Turismo: l’incertezza frena la ripresa (e le vacanze) | T-Mag | il magazine di Tecnè

Turismo: l’incertezza frena la ripresa (e le vacanze)

Per l’Osservatorio Confturismo sono oltre 15 milioni gli italiani pronti a partire, ma in dieci milioni sono ancora indecisi. Coldiretti: in arrivo circa 15 milioni di turisti stranieri

di Redazione

Il turismo potrebbe ancora risentire delle incertezze legate all’andamento della pandemia. Secondo l’ultimo Osservatorio Confturismo, infatti, sono oltre 15 milioni gli italiani già pronti a partire, ma in dieci milioni restano indecisi. Aumenta, inoltre, la propensione a ridurre la lunghezza della vacanza principale rispetto a quanto si rilevava solo un mese fa: la percentuale di coloro che staranno via per non più di una settimana passa infatti dal 51% al 60% degli intervistati e si riducono da 17% al 12% quelli che faranno vacanze di 11-14 giorni. In generale, tre intervistati su dieci faranno quest’estate meno giorni di vacanza che nel 2019 e cinque su dieci si attesteranno sullo stesso numero di giorni. A proposito dell’effetto freno di cui parlavamo, cresce al 38% dal 29% registrato a maggio la quota di coloro che preferiscono non fare vacanze per il rischio pandemico.

Photo by Sai Kiran Anagani on Unsplash

Maggio era sembrato un mese all’insegna dell’ottimismo, ma giugno ha raffreddato il sentimento in questo senso. E a calare è anche il dato della spesa: il dato di maggio – ricorda l’Osservatorio Confturismo – indicava che per la principale vacanza estiva gli italiani avrebbero speso in media 1.200 euro a persona, incluse spese di trasporto, alloggio, pasti e varie, invece a giugno la quota scende a 1.015 euro. 

Sale ulteriormente, seppure solo di due punti percentuali dal 62% al 64%, la quota di coloro che scelgono il mare e le coste italiane come meta per l’estate 2021, mentre restano sostanzialmente stabili le altre tipologie di destinazione, con quote ampiamente sotto il 10% per città d’arte e per i borghi. Stabile anche la ripartizione dei viaggi tra mete nazionali ed estere, con un 87% di preferenze per le prime, mentre per le seconde il 13% continua a distribuirsi quasi esclusivamente su Spagna, Grecia e Francia nell’ordine, mentre il traffico intercontinentale rinvia al 2022 la possibile ripresa.

In ogni caso, secondo le proiezioni di Coldiretti su dati Bankitalia e Isnart in occasione del primo weekend di grande esodo estivo del 2021, con un balzo del 32% rispetto allo scorso anno, sono in arrivo in Italia 14,9 milioni di turisti stranieri tra luglio e agosto, anche grazie al via libera del green pass in Europa.

 

Scrivi una replica

News

Petrolio, l’Opec+ taglierà la produzione di due milioni di barili al giorno

L’OPEC+ – l’Organizzazione dei Paesi esportatori di petrolio (più la Russia) – taglierà la produzione di due milioni di barili al giorno a partire da…

5 Ott 2022 / Nessun commento / Leggi tutto »

Premio Nobel per la Chimica a Bertozzi, Meldal e Sharpless

Carolyn R. Bertozzi, Morten Meldal e K. Barry Sharpless hanno vinto il premio Nobel per la Chimica 2022 «per lo sviluppo della “chimica a scatto”…

5 Ott 2022 / Nessun commento / Leggi tutto »

L’Ue da il via libera a nuove sanzioni: c’è anche il price cap al petrolio

Accordo tra i 27 sul nuovo pacchetto di sanzioni contro la Russia, incluso il price cap al petrolio.…

5 Ott 2022 / Nessun commento / Leggi tutto »

Istat: «Stime Pil II trimestre da +4,7% a +5%»

Nel secondo trimestre del 2022 il prodotto interno lordo (Pil), espresso in valori concatenati con anno di riferimento 2015, corretto per gli effetti di calendario…

5 Ott 2022 / Nessun commento / Leggi tutto »
Testata registrata presso il tribunale di Roma, autorizzazione n. 34/2012 del 13 febbraio 2012
Edito da Tecnè S.r.l - Partita Iva: 07029641003
Accedi | Disegnato da Tecnè Italia