La classifica europea sull’uso del computer | T-Mag | il magazine di Tecnè

La classifica europea sull’uso del computer

di Matteo Buttaroni

Nell’ultimo rapporto di Eurostat formulato sulla relazione tra gli europei e l’uso del computer risulta che nel 2011 il 78% della popolazione di età compresa tra i 16 ed i 74 anni ha utilizzato almeno una volta un computer, contro il 96% della fascia di età più giovane presa come campione per la ricerca: quella compresa tra i 16 ed i 24 anni.
Entrando nel particolare dei singoli 27 paesi europei, per la fascia di età compresa tra i 16 ed i 74 anni, risulta ch eil paese in cui l’uso del computer, almeno per una volta nella vita, è più sviluppato in Islanda, dove il 97% dela popolazione l’ha utilizzato almeno una volta.
Scorrendo nella tabella dei dati di Eurostat risulta che i paesi al secondo posto dove l’uso è più diffuso, con il 96% della popolazione, sono Norvegia e Svezia.
Dopo i due paesi scandinavi viene il turno di Danimarca, Lussemburgo e Olanda, dove il 94% della popolazione ha utilizzato un pc almeno una volta. Seguono la Finlandia con il 93%, il Regno Unito con il 91%, il Belgio con l’85%, la Slovacchia 83%, Irlanda 81%, Estonia 80%.
E ancora: con il 78% della popolazione che ha usato almeno una volta un computer troviamo la Repubblica Ceca, cui segue la Slovenia con il 76%, l’Ungheria, la Lettonia e la Spagna con il 74%, poi è la volta del 72% di Malta, seguito dal 70% di Polonia, dal 68% Lituania, il 64% del Portogallo, il 62% di Cipro.
L’Italia occupa insieme a Grecia, Bulgaria e Romania il fanalino di coda della classifica con rispettivamente il 61%, il 59%, il 55% ed il 50% della popolazione.
Prospettive più rosee si vedono se si cambia fascia di età. Concentrandosi sui più giovani, ovvero sulla popolazione con un’età compresa tra i 16 e i 24 anni si nota infatti che il computer è stato utilizzato almeno una volta dal totale del campione di Lussemburgo, Olanda, Austria, Finlandia, Svezia, Regno Unito, Islanda e Norvegia.
Ottima anche la situazione in Belgio, Danimarca, Germania, Estonia, Lettonia, Lituania, Polonia e Slovenia, dove il 99% del campione ha dichiarato di aver usato almeno una volta un personal computer.
Al terzo posto della classifica, con il 98% troviamo l’Irlanda, la Spagna, l’Ungheria, Malta e il Portogallo.
Scendendo da podio, al terzultimo posto c’è l’Italia con il 90% dei giovani, la Bulgaria con l’87% e ancora una volta all’ultimo posto la Romania con l’81%.

 

Commenti terminati

News

Coronavirus: a livello mondiale, i contagi hanno superato i 242,6 milioni

A livello mondiale, le persone contagiate dal coronavirus sono state 242.648.151. A riferirlo la Johns Hopkins University che monitora l’andamento mondiale della pandemia che, al…

22 Ott 2021 / Nessun commento / Leggi tutto »

Mercato auto, Acea: «Nel terzo trimestre, le auto ibride hanno superato il diesel per la prima volta»

Nel terzo trimestre del 2021, nell’Unione europea, le immatricolazioni di autovetture ibride elettriche (Hev) hanno rappresentato il 20,7% del mercato complessivo. Lo ha reso noto…

22 Ott 2021 / Nessun commento / Leggi tutto »

Ue, Draghi: «Sulla Polonia, non ci sono alternative: le regole sono chiare»

Sulla Polonia «non ci sono alternative: le regole sono chiare». Lo ha detto il presidente del Consiglio, Mario Draghi, intervenendo nel corso della conferenza stampa…

22 Ott 2021 / Nessun commento / Leggi tutto »

Energia, Draghi: «Dobbiamo proteggere tutti i Paesi dell’Ue in egual misura»

Sull’energia «siamo stati espliciti con la necessità di preparare subito uno stoccaggio integrato con le scorte strategiche. Dobbiamo proteggere tutti i Paesi dell’Unione europea in egual…

22 Ott 2021 / Nessun commento / Leggi tutto »
Testata registrata presso il tribunale di Roma, autorizzazione n. 34/2012 del 13 febbraio 2012
Edito da Tecnè S.r.l - Partita Iva: 07029641003
Accedi | Disegnato da Tecnè Italia