Microsoft e Google: anche gli intoccabili vengono colpiti | T-Mag | il magazine di Tecnè

Microsoft e Google: anche gli intoccabili vengono colpiti

di Matteo Buttaroni

A quanto pare neppure i “colossi” se la passano tanto bene. Di questi tempi può toccare anche a mostri del business come Microsoft e Google di essere colpiti.
Proprio queste due “colonne”, infatti, hanno registrato bruschi movimenti al ribasso.
Complice del brutto tonfo del colosso di Redmond è probabilmente la scissione, il 4 maggio di quest’anno, tra Windows e la piattaforma Windows Live. Il giro d’affari “microsoftiano” è infatti, proprio alla vigilia del lancio d Windows 8, calato del 7,9%, a 16,01 miliardi di dollari, mentre gli utili sono scesi addirittura del 22%. Ancora di salvataggio è stata la vendita dei pacchetti Office (Word, Powerpoint, Outlook…) alle aziende che hanno riempito, o meglio, hanno quasi riempito il vuoto lasciato dalla vendita dei computer.
In termini di utili nel terzo trimestre, terminato a fine settembre, la Microsoft il calo subito è a 4,47 miliardi di dollari, quindi 53 centesimi ad azione, contro i 5,74 miliardi di dollari, 68 centesimi ad azione, dello stesso periodo dello scorso anno. Oltretutto il calo è stato inferiore alle attese degli analisti che si aspettavano un calo a 56 centesimi per azione per un giro di affari da 16,42 miliardi di dollari. A tutto ciò si aggiunga che le spese operative hanno registrato un incremento del 2,2%. La conseguenza è stata che nelle contrattazioni il titolo ha subito una perdita dell’1,2% dopo il rialzo del 14% visto in chiusura.
Strano è invece quanto successo a Google, che mercoledì ha pubblicato per errore i propri risultati trimestrali prima della chiusura degli scambi di Wall Street, mostrando così risultati anche in questo caso sotto le attese. Ciò ha causato una perdita del titolo pari all’8%. I dati diffusi in anticipo riportano che il terzo trimestre è stato chiuso con un utile netto di 2,18 miliardi di dollari, in calo quindi rispetto ai 2,73 miliardi registrati nel terzo trimestre dello scorso anno. Quanto accaduto ha fatto sì che i titoli di Big G venissero sospesi in attesa del completamento dei dati effettivi del terzo trimestre.

 

Scrivi una replica

News

Dl Dignità, Di Maio: «La fiducia? Spero di no»

«Spero di no, però mi aspetto, e questo lo auspico, perché il Parlamento è sovrano, che ci sia un atteggiamento costruttivo sulle modifiche. Se poi…

20 Lug 2018 / Nessun commento / Leggi tutto »

Alessandro Rivera sarà il prossimo direttore generale del Mef

Alessandro Rivera sarà il nuovo direttore generale del ministero del ministero dell’Economia. Lo riferisce l’agenzia Reuters, citando «tre fonti vicine alla situazione». Ha 47 anni…

20 Lug 2018 / Nessun commento / Leggi tutto »

Inps, Di Maio: «Boeri? Non ho il potere di rimuoverlo»

Il presidente dell’INPS «Boeri? Io non ho il potere di rimuovere questa persona: o scade oppure resta lì». Lo ha detto il vice premier Luigi…

20 Lug 2018 / Nessun commento / Leggi tutto »

Cdp, Fabrizio Palermo nuovo amministratore delegato

Fabrizio Palermo è il nuovo amministratore delegato di CDP, la Cassa depositi e Prestiti. Lo riferisce l’agenzia di stampa Reuters, citando «tre fonti vicine alla…

20 Lug 2018 / Nessun commento / Leggi tutto »
Testata registrata presso il tribunale di Roma, autorizzazione n. 34/2012 del 13 febbraio 2012
Edito da Tecnè S.r.l - Partita Iva: 07029641003
Accedi | Disegnato da Tecnè Italia