Al via il reddito di cittadinanza, come richiederlo | T-Mag | il magazine di Tecnè

Al via il reddito di cittadinanza, come richiederlo

Occorre compilare un modulo predisposto dall’INPS e poi caricarlo sul sito del governo o presentarlo ad un CAF o in un ufficio postale

di Redazione

Da mercoledì 6 marzo è possibile richiedere il cosiddetto “reddito di cittadinanza”, la misura introdotta dal governo per garantire un sussidio economico a quanti sono disoccupati o inoccupati, a patto di rispettare determinati requisiti.

Chi intende fare domanda deve compilare un modulo predisposto dall’INPS – è disponibile dal 28 febbraio –, dopodiché dovrà caricarlo sul sito del governo (redditodicittadinanza.gov.it), al quale vi si può accedere soltanto tramite SPID, il sistema pubblico di identità digitale, o presentarlo in versione cartacea nei CAF o agli uffici delle Poste italiane a partire dal quinto giorno di ogni mese.

Inciso: le Poste hanno comunicato che procederanno per ordine alfabetico. In pratica oggi, mercoledì 6 marzo, è il turno dei cognomi che iniziano per A e B, giovedì sarà la volta della C; venerdì D-F; sabato G-K; lunedì 11 marzo L-M, martedì 12 N-R e mercoledì 13 S-Z.

Prima di consegnare la domanda, però, bisogna presentare la Dichiarazione sostitutiva unica (DSU) per l’ISEE presso l’INPS, tramite CAF o online. La Dichiarazione che attesta i dati del proprio nucleo familiare ma anche quelli relativi al reddito e alla situazione patrimoniale mobiliare o immobiliare. Una volta raccolte tutte le domande entro la fine del mese, l’INPS le riceverà per poi verificare il possesso dei requisiti usando le proprie banche dati e quelle delle amministrazioni collegate e valuterà l’idoneità o meno al reddito.

In caso di esito positivo, riconoscerà ufficialmente il beneficio comunicandolo via mail o sms e lo accrediterà su una Carta di pagamento elettronica che, attualmente, viene emessa da Poste Italiane.

Entro 30 giorni dalla mail o dall’sms dell’INPS, i componenti del nucleo familiare che hanno certe caratteristiche devono presentare una Dichiarazione di Immediata Disponibilità al lavoro (DID). E lo potranno fare presso i Centri per l’impiego o presso i patronati convenzionati con l’ANPAL, l’Agenzia Nazionale Politiche Attive del Lavoro.

 

Scrivi una replica

News

Travolta dai debiti, WeWork salvata da SoftBank

WeWork – start-up di coworking – potrà contare su un piano di salvataggio da 9,5 miliardi di dollari. A raccogliere i fondi è stato Softbank,…

23 Ott 2019 / Nessun commento / Leggi tutto »

Mosca: «I curdi devono allontanarsi dal confine altrimenti i turchi li schiacciano»

«Gli Stati Uniti hanno tradito i curdi, che ora devono allontanarsi dal confine turco-siriano come prevede l’accordo raggiunto ieri da Mosca e Ankara, altrimenti saranno…

23 Ott 2019 / Nessun commento / Leggi tutto »

Siria, Assad accetta la spartizione

Bashar Al Assad ha accettato l’accordo tra Russia e Turchia che riguarda la spartizione in aree di controllo e influenza tra truppe di Ankara e…

23 Ott 2019 / Nessun commento / Leggi tutto »

Brexit, si allungano i tempi. Ipotesi elezioni anticipate nel Regno Unito

L’uscita del Regno Unito dall’Unione europea potrebbe non avvenire il 31 ottobre, come da sempre auspicato dal premier britannico, Boris Johnson, ma soltanto in seguito.…

23 Ott 2019 / Nessun commento / Leggi tutto »
Testata registrata presso il tribunale di Roma, autorizzazione n. 34/2012 del 13 febbraio 2012
Edito da Tecnè S.r.l - Partita Iva: 07029641003
Accedi | Disegnato da Tecnè Italia