Guida alle amministrative 2022 | T-Mag | il magazine di Tecnè

Guida alle amministrative 2022

Seggi aperti domenica 12 giugno dalle 7 alle 23. Complessivamente saranno 974 i centri al voto, 26 comuni capoluogo di Provincia e tra questi quattro capoluoghi di Regione: Catanzaro, Genova, L’Aquila e Palermo

di Redazione

Le elezioni di domenica 12 giugno per i referendum sulla giustizia e le amministrative 2022 interesseranno nove milioni di cittadini. Complessivamente saranno 974 i centri che voteranno per le amministrative. Nello specifico i seggi saranno aperti in 26 comuni capoluogo di Provincia: Alessandria, Asti, Barletta, Belluno, Catanzaro, Como, Cuneo, Frosinone, Genova, Gorizia, L’Aquila, La Spezia, Lodi, Lucca, Messina, Monza, Oristano, Padova, Palermo, Parma, Piacenza, Pistoia, Rieti, Taranto, Verona e Viterbo. Di questi, quattro sono anche capoluogo di Regione: Catanzaro, Genova, L’Aquila e Palermo. Infine, sono 142 i Comuni “superiori”, vale a dire centri con più di 15 mila abitant dove è eletto sindaco il candidato che ottiene il 50% più uno dei voti validi: gli eventuali ballottaggi si terranno il 26 giugno. 

I capoluoghi di Regione

A L’Aquila saranno quattro i candidati sindaci e 16 le liste per circa 500 candidati che correranno alle elezioni amministrative del 12 giugno: il sindaco uscente e candidato della coalizione di centrodestra, Pierluigi Biondi, il candidato del centrosinistra, Stefania Pezzopane, deputata del Pd, il candidato civico dell’area di centrosinistra, Americo Di Benedetto, già consigliere regionale abruzzese della civica Legnini Presidente, e Simona Volpe, a capo della lista civica Liber Aquila.

A Genova, il sindaco uscente Marco Bucci proverà a ottenere un secondo mandato, sostenuto dal centrodestra. Ariel Dello Strologo, sostenuto dalla coalizione di centrosinistra che riunisce anche il Partito democratico e il Movimento 5 Stelle. Tra gli altri candidati anche Cinzia Ronzitti, candidata sindaco per il Partito Comunista dei Lavoratori Italiani, Carlo Carpi, a capo della lista Insieme per Genova, l’ex senatore M5S Mattia Crucioli, ora tra i leader di L’Alternativa c’è, Antonella Marras per La sinistra insieme, e Martino Manzano Olivieri del Movimento 3V.

Franco Miceli è il candidato del centrosinistra e del Movimento 5 Stelle a Palermo e può contare sull’appoggio di quattro liste: oltre a Pd e M5s, anche Sinistra civica ecologista e la lista civica Progetto Palermo. Roberto Lagalla è invece il candidato del centrodestra, sostenuto da Prima l’Italia, Dc Nuova, Forza Italia, Fratelli d’Italia, Alleanza per Palermo, Noi con l’Italia, Udc e le due liste civiche Moderati per Lagalla sindaco e Lavoriamo per Palermo.

Il terzo candidato è Fabrizio Ferrandelli, sostenuto da Più Europa e Azione con Calenda, E tu splendi Palermo e Rompi il sistema. La candidata della sinistra è Rita Barbera, sostenuta da Potere al Popolo e Rita Barbera sindaca. Francesca Donato, europarlamentare, è candidata con il sostegno della lista Rinascita Palermo, mentre Ciro Lomonte corre con la lista Siciliani Liberi.

A Catanzaro la coalizione di centrodestra si presenta divisa. Forza Italia e Lega sostengono il docente universitario, ex Pd, Valerio Donato, che ha l’appoggio anche di Italia Viva e Udc. Fratelli d’Italia, invece, Wanda Ferro, ex presidente della provincia di Catanzaro dal 2008 al 2014 e dal 2018 deputata di FdI. Pd e Movimento 5 Stelle che appoggiano la candidatura di Nicola Fiorita, docente all’Università della Calabria. Antonello Talerico, ex candidato al Consiglio regionale con FI, si presenta con il sostegno di cinque liste di ispirazione civica. Altri candidati sono Francesco di Lieto con la lista Insieme osiamo e Nino Campo con la lista Catanzaro Oltre. 

Informazioni utili

Si vota domenica 12 giugno dalle 7 alle 23, ma le operazioni di scrutinio per le amministrative prenderanno il via alle 14 di lunedì 13 giugno. La tessera elettorale – spiega a tale proposito il ministero dell’Interno – si rinnova presso l’ufficio elettorale del comune di residenza; è opportuno che gli elettori che hanno necessità di rinnovare la tessera elettorale si rechino per tempo presso tale ufficio al fine di evitare una concentrazione delle domande nei giorni immediatamente antecedenti ed in quelli della votazione; l’ufficio elettorale resterà comunque aperto dalle ore 9 alle ore 18 nei due giorni antecedenti la data della consultazione e, nel giorno della votazione, per tutta la durata delle operazioni di voto, e quindi dalle ore 7 alle ore 23 di domenica 12 giugno. Per le procedure anti-Covid si possono consultare le faq del Viminale.

 

Scrivi una replica

News

Stati Uniti, la Corte Suprema ha abolito la sentenza che garantiva il diritto all’aborto

La Corte Suprema degli Stati Uniti ha abolito la sentenza Roe v. Wade con cui nel 1973 la stessa Corte aveva reso legale l’aborto negli…

24 Giu 2022 / Nessun commento / Leggi tutto »

Draghi: «Grazie alle misure che si stanno pensando, non vi sarà un’emergenza energetica in inverno»

«Le misure che si stanno pensando assicurano che non vi sia emergenza» energetica «durante l’inverno». Così il presidente del Consiglio, Mario Draghi, intervenendo in conferenza…

24 Giu 2022 / Nessun commento / Leggi tutto »

Draghi: «Siamo impegnati a proteggere e sostenere il potere d’acquisto degli italiani»

«Nell’area dell’euro, soprattutto a causa dei prezzi dell’energia e dell’inflazione, le previsioni sono di un rallentamento un po’ in tutti i Paesi. Noi siamo impegnati…

24 Giu 2022 / Nessun commento / Leggi tutto »

Quarantacinque località balneari italiane premiate con le 5 Vele da Legambiente e il Touring Club Italiano

Quest’anno Legambiente e il Touring Club Italiano hanno assegnato 45 Vele ad altrettante località balneari italiane. La Sardegna, con sei comprensori a Cinque Vele, la…

24 Giu 2022 / Nessun commento / Leggi tutto »
Testata registrata presso il tribunale di Roma, autorizzazione n. 34/2012 del 13 febbraio 2012
Edito da Tecnè S.r.l - Partita Iva: 07029641003
Accedi | Disegnato da Tecnè Italia