Legge elettorale, Renzi: “Accordo con Forza Italia garantisce governabilità” | T-Mag | il magazine di Tecnè

Legge elettorale, Renzi: “Accordo con Forza Italia garantisce governabilità”

Intervenendo a Porta a Porta il segretario del Pd, Matteo Renzi, ha detto: “Il simbolo di questo primo anno di governo è la lunga discussione sull’Imu: non la voleva Enrico Letta, l’ha imposta Berlusconi. Ma la gente in fila per pagare le tasse non va bene. Se si prende un impegno bisogna mantenerlo”.
Parlando invece della polemica nata intorno alla mancanza delle preferenze nel nuovo modello di legge elettorale, Renzi ha detto: “La critica nel merito è che c’è una parte che non si è mai messa in gioco e ora dice facciamo le preferenze. E non è un riferimento a Cuperlo. Fassina è uno che quando si è trattato fare le primarie per i parlamentari non è andato nel listino. Quindi onore al merito di Fassina, di cui non condivido le tesi ma che almeno ci mette la faccia. A me sarebbe piaciuto un altro sistema sulla legge elettorale. Però quello individuato nell’accordo con Forza Italia è meglio di quello che c’è ora e garantisce la governabilità”.

 

Scrivi una replica

News

Stati Uniti, Trump torna a criticare la Fed: «Abbiamo chance di creare ricchezza e successo per Usa, non la rovini»

L’economia americana gode di ottima salute, eppure il presidente statunitense Donald Trump non ha mancato di criticare via Twitter l’operato della Fed, rea a suo…

19 Lug 2019 / Nessun commento / Leggi tutto »

Autonomia, Conte: «Avanti con le garanzie che ho sempre richiesto»

«Il disegno dell’Autonomia differenziata si sta realizzando con le garanzie che ho sempre richiesto, di realizzare un progetto previsto dalla Costituzione, ma senza che questo…

19 Lug 2019 / Nessun commento / Leggi tutto »

Grecia: scossa di magnitudo 5,3 ad Atene

Una forte scossa di terremoto è stata avvertita oggi nella capitale della Grecia, Atene, e in tutta l’Attica. La magnitudo è stata stimata a 5,3.…

19 Lug 2019 / Nessun commento / Leggi tutto »

Cigl: «I 40enni di oggi con un lavoro saltuario andranno in pensione dopo i 73 anni»

«I quarantenni di oggi, coloro che hanno iniziato a lavorare dopo il 1996 e ricadono nel contributivo puro, rischiano di non andare in pensione prima…

19 Lug 2019 / Nessun commento / Leggi tutto »
Testata registrata presso il tribunale di Roma, autorizzazione n. 34/2012 del 13 febbraio 2012
Edito da Tecnè S.r.l - Partita Iva: 07029641003
Accedi | Disegnato da Tecnè Italia