punti percentuali di spesa rispetto al 2019 sono i libri: gli italiani che ne regaleranno uno passano dal 54 al 35%, anche se sembra ancora essere un regalo molto apprezzato. Infatti, secondo l’indagine a cura del Centro per il libro e la lettura (Cepell) e dell’Associazione Italiana Editori, se è vero che nella ricerca di luglio è emerso che durante il primo lockdown gli italiani hanno espresso difficoltà a concentrarsi sulla lettura, ma anche il desiderio di voler leggere di più nel resto dell’anno, nell’edizione pubblicata a dicembre i dati mostrano che le intenzioni sono state mantenute.

Nell’anno del coronavirus sono quindi aumentati i lettori: la percentuale di italiani tra i 15 e i 74 anni che dichiara di aver letto un libro, compresi eBook e audiolibri, negli ultimi dodici mesi si attesta al 61%, in aumento rispetto al 58% del 2019 e il 55% del 2018. Mentre per quanto riguarda gli acquisti il 67% dei lettori dichiara di frequentare librerie, rispetto al 20% di maggio, mentre aumenta significativamente la quota di coloro che leggono online: sono stati 3,4 milioni di italiani che dal primo lockdown hanno comprato per la prima volta in vita loro un libro online e 2,3 milioni un ebook.

 

Scrivi una replica

News

Coronavirus, la Francia anticipa il coprifuoco alle 18

Il virus continua a costringere i governi ad adottare misure più stringenti per contenere la pandemia: dopo la Cina, che ha imposto il lockdown in…

15 Gen 2021 / Nessun commento / Leggi tutto »

Paesi Bassi: si è dimesso il governo guidato da Rutte

Il governo olandese si è dimesso. Lo ha annunciato il premier Mark Rutte, in carica dal 2010. Fatale uno scandalo che ha coinvolto circa 20mila…

15 Gen 2021 / Nessun commento / Leggi tutto »

Coronavirus, misure più dure per entrare in Belgio dai Paesi extra Ue

Il Belgio, a causa del protrarsi della pandemia, ha inasprito le regole per l’ingresso dai Paesi extra Ue, incluso il Regno Uniti.  In concreto, ai…

15 Gen 2021 / Nessun commento / Leggi tutto »

Coronavirus, Berlino: «Prendere molto sul serio la mutazione del virus»

«Il governo osserva con grande attenzione gli effetti della mutazione del Covid, che si è diffusa in Gran Bretagna e Irlanda, e anche i Laender…

15 Gen 2021 / Nessun commento / Leggi tutto »
Testata registrata presso il tribunale di Roma, autorizzazione n. 34/2012 del 13 febbraio 2012
Edito da Tecnè S.r.l - Partita Iva: 07029641003
Accedi | Disegnato da Tecnè Italia