T-Mag Television – T-Mag | il magazine di Tecnè https://www.t-mag.it Wed, 03 Jul 2013 08:46:38 +0000 it-IT hourly 1 https://wordpress.org/?v=5.3.2 Un contributo per il Paese: l’Ugl presenta “Lavorazione” https://www.t-mag.it/2013/07/03/un-contributo-per-il-paese-lugl-presenta-lavorazione/ https://www.t-mag.it/2013/07/03/un-contributo-per-il-paese-lugl-presenta-lavorazione/#respond Wed, 03 Jul 2013 08:46:38 +0000 http://www.t-mag.it/?p=65118 lavorazione_presentazioneLavorazione è un’associazione promossa da alcune strutture di categoria e territoriali dell’Ugl che si propone di diffondere una nuova cultura del sociale che ponga al centro la persona, vista non più come “mezzo” dei processi economici, ma come un “fine”. L’associazione si propone perciò di contribuire al dibattito sul futuro del nostro Paese e sulle strade per uscire dalla crisi, analizzando i processi economici, politici e sociali per fornire elementi di supporto all’azione sindacale. “Nasce per creare un movimento culturale in grado di fronteggiare la nuova politica industriale e del lavoro – spiega Luigi Ulgiati, segretario nazionale Ugl Chimici –. Lavorazione serve a dare un ulteriore stimolo all’interno del sindacato Ugl. È un movimento per, un movimento a favore, un movimento che vuole dare risposte concrete”.
Uno sguardo all’attuale situazione economica del Paese durante la presentazione della ricerca dell’istituto Tecnè, Italia 2014. Migliora il Pil, ma sarà ancora emergenza lavoro, che si è tenuta giovedì 27 giugno al Boscolo Hotel Exedra di Roma. Per il presidente di Lavorazione e segretario generale Ugl Sanità, Paolo Capone, “deve affermarsi una nuova consapevolezza”. Infatti, secondo Capone, “non ci sarà ripresa per il Paese se non riparte l’occupazione. Per questo occorrono politiche per il lavoro forti e incisive, ben altro cioè dalle misure recentemente varate dal governo”.
Inoltre, in occasione della conferenza stampa, Maria Antonietta Vicaro, segretario provinciale dell’Ugl Metalmeccanici, ha commentato l’accordo raggiunto nei giorni scorsi per la riorganizzazione di Selex ES, definendolo “positivo”.
Con Giovanni Centrella, segretario nazionale dell’Ugl, si è discusso invece del ruolo del sindacato in questa delicata fase della vita socioeconomica del Paese. “Il sindacato sta fungendo da ammortizzatore tra le esigenze del cittadino e ciò che non riesce a fare chi governa. Se si continuano però a prendere provvedimenti che penalizzano i cittadini, credo che neppure questo riuscirà a fare il sindacato. Ugl è una confederazione viva – aggiunge Centrella in conclusione –, che dispone di uomini e risorse in grado di rispondere ai problemi del Paese”.

]]>
https://www.t-mag.it/2013/07/03/un-contributo-per-il-paese-lugl-presenta-lavorazione/feed/ 0
La riqualificazione urbana a suon di beat https://www.t-mag.it/2013/05/23/la-riqualificazione-urbana-a-suon-di-beat/ https://www.t-mag.it/2013/05/23/la-riqualificazione-urbana-a-suon-di-beat/#respond Thu, 23 May 2013 14:19:49 +0000 http://www.t-mag.it/?p=62842 musica_hip_hopIl rap è un genere strano, o almeno questa è la percezione di molti. Diciamo che in Italia c’è sempre stata un po’ di titubanza attorno agli artisti hip hop. Poi vennero i vari Club Dogo, Fabri Fibra, Nesli, personaggi capaci di sdoganare (commercialmente, si intende) rime e beat ripetitivi. Così anche i rapper nostrani hanno iniziato a scalare le classifiche alla stregua dei mostri sacri di New York o di Los Angeles.
Ma l’hip hop è oltre. È soprattutto uno stile di vita, un movimento culturale. È una denuncia sociale, ma anche un volersi mettere in mostra, chi al microfono, chi con il ballo, chi con il turntablism. A Roma non mancano luoghi in cui poter sfoggiare le proprie doti artistiche. Ma nel quartiere periferico di Corviale, dove il Comune ha concesso la gestione di uno spazio di circa 800 mq al cui interno lavorano fotografi, grafici, registi, creativi, musicisti e produttori discografici, c’è molto di più. C’è la Grimlock Records.
“Il progetto – spiega Brasca a T-Mag (al secolo Riccardo, uno che bazzica il rap italiano da molti anni e ideatore dell’ambaradan che vi stiamo per presentare) – si accosta ad alcune idee prese in considerazione dal dipartimento culturale del XV Municipio e successivamente dal Comune di Roma. Nei quartieri popolari, specialmente quelli periferici, è difficile poter creare delle situazioni socio culturali per i giovani e gli abitanti del posto, a meno che non ci si nasca o ci si cresca, non si riesce mai a capire le vere problematiche dei quartieri”.
“A Corviale – racconta Brasca – abbiamo pensato ad allestire un’area dove situare uno studio di registrazione, uno studio fotografico, uno studio cinematografico, un ufficio per grafici e una sala corsi. Il riscontro è positivo. Essendo gestito da giovani al di sotto dei 35 anni, è uno spazio con un alto potenziale lavorativo e sociale”.

