La lenta risalita del settore del trasporto aereo | T-Mag | il magazine di Tecnè

La lenta risalita del settore del trasporto aereo

Nel 2020 si è registrato un crollo dei passeggeri del 72,5% e oltre un miliardo di euro di perdita per i gestori. Livelli del traffico aereo pre-Covid attesi non prima del 2024-2025

di Redazione

Una perdita economica complessiva di oltre un miliardo di euro, nel solo periodo marzo-settembre 2020: a tanto ammonta il crollo del traffico aereo lo scorso anno, in conseguenza alla crisi dovuta alla pandemia di coronavirus, che ha condizionato la situazione economico-finanziaria dei gestori aeroportuali e di tutta la filiera del settore. Il dato emerge da un focus all’interno del Rapporto e Bilancio Sociale ENAC 2020, presentato oggi, martedì 20 luglio.

«Nel corso del 2020 – si legge nel Rapporto – i dati acquisiti dalle società di gestione hanno mostrato una progressiva e drastica riduzione dell’attività volativa e una correlata riduzione del fatturato, con ingenti oneri per le società in termini anche di assorbimento della liquidità aziendale. I dati trasmessi dalle società di gestione hanno consentito di stimare una perdita economica complessiva subita dal sistema di oltre 1 miliardo di euro, nel solo periodo marzo-settembre 2020. Tale importo di stima è stato trasmesso al MIT nell’ambito di specifici interventi a sostegno del settore. In tale contesto l’ENAC ha fornito un supporto significativo agli operatori del trasporto aereo, adottando misure urgenti».

Come è noto, lo scorso anno il traffico aereo è stato condizionato dalla crisi innescata dall’emergenza epidemiologica da COVID-19 che ne ha causato una forte contrazione, in linea con quanto registrato nel resto del mondo. Sono stati 52.759.724 i passeggeri transitati negli aeroporti italiani nel 2020, tra traffico nazionale e internazionale, con un decremento rispetto al 2019 del -72,5%. Il traffico nazionale, con i suoi 25 milioni di passeggeri ha registrato una diminuzione più moderata, -61,1%, rispetto al traffico internazionale, -78,3%, con un totale di circa 27.700.000 passeggeri.

Tra gli scali con il maggior numero di passeggeri, Roma Fiumicino si conferma al primo posto con 9,7 milioni di passeggeri (-77,5% dal 2019), seguita da Milano Malpensa (7,2 milioni, -74,9%) e Bergamo (3,83 milioni, -72,2%). 

Nel complesso, emerge invece dal recente rapporto trimestrale European Tourism Trends & Prospects dell’European Travel Commission (ETC), ci si attende un incremento sostanziale della domanda di viaggi nella seconda metà del 2021, sebbene gli arrivi internazionali rimarranno ancora del 49% al di sotto dei livelli pre-pandemia. La stagione estiva viene per queste ragioni considerata essenziale per il settore in quanto la domanda di viaggi in Europa è rimasta debole all’inizio del 2021. Ad ogni modo, viene osservato nel Rapporto Enac, secondo i più recenti studi di settore i livelli di traffico registrati nel 2019 potranno essere nuovamente raggiunti non prima del 2024-2025.

 

Scrivi una replica

News

«Durante la pandemia il 13% degli over 45 ha provato depressione per la prima volta»

Il biennio pandemico ha messo a dura prova la salute mentale di molte persone. Lo conferma uno studio coordinato dall’Università di Toronto, in Canada, pubblicato…

25 Nov 2022 / Nessun commento / Leggi tutto »

Inquinamento: nel 2020, nell’Ue, 238 mila morti premature a causa dell’inquinamento da polvere sottili

Nel 2020, nell’Unione europea, sono state registrate 238 mila morti premature a causa dell’inquinamento da polvere sottili. Lo denuncia l’Aee, l’Agenzia europea dell’ambiente, sottolineando che…

25 Nov 2022 / Nessun commento / Leggi tutto »

Stoltenberg: «Putin sta fallendo, per questo compie attacchi brutali»

«Vladimir Putin sta fallendo in Ucraina e dunque procede con maggiore brutalità, attaccando gli obiettivi civili, privando le persone di luce, acqua e cibo: per…

25 Nov 2022 / Nessun commento / Leggi tutto »

Cremlino: «Kiev non riconquisterà la Crimea»

«L’Ucraina non riconquisterà la Crimea». Lo ha affermato il portavoce del Cremlino Dmitry Peskov, citato dalla Tass, rispondendo a quanto affermato dal presidente ucraino Volodymyr…

25 Nov 2022 / Nessun commento / Leggi tutto »
Testata registrata presso il tribunale di Roma, autorizzazione n. 34/2012 del 13 febbraio 2012
Edito da Tecnè S.r.l - Partita Iva: 07029641003
Accedi | Disegnato da Tecnè Italia