Imprese: in diminuzione registrazioni e fallimenti nel secondo trimestre 2022 | T-Mag | il magazine di Tecnè

Imprese: in diminuzione registrazioni e fallimenti nel secondo trimestre 2022

Il numero complessivo di registrazioni è in calo (-7,1%) anche in termini tendenziali, rileva l’Istat

di Redazione

Nel secondo trimestre 2022, rileva l’Istat, il numero totale di registrazioni di nuove imprese si riduce del 2,7%, al netto della stagionalità. Sempre rispetto al trimestre precedente, sono in particolare da segnalare il netto incremento delle registrazioni di nuove imprese dei trasporti (+22,6%) e dei servizi di informazione e comunicazione (+5,7%); la ripresa degli esercizi ricettivi e di ristorazione (+2,7%); il risultato negativo delle costruzioni (-12,4%) e la sostanziale stazionarietà dei restanti settori.

Photo by Scott Graham on Unsplash

Come nel precedente trimestre, prosegue l’Istat, i settori delle costruzioni e quello delle attività finanziarie, immobiliari e professionali risultano gli unici in cui le registrazioni, al netto della stagionalità, hanno superato in maniera rilevante i livelli raggiunti alla fine del 2019, nonostante gli andamenti discontinui riscontrati negli ultimi trimestri su base congiunturale.

Il numero complessivo di registrazioni è in calo (-7,1%) anche in termini tendenziali. Particolarmente accentuata la flessione nel commercio (-21,2%) e nei servizi di informazione e comunicazione (-17,7%). I settori che registrano la maggior crescita sono i trasporti, con un aumento del 31,4%, e gli esercizi ricettivi e di ristorazione, che salgono dell’11,7%. In diminuzione anche il numero complessivo di fallimenti sia rispetto al trimestre precedente (-2%) sia nel confronto con lo stesso trimestre del 2021 (-14,7%).

«Seppur con un ritmo più contenuto rispetto al trimestre precedente – è il commento dell’Istat –, prosegue nel secondo trimestre del 2022 la diminuzione congiunturale del numero totale destagionalizzato di registrazioni di imprese, essenzialmente in ragione della consistente contrazione osservata nel settore delle costruzioni. L’evoluzione è complessivamente sfavorevole anche in termini tendenziali. Una ripresa si osserva solo nei trasporti e magazzinaggio e nei servizi di alloggio e ristorazione. Risulta in calo anche il numero totale di fallimenti, sia su base congiunturale che su base tendenziale».

 

Scrivi una replica

News

«In Italia vanno persi due metri quadri di suolo ogni secondo»

Due metri quadri. A tanto ammonta il suolo perso dall’Italia ogni secondo. Lo denuncia il Wwf – il World Wide Fund for Nature, un’organizzazione internazionale…

5 Dic 2022 / Nessun commento / Leggi tutto »

Russia, esplosioni in due aeroporti militari

Un drone ha colpito oggi la pista della base aerea russa di Engels-1, nella regione di Saratov, danneggiando due bombardieri Tu-95. Un altro drone, invece,…

5 Dic 2022 / Nessun commento / Leggi tutto »

Istat: «1 su 5 subirà il taglio del reddito di cittadinanza»

«La riduzione della durata del Reddito di cittadinanza nel 2023 colpirà circa 846 mila individui, vale a dire poco più di un beneficiario su cinque»:…

5 Dic 2022 / Nessun commento / Leggi tutto »

Ponte 8 dicembre, in viaggio oltre 13 milioni

Saranno oltre 13 milioni le persone in viaggio verso destinazioni turistiche italiane durante il ponte dell’Immacolata.E’ quanto emerge dall’indagine condotta da Cna Turismo e Commercio…

5 Dic 2022 / Nessun commento / Leggi tutto »
Testata registrata presso il tribunale di Roma, autorizzazione n. 34/2012 del 13 febbraio 2012
Edito da Tecnè S.r.l - Partita Iva: 07029641003
Accedi | Disegnato da Tecnè Italia