Videointervista: Matteo Buttaroni e Mirko Spadoni
Montaggio video: Matteo Buttaroni
Testo: Fabio Germani

]]>
https://www.t-mag.it/2013/05/23/la-riqualificazione-urbana-a-suon-di-beat/feed/ 0
#Quirinale2013. Gli umori della piazza https://www.t-mag.it/2013/04/19/quirinale2013-gli-umori-della-piazza/ https://www.t-mag.it/2013/04/19/quirinale2013-gli-umori-della-piazza/#comments Fri, 19 Apr 2013 14:36:10 +0000 http://www.t-mag.it/?p=60931 Il Pd che si ricompatta sul nome di Romano Prodi. Il centrodestra che non ci sta. Il Movimento 5 Stelle che insiste su Stefano Rodotà. E poi ci sono gli umori della piazza, dei tanti che attendono davanti Montecitorio. Alessandro Di Battista, deputato M5S, parla con molti di loro. Anche con chi ammette di avere votato per altri partiti – Servizio di Fabio Germani (montaggio di Matteo Buttaroni)

segui @fabiogermani

]]>
https://www.t-mag.it/2013/04/19/quirinale2013-gli-umori-della-piazza/feed/ 3
“Norme meno vincolanti e intervenire su flessibilità in entrata” https://www.t-mag.it/2013/03/20/norme-meno-vincolanti-e-intervenire-su-flessibilita-in-entrata/ https://www.t-mag.it/2013/03/20/norme-meno-vincolanti-e-intervenire-su-flessibilita-in-entrata/#respond Wed, 20 Mar 2013 14:20:19 +0000 http://www.t-mag.it/?p=59241 “La vera esigenza è quella di risolvere i problemi delle persone”. A dirlo è il viceministro del Lavoro, Michel Martone, intervistato da T-MagTV a margine dell’XI convegno Marco Biagi. “Non bisogna chiudersi nel dibattito ‘riforma Fornero sì, riforma Fornero no’, così come era sbagliato all’epoca della legge Biagi. È importante invece andare avanti – aggiunge Martone – perché si può fare sempre meglio. Credo che sia molto importante intervenire di nuovo sulla flessibilità in entrata. Quindi si tratta di aspettare gli esiti del monitoraggio e intervenire dove si renderà necessario per dare risposte ai giovani”.
La riforma del mercato del lavoro, sostiene invece il direttore del Centro Studi Marco Biagi, Michele Tiraboschi, “dovrebbe semplicemente dare più spazio alla contrattazione collettiva”. E, inoltre, “ricordare che è importante reprimere frodi e abusi”, ma non per questo “vietare tutto” perché ci sono aziende che non rispettano le regole.

“Il numero complessivo dei contratti di lavoro è diminuito”, osserva Emmanuele Massagli, presidente di Adapt (Associazione per gli Studi Internazionali e Comparati sul Diritto del lavoro e sulle Relazioni Industriali). “A mio parere – aggiunge Massagli – la parte peggiore della riforma è quella sulla cosiddetta flessibilità in entrata, cioè le tipologie contrattuali. Sulla base dell’insegnamento di Marco Biagi e dello Statuto dei Lavori, la soluzione potrebbe essere quella di fare norme meno vincolanti e lasciare più spazio alla contrattazione collettiva”.

Interviste di Fabio Germani. Riprese e montaggio di Matteo Bifarini.

