Home for Home: il turismo diventa 2.0 | T-Mag | il magazine di Tecnè

Home for Home: il turismo diventa 2.0

di Astrid N. Maragò

Nell’era del web 2.0 si condivide ormai ogni singolo componente della propria esistenza, addirittura la propria casa. Le vacanze estive sono finalmente all’orizzonte, e il portale spagnolo Home for Home permette di mettere in contatto in tutto il mondo milioni di persone  che siano disposte a fare l’esperienza di uno scambio di casa per un determinato periodo di tempo deciso tra loro in accordo.
In Italia il fenomeno è esploso da poco, ma gli americani avevano già pensato di cogliere questo spunto intrigante e farci un film nel 2006: “The holiday”, approdato in Italia con il titolo “L’amore non va in vacanza”. Le due protagoniste della commedia , interpretate da Cameron Diaz e Kate Winslet, si conoscono casualmente proprio grazie a un portale specializzato nello scambio di casa per le vacanze e finiscono per condividere molto più di un romantico cottage in un paesino inglese e di una villa con piscina a Sunset Boulevard.
L’idea dell’house exchanges è originale e accattivante: vacanze economiche sottraendo il prezzo di alberghi e villaggi o comunque di una locazione ad uso vacanza, e un diverso approccio al turismo che permette a chi sceglie di lanciarsi in questa nuova esperienza di ambientarsi in maniera più diretta e immediata nel posto che si è deciso di visitare. Tutto il contrario, insomma, delle vacanze “mordi e fuggi” alle quali mancanza di tempo e di denaro ci constringono abitualmente.
Dal punto di vista organizzativo, poi, il funzionamento è semplice, trasparente e alla portata di tutti: i proprietari di una casa possono mettersi in contatto con altri proprietari in diversi paesi del mondo attraverso il portale stesso e scambiare la propria casa in qualsiasi momento dell’anno. Sul sito non è prevista la sottoscrizione di alcun contratto per effettuare lo scambio di casa, ma ci si affida esclusivamente buona fede, alla fiducia e alle condizioni stabilite verbalmente dalle parti nel momento in cui si sono messe in contatto. L’unica regola fondamentale da rispettare severamente, è quella che impone agli ospiti di  lasciare la casa o l’appartamento così come lo si é trovato: il sistema si regge quindi su una regola imposta dal comune buon senso.
Le opportunità che lo scambio di casa può offrire possono essere diverse, come differenti possono essere le esigenze che può soddisfare: dal momento che tutti i tipi di casa e d’appartamento possono essere condivisi, può esserci chi, proprietario di grosse ville o appartamenti di lusso in grandi cittá, sia interessato esclusivamente ad un posto completamento diverso da quello cui è abituato per rilassarsi ed estraniarsi dalla quotidianità. Così, un appartamento di poco valore economico puó essere scambiato paradossalmente con case di grande valore.
Home for home sembra insomma un’occasione da non perdere  per chiunque sia in cerca di una vacanza emozionante e diversa dal solito. E non si può escludere che, tra le sorprese che sembra riservarci, non ci sia anche quella di trovare il proprio compagno o la propria compagna di vita proprio come nel film “The holiday”.

 

Scrivi una replica

News

Oms: «Il Covid è ancora un’emergenza sanitaria internazionale»

Il Covid «continua a costituire un’emergenza di sanità pubblica di interesse internazionale». Così Tedros Adhanom Ghebreyesus, direttore generale dell’Oms, l’Organizzazione mondiale della Sanità, nel rapporto…

30 Gen 2023 / Nessun commento / Leggi tutto »

Ambiente, nel 2022 in 29 città italiane superati i limiti giornalieri di PM10

«Nel 2022, 29 città su 95 hanno superato i limiti giornalieri di PM10». Lo denuncia Legambiente, con il report “Mal’Aria di città 2023: cambio di…

30 Gen 2023 / Nessun commento / Leggi tutto »

Inflazione, Giorgetti: «Il tessuto economico tiene»

«L’attuale scenario internazionale è caratterizzato ormai da da diversi mesi da un’inflazione diffusa, eccezionalmente elevata e persistente, che sta esercitata grande pressione sulle famiglie e…

30 Gen 2023 / Nessun commento / Leggi tutto »

Germania: nel quarto trimestre Pil in diminuzione (-0,2%)

Nel quarto trimestre, il Prodotto interno lordo tedesco è diminuito dello 0,2% su base trimestrale. Lo rende noto Destatis, l’Ufficio federale di statistica, diffondendo una…

30 Gen 2023 / Nessun commento / Leggi tutto »
Testata registrata presso il tribunale di Roma, autorizzazione n. 34/2012 del 13 febbraio 2012
Edito da Tecnè S.r.l - Partita Iva: 07029641003
Accedi | Disegnato da Tecnè Italia