Quando gli italiani chiedono un prestito per le vacanze | T-Mag | il magazine di Tecnè

Quando gli italiani chiedono un prestito per le vacanze

Secondo le stime di Facile.it e Prestiti.it, nel 2017 è di oltre 98 milioni di euro il valore dei prestiti personali erogati per pagare viaggi e vacanze. Si abbassa l'età media dei richiedenti, un dato positivo secondo chi ha condotto l'indagine
di Redazione

Secondo un’indagine condotta da Facile.it e Prestiti.it, nel 2017 gli italiani hanno chiesto prestiti per un valore complessivo di 98 milioni di euro per finanziare viaggi e vacanze. Dal campione delle 110mila domande di prestiti fatte tra il primo gennaio 2017 e il 31 marzo 2018, emerge che gli italiani hanno chiesto in media 4.140 euro da restituire in rate per 39 mesi, ma già per i primi mesi del 2018 si evidenzia un trend in crescita, con una richiesta media aumentata del 15,6%, e pari a 4.787 euro.

Dai dati emerge che nel 2017 si è abbassata l’età media dei richiedenti prestito: se nel 2016 era 40 anni, al momento della rilevazione risulta essere di 37 e mezzo, grazie al consistente aumento di richieste degli under 30. Queste infatti rappresentano il 32,8% del totale, rispetto al 15,4% di domande individuate nella scorsa rilevazione, contro il 28,6% dei 30-39enni e il 22,7% di quelli tra i 40 e 49 anni. Secondo Facile.it l’aumento registrato tra i giovani è un indicatore positivo, sintomatico di condizioni lavorative positive e di fiducia considerato l’obbligo di fornire una garanzia, che derivi dalla stabilità occupazionale propria o del garante, al momento della presentazione della richiesta. L’identikit di colui che richiede un prestito per finanziare viaggi è quello di un uomo (nel 75% dei casi), dipendente privato (il 77% delle volte, mentre nel 12% dei casi è un lavoratore autonomo o libero professionista), con uno stipendio medio di 1.518 euro. Le richieste di quest’anno andranno a finanziare le vacanze estive per le quali il report stilato da Tripadvisor ha già classificato le destinazioni più gettonate. Il Summer Vacation Value Report 2018, sulla base delle ricerche e delle prenotazioni fatte dai suoi utenti, ha confermato come meta nazionale preferita l’Isola d’Elba, seguita da Ugento, in Puglia, e Rimini, in Emilia, queste sono anche le regioni che nella top ten vedono classificate più località, rispettivamente tre e due città. Per quel che riguarda le mete estere, anche in questo caso le località di mare sono le più apprezzate, sul podio infatti Santorini, Ibiza e Creta. Si trovano in fondo alla classifica invece New York, Londra e Parigi, rispettivamente settima, ottava e nona.

 

Scrivi una replica

News

Bankitalia: «Acquisti titoli di Stato saliti di 5,2 miliardi»

«Ad aprile gli investitori non residenti in Italia (fra cui vi sono anche fondi esteri di clienti italiani ndr) hanno acquistato titoli di portafoglio italiani…

19 Giu 2019 / Nessun commento / Leggi tutto »

L’industria dei parchi divertimento: un patrimonio di valore per il territorio

Con un indotto stimato di 800 milioni di euro, che, oltre agli ingressi, comprende hotel, ristorazione, merchandising e altri servizi complementari, il settore dei Parchi Tematici…

19 Giu 2019 / Nessun commento / Leggi tutto »

Istat: «Calo del 3,1% della produzione nelle costruzioni ad aprile»

«Ad aprile 2019 si stima un marcato calo congiunturale dell’indice destagionalizzato della  produzione nelle costruzioni (-3,1%). Nella media del trimestre febbraio-aprile 2019, la dinamica della…

19 Giu 2019 / Nessun commento / Leggi tutto »

Istat: «Contenuto aumento dell’occupazione nel primo trimestre 2019»

«Nel primo trimestre 2019 si osserva un contenuto aumento dell’occupazione sia rispetto al quarto trimestre 2018 sia su base annua. Queste dinamiche si sono sviluppate in un contesto…

19 Giu 2019 / Nessun commento / Leggi tutto »
Testata registrata presso il tribunale di Roma, autorizzazione n. 34/2012 del 13 febbraio 2012
Edito da Tecnè S.r.l - Partita Iva: 07029641003
Accedi | Disegnato da Tecnè Italia