]]>
https://www.t-mag.it/2013/03/20/norme-meno-vincolanti-e-intervenire-su-flessibilita-in-entrata/feed/ 0
Giovani e futuro. Pittella: “Migliorare politiche per crescita e lavoro” https://www.t-mag.it/2013/03/14/giovani-e-futuro-pittella-migliorare-politiche-per-crescita-e-lavoro/ https://www.t-mag.it/2013/03/14/giovani-e-futuro-pittella-migliorare-politiche-per-crescita-e-lavoro/#respond Thu, 14 Mar 2013 11:39:31 +0000 http://www.t-mag.it/?p=58817 Offrire gli strumenti ai giovani. Per fare impresa, per fare cultura, per fare politica. Questo è il pensiero di Gianni Pittella, vicepresidente del Parlamento europeo, intervistato sul tema da T-MagTV. I giovani sono alle prese con una crisi occupazione e un deficit di futuro senza eguali eppure, osserva Pittella, a loro spetta la costruzione di una società migliore: “Se non ai giovani, a chi dobbiamo affidare la costruzione del nostro futuro?”. I programmi europei volti a favorire le politiche giovanili, spiega il vicepresidente del Pe, esistono, ma serve uno scatto in avanti da parte dell’Unione. “Dobbiamo migliorare le politiche europee per la crescita e il lavoro”, afferma Pittella.

]]>
https://www.t-mag.it/2013/03/14/giovani-e-futuro-pittella-migliorare-politiche-per-crescita-e-lavoro/feed/ 0
L’importanza della formazione professionale e i “nuovi reclusi” https://www.t-mag.it/2013/01/28/limportanza-della-formazione-professionale-e-i-nuovi-reclusi/ https://www.t-mag.it/2013/01/28/limportanza-della-formazione-professionale-e-i-nuovi-reclusi/#comments Mon, 28 Jan 2013 09:47:57 +0000 http://www.t-mag.it/?p=55318 È un tema molto importante, quello della formazione professionale. Tuttavia non si tratta di un sistema nazionale e le regole scritte negli ultimi anni aiutano poco: nelle regioni del centro-nord la formazione professionale è piuttosto sviluppata, in quelle del centro-sud è pressoché assente.
Il presidente dell’Engim, Padre Antonio Lucente, spiega ai microfoni di T-MagTV le difficoltà di un settore che mira allo sviluppo di qualifiche, soprattutto tra i più giovani, spendibili poi nel mercato del lavoro.
L’Engim, infatti, è un ente che si occupa di formazione professionale, presente in Italia in quasi tutte le regioni all’interno di un contenitore istituzionale quale è Confap. Il divario nord-sud in questo ambito, è l’osservazione di Padre Lucente, rappresenta un deficit di democrazia che dà vita ai “nuovi reclusi”.
“I nuovi reclusi – è l’amara considerazione del presidente dell’Engim – sono quei giovani che non hanno la possibilità di esprimere nella vita la propria professionalità e la propria identità”.

]]>
https://www.t-mag.it/2013/01/28/limportanza-della-formazione-professionale-e-i-nuovi-reclusi/feed/ 1
“Bisogna invertire la marcia” https://www.t-mag.it/2013/01/25/bisogna-invertire-la-marcia/ https://www.t-mag.it/2013/01/25/bisogna-invertire-la-marcia/#respond Fri, 25 Jan 2013 14:24:28 +0000 http://www.t-mag.it/?p=55264 Invertire la marcia. Bisogna farlo nel settore della sanità, nel settore dell’ambiente e nel settore dei trasporti. E ancora: restituire credibilità alla politica, soprattutto in una Regione afflitta in passato dagli sprechi e dalle ruberie. Sono queste le priorità di Pierluca Dionisi, candidato dell’Udc al Consiglio regionale del Lazio a sostegno di Giulia Bongiorno. “Le istituzioni – ricorda Dionisi ai microfoni di T-MagTV a margine dell’inaugurazione del comitato elettorale – camminano sulle gambe degli uomini, quindi bisogna mandarci delle persone credibili a svolgere i compiti che i cittadini si aspettano nel rispetto del bene comune”.
“Facciamo giustizia”, è lo slogan di Giulia Bongiorno. Perché, aveva poco prima sottolineato la candidata a presidente nel corso del suo intervento al comitato elettorale di Dionisi, la Regione Lazio deve ripartire dalla legalità e dall’equità sociale. Come a dire: “Facciamo giustizia di quello che non va”. A cominciare dal lavoro, come ribadirà più tardi ai nostri microfoni il segretario dell’Udc, Lorenzo Cesa. “La politica deve cambiare passo – è il pensiero di Cesa –. Bisogna rimettere al centro della politica ‘la persona’. E per noi significa risolvere il problema del lavoro, dare risposte ai giovani. Non è tollerabile una Regione con il 34% di giovani disoccupati”. Altro punto fondamentale “è il sostegno alle famiglie perché se crolla il sistema delle famiglie crolla anche il Paese”. “Sono queste le nostre priorità”, conferma dunque il segretario dell’Udc. “Non servono gli slogan, ma l’arma della concretezza”.

