La guerra in Ucraina e l’Italia | T-Mag | il magazine di Tecnè

La guerra in Ucraina e l’Italia

Sondaggio Tecnè: secondo il 66% è opportuno continuare con le sanzioni economiche alla Russia. Il 40% a favore dell’invio di armi per sostenere la resistenza ucraina

di Redazione

La guerra tra Russia e Ucraina desta preoccupazione in Europa e in Italia per le conseguenze dirette sul territorio del conflitto in termini di vittime e distruzione, per il rischio escalation e il coinvolgimento delle forze Nato e, non da ultimo, il possibile impatto sull’economia, circostanza che peraltro si sta già osservando da alcuni giorni con i rincari e i costi dell’energia lievitati ulteriormente. Ma qual è il punto di vista degli italiani? L’istituto di ricerca Tecnè lo ha sondato nel consueto Monitor Italia realizzato per l’Agenzia Dire.

La maggioranza degli intervistati, il 66%, alla domanda «cosa dovrebbe fare l’Italia nel contesto attuale?» risponde di continuare con le sanzioni economiche. A seguire, nel 40% dei casi, di mandare armi per sostenere l’esercito e la resistenza ucraina. Solo il 6%, però, ritiene doveroso sostenere l’intervento militare della Nato e ancora meno, il 3%, inviare l’esercito italiano per aiutare quello ucraino. Infine nessun intervento in particolare, secondo il 19%, mentre non sa il 21%.

NOTA METODOLOGICA
Campione rappresentativo della popolazione maggiorenne residente in Italia, articolato per sesso, età, area geografica 
Estensione territoriale: intero territorio nazionale 
Interviste effettuate il 18 marzo 2022 con metodo cati – cawi 
Margine di errore: 3,1% sull’intero campione 
Totale contatti: 7.018 (100%) – rispondenti: 1.000 (14,2%) – rifiuti/sostituzioni: 6.018 (85,8%)
Soggetto che ha realizzato il sondaggio: Tecnè srl
Committente: Agenzia Dire 
Il documento completo sul sito: sondaggipoliticoelettorali.it

 

Scrivi una replica

News

Coronavirus, Oms: «In una settimana nel mondo 9mila decessi: calo del 21%»

«Dal 9 maggio al 15 maggio, dopo il continuo calo registrato da fine marzo, i nuovi casi settimanali di Covid-19 nel mondo si sono stabilizzati…

19 Mag 2022 / Nessun commento / Leggi tutto »

Kiev: «Cessate il fuoco impossibile senza il ritiro delle truppe russe»

«Non offriteci un cessate il fuoco, questo è impossibile senza il ritiro totale delle truppe russe. La società ucraina non è interessata a una nuova “Minsk”…

19 Mag 2022 / Nessun commento / Leggi tutto »

Draghi: «Solo l’Ucraina deciderà che pace accettare»

«L’Italia si muoverà a livello bilaterale e insieme ai partner europei e agli alleati per cercare ogni possibile opportunità di mediazione ma dovrà essere l’Ucraina, e nessun altro,…

19 Mag 2022 / Nessun commento / Leggi tutto »

Scholz: «Benvenute Svezia e Finlandia, con voi Nato più sicura»

«Lo dico senza esitazione: cari amici di Svezia e Finlandia, siete i benvenuti! Con voi la Nato e L’Europa saranno più forti e sicure». Lo ha…

19 Mag 2022 / Nessun commento / Leggi tutto »
Testata registrata presso il tribunale di Roma, autorizzazione n. 34/2012 del 13 febbraio 2012
Edito da Tecnè S.r.l - Partita Iva: 07029641003
Accedi | Disegnato da Tecnè Italia