Istat, prezzi alla produzione in aumento su luglio 2011: + 2,1% | T-Mag | il magazine di Tecnè

Istat, prezzi alla produzione in aumento su luglio 2011: + 2,1%

In una nota diffusa da Istat si legge che “nel mese di luglio 2012, l’indice dei prezzi alla produzione dei prodotti industriali registra un aumento dello 0,3% rispetto al mese precedente e del 2,1% rispetto a luglio 2011 (lo stesso tasso tendenziale registrato a giugno).ndice dei prezzi alla produzione dei prodotti industriali registra.
I prezzi dei prodotti venduti sul mercato interno aumentano dello 0,4% rispetto a giugno e del 2,4% su base tendenziale. Al netto del comparto energetico si registra una variazione congiunturale dello 0,1% ed una tendenziale dello 0,6%.
I prezzi dei beni venduti sul mercato estero rimangono invariati sul mese precedente, sintesi di un calo dello 0,1% per l’area euro ed una variazione nulla per l’area non euro. In termini tendenziali si registra un incremento dello 0,9% (+0,6% per l’area euro e +1,2% per quella non euro).
Il contributo maggiore alla crescita tendenziale dell’indice dei prezzi dei beni venduti sul mercato interno proviene dai prodotti energetici (1,4 punti percentuali). Per il mercato estero i contributi più significativi derivano, per l’area euro, dai beni intermedi e dall’energia (per entrambi 0,2 punti percentuali), per quella non euro dai beni intermedi (0,4 punti percentuali).
Il settore di attività economica per il quale si rileva la crescita tendenziale dei prezzi più marcata è quello della fabbricazione di coke e prodotti petroliferi raffinati, con un incremento del 5,6% sul mercato interno e del 6,2% su quello estero”.

 

Scrivi una replica

News

Corea del Sud: «Trump e Kim trattano su un terzo summit»

«Usa e Corea del Nord lavorano a colloqui dietro le quinte per un terzo vertice bilaterale tra Donald Trump e Kim Jong-un, col processo di…

26 Giu 2019 / Nessun commento / Leggi tutto »

Corte dei Conti: «Ripercussioni gravi da taglio tasse»

«Un riordino delle deduzioni fiscali e un riassetto delle tasse è una priorità, ma lo “shock fiscale” evocato da alcuni, senza coperture nel breve termine,…

26 Giu 2019 / Nessun commento / Leggi tutto »

Corte dei Conti: «Preoccupa la spesa statale»

«Elementi ulteriori di preoccupazione e nuove tensioni sembrano emergere da una attenta lettura delle tendenze della spesa statale». Lo ha detto il presidente di coordinamento…

26 Giu 2019 / Nessun commento / Leggi tutto »

Titoli di Stato: spread Btp/Bund a 247 punti

All’avvio dei mercati finanziari lo spread tra Btp e Bund si è attestato a quota 247 punti.…

26 Giu 2019 / Nessun commento / Leggi tutto »
Testata registrata presso il tribunale di Roma, autorizzazione n. 34/2012 del 13 febbraio 2012
Edito da Tecnè S.r.l - Partita Iva: 07029641003
Accedi | Disegnato da Tecnè Italia