]]>
https://www.t-mag.it/2013/01/25/bisogna-invertire-la-marcia/feed/ 0
Pd. Fassina: “Proporremo un programma incentrato sul lavoro” https://www.t-mag.it/2012/12/28/pd-fassina-proporremo-un-programma-incentrato-sul-lavoro/ https://www.t-mag.it/2012/12/28/pd-fassina-proporremo-un-programma-incentrato-sul-lavoro/#comments Fri, 28 Dec 2012 13:34:12 +0000 http://www.t-mag.it/?p=53570 “Di fronte allo scenario del Porcellum abbiamo deciso di approssimare il più possibile la legge elettorale che avremmo voluto e cioè una legge che consenta agli elettori di poter scegliere i candidati”. In questo modo il responsabile Economia e Lavoro del Partito democratico, Stefano Fassina, ai microfoni di T-MagTV, “introduce” le primarie per i parlamentari che si terranno il 29 e 30 dicembre. “A Roma e nel Lazio – spiega Fassina – si vota domenica 30 dalle 8 alle 21. Alcuni di noi hanno deciso di misurarsi e lo faremo cercando di illustrare le nostre proposte”.
Il Pd, osserva in seguito Fassina, ha proposto un’alleanza tra progressisti “credibile e con un programma condiviso che sta nel solco della famiglia progressista europea, una circostanza che soltanto in Italia viene considerata ‘estrema’. In tutta Europa – chiosa l’esponente democratico – è assolutamente mainstream”.
“La prossima – è il ragionamento di Fassina – dovrà essere una legislatura costituente per cui temi importanti come le impalcature istituzionali e le grandi riforme di struttura dovranno essere condivise con forze europeiste, ma con impostazione diversa dalla nostra, perché le grandi riforme devono essere pilastri fondamentali, quasi di natura costituzionale”.
In campagna elettorale, afferma Fassina, “proporremo un programma incentrato sul lavoro e sulla valorizzazione della persona che lavora”.
“Possiamo uscire dal tunnel – osserva – se rimettiamo ‘la persona che lavora’ al centro del dibattito. Questa è l’agenda dei progressisti europei, la nostra agenda. Un’agenda diversa rispetto a quella di altri europeisti come il presidente Monti, perché riteniamo che per ridurre il debito pubblico bisogna far ripartire l’economia reale. Continuare con l’austerità ci porta ad una situazione di avvitamento”.
“L’intervento del ministro Fornero sul lavoro – conclude perciò il responsabile Economia del Pd – ha contrastato in modo poco efficace, e anche con degli errori, la precarietà. In particolare vogliamo disboscare la giungla dei contratti precari, operazioni importanti che nel quadro di una politica macroeconomica che promuove lo sviluppo possano consentire un miglioramento quantitativo e qualitativo del lavoro”.

