A Vasto prove tecniche di Nuovo Ulivo tra Bersani, Di Pietro e Vendola. Ma sul Terzo Polo le posizioni non sono univoche | T-Mag | il magazine di Tecnè

A Vasto prove tecniche di Nuovo Ulivo tra Bersani, Di Pietro e Vendola. Ma sul Terzo Polo le posizioni non sono univoche

Prove generali di Nuovo Ulivo, purché non si ripetano gli errori del passato e si chiuda definitivamente la stagione dell’Unione. Potrebbe essere riassunto in questo modo il senso dell’incontro a tre tra il segretario del Pd, Pier Luigi Bersani e i leader di Idv e Sel, Antonio Di Pietro e Nichi Vendola, a Vasto per la Festa dell’Italia dei valori. A dettare la linea è stato Bersani: “Prima del suonatore ci vuole lo spartito. La sequenza che io vedo è questa, ci vuole il progetto, poi la coalizione e poi capire quelli che sono i meccanismi di partecipazione. Bisogna definire il progetto entro la fine dell’anno. La primavera prossima può essere il momento delle elezioni. Siamo a settembre. Entro la fine dell’anno noi dobbiamo aver messo a punto il progetto”. Del resto, in riferimento ai dubbi esternati da Bossi sulla tenuta del governo sino al 2013, Bersani ha osservato come lui lo vada dicendo già da un po’ e che anche altri adesso inizino, compreso il leader della Lega che senz’altro “lo sa più di me”. Rivolgendosi poi ai suoi interlocutori ha chiosato: “In questi anni non avete sentito da me una sola parola contro gli altri leader del centrosinistra, da parte degli altri non è stata la stessa cosa e questo mi dispiace non a livello personale ma perché alla gente diamo l’impressione di essere una coalizione già litigiosa”. Ma c’è di più. Bersani non ha fatto escluso un’apertura ai moderati. Anzi. “Sono dell’idea che dal centrosinistra deve venire una proposta aperta a personalità e forze politiche moderate che non intendono più cadere nella demagogia populista” perché “noi dovremo fare appello a un paese che deve ripartire, abbiamo davanti dei problemi enormi e sentiamo una enorme responsabilità”.

Dapprima Di Pietro sembra recepire quest’ultimo invito. Poi lancia frecciatine all’Udc e al Terzo Polo. “Non ho preconcetti, ma prima delle elezioni serve una scelta di campo che poi duri per tutta la legislatura. Il Terzo Polo, finora, si allea da una parte con il centrodestra e dