Ebola, dichiarato lo stato di Emergenza Internazionale | T-Mag | il magazine di Tecnè

Ebola, dichiarato lo stato di Emergenza Internazionale

L’OMS precisa che la misura «riconosce il possibile aumento del rischio nazionale e regionale»

di Redazione

L’epidemia di Ebola ora copre un’area di 500 chilometri quadrati – per gran parte nella Repubblica Democratica del Congo – e da quando si è diffusa nell’agosto del 2018 ha infettato oltre 2.500 persone uccidendone quasi 1.700.

Per questo ieri (mercoledì 17 luglio) l’Organizzazione mondiale della sanità (OMS) ha dichiarato lo stato di Emergenza Internazionale di Salute Pubblica. A far scattare l’allarme dell’OMS è stato anche l’arrivo per la prima volta dell’epidemia in una grande città. Si tratta di Goma, città congolese con oltre duecentomila abitanti al confine con il Rwanda, dove ieri è morto un pastore infettato e si contano altri 22 casi sospetti.

«C’è grande preoccupazione», spiega il Direttore del comitato Robert Steffen specificando però che l’epidemia in corso «non costituisce un’emergenza di sanità pubblica di rilevanza internazionale», ma che la «dichiarazione (dello stato di Emergenza Internazionale ndr.) è una misura che riconosce il possibile aumento del rischio nazionale e regionale, e il bisogno di una azione coordinata e intensificata per gestirlo».

Sulla questione si è espresso anche il direttore generale dell’OMS Thedros Adhanom Ghebreyesus, il quale ha sottolineato che «nessun paese dovrebbe chiudere i propri confini o porre restrizioni ai viaggi o ai commerci. Queste misure sono implementate di solito in base alla paura e non hanno basi scientifiche». «È tempo che il mondo prenda coscienza e raddoppi gli sforzi. Dobbiamo lavorare insieme in solidarietà con il Congo per mettere fine all’epidemia e costruire un sistema sanitario migliore».

 

Scrivi una replica

News

Coronavirus, Conte: «Ci sono le condizioni per proseguire lo stato d’emergenza dopo il 31 luglio»

«Ragionevolmente, ci sono le condizioni per proseguire lo stato di emergenza per il coronavirus dopo il 31 luglio». Lo ha detto il presidente del Consiglio,…

10 Lug 2020 / Nessun commento / Leggi tutto »

Coronavirus, la presidente ad interim della Bolivia è risultata positiva

La situazione continua ad essere preoccupante in America Latina e la presidente ad interim della Bolivia, Jeanine Anez, ha annunciato di essere risultata positiva ad…

10 Lug 2020 / Nessun commento / Leggi tutto »

Corea del Sud, trovato morto il sindaco di Seul

Un biglietto di scuse e di ringraziamento «a tutti coloro che hanno fatto parte della mia vita» è stato trovato nella residenza del sindaco di…

10 Lug 2020 / Nessun commento / Leggi tutto »

Bankitalia: «Nel 2020 il Pil italiano dovrebbe contrarsi del 9,5%»

Nel 2020, il Prodotto interno lordo italiano dovrebbe contrarsi del 9,5%, «in uno scenario di base, in cui si presuppone che la diffusione della pandemia…

10 Lug 2020 / Nessun commento / Leggi tutto »
Testata registrata presso il tribunale di Roma, autorizzazione n. 34/2012 del 13 febbraio 2012
Edito da Tecnè S.r.l - Partita Iva: 07029641003
Accedi | Disegnato da Tecnè Italia