]]>
https://www.t-mag.it/2012/12/28/pd-fassina-proporremo-un-programma-incentrato-sul-lavoro/feed/ 1
Primarie Pd. Paolo Quinto: “Il mio impegno per il Paese” https://www.t-mag.it/2012/12/24/primarie-pd-paolo-quinto-il-mio-impegno-per-il-paese/ https://www.t-mag.it/2012/12/24/primarie-pd-paolo-quinto-il-mio-impegno-per-il-paese/#respond Mon, 24 Dec 2012 14:38:18 +0000 http://www.t-mag.it/?p=53446 Europa, lavoro, ricerca, scuola, donne. Sono questi i principali punti programmatici di Paolo Quinto, candidato alle primarie del Pd per il Parlamento che si terranno il 29 e 30 dicembre. “Abbiamo sostenuto e ringraziamo il presidente Monti – ricorda Quinto ai microfoni di T-MagTV –, ma l’agenda Monti è l’agenda di un governo tecnico che pure ha lavorato bene in un momento drammatico del nostro Paese. Se il Pd fosse stato un partito cinico avrebbe potuto chiedere le elezioni e vincerle. Invece siamo un partito responsabile e abbiamo accettato i sacrifici richiesti. Ma ora tocca all’agenda Bersani che coniuga tecnicismi e welfare”.
“Dobbiamo avere più Europa in Italia”, è una delle proposte di Paolo Quinto. “Più Europa – spiega il candidato del Pd a Roma – significa più regole e più finanziamenti”. Un tema, quest’ultimo, particolarmente importante poiché il nostro Paese usufruisce poco (e male) dei fondi strutturali dell’Ue. Altro aspetto dirimente del programma di Paolo Quinto è la riqualificazione urbana, al fine di rilanciare quella che è “l’immensa ricchezza urbanistica di Roma”.
Capitolo lavoro, altro tassello fondamentale. “La precarietà – osserva Quinto – è stata spesso, purtroppo, legata al concetto di flessibilità e la riforma Fornero è precarietà. Noi dobbiamo dare certezza ai giovani e inserirli in una struttura di welfare che, una volta trovato un lavoro, garantisca loro un futuro”.
“In Italia – prosegue nella sua analisi il candidato alle primarie del Pd – si taglia la ricerca a differenza del resto d’Europa. In Italia, infatti, si investe soltanto l’1% del Pil contro la media europea del 3,6”.
“La scuola italiana, dopo il disastro dell’ex ministro Gelmini, vive una situazione drammatica. Non è accettabile che gli edifici siano fatiscenti e che in inverno i bambini soffrano il freddo. Non è accettabile, inoltre, il degrado delle mense scolastiche”.
Un ulteriore ritardo che caratterizza il ritardo del Paese è certificato dallo scarso contributo delle donne nel mercato del lavoro. “A causa delle poche tutele e della precarietà – è il punto di vista di Paolo Quinto – noi stiamo perdendo le migliori risorse del Paese. È stato calcolato che reintrodurre nel mercato del lavoro le donne consentirebbe all’Italia di salire di un punto per cento di Pil. Si tratta di una questione così importante che non possiamo affrontarla se non come uno dei primi punti programmatici del mio impegno e del Partito democratico nella prossima legislatura. Su questo aspetto – conclude Paolo Quinto – mi impegnerò personalmente perché è ciò che considero una delle grandi risorse del Paese: le donne”.

]]>
https://www.t-mag.it/2012/12/24/primarie-pd-paolo-quinto-il-mio-impegno-per-il-paese/feed/ 0
Verso le primarie. Moretti: “Grande opportunità di mobilitazione democratica” https://www.t-mag.it/2012/11/02/verso-le-primarie-moretti-grande-opportunita-di-mobilitazione-democratica/ https://www.t-mag.it/2012/11/02/verso-le-primarie-moretti-grande-opportunita-di-mobilitazione-democratica/#respond Fri, 02 Nov 2012 10:59:47 +0000 http://www.t-mag.it/?p=50219 “Le primarie rappresentano una grande opportunità di mobilitazione democratica per ridare credibilità alla politica. Noi stiamo girando l’Italia e stiamo verificando che c’è bisogno di essere motivati e di trovare ragioni importanti per riavvicinarsi alla politica. Credo che una buona partecipazione faciliterà anche la campagna per le politiche perché darà fiato ed entusiasmo ad un appuntamento strategico per il Paese”. Lo afferma ai microfoni di T-MagTV la portavoce del comitato per Bersani 2013, Alessandra Moretti.
“Il Partito democratico – spiega – sta crescendo nei sondaggi, si sta affermando con forza come primo partito del Paese anche perché le nostre sono primarie ‘vere’, cioè un confronto sano sui contenuti e sulle idee. Questo ci darà una legittimazione popolare che che ci consentirà di affrontare le politiche con una credibilità in più. Questa volta il centrosinistra vuole davvero ritornare a guidare il Paese con un programma importante rimettendo al centro dell’agenda politica il lavoro, lo sviluppo economico, la crescita, equità e giustizia sociale. Sono temi di cui l’Italia ha assoluto bisogno e noi – conclude Moretti – vogliamo far sì che alla guida del Paese ci sia una squadra di persone oneste, serie e competenti”.

]]>
https://www.t-mag.it/2012/11/02/verso-le-primarie-moretti-grande-opportunita-di-mobilitazione-democratica/feed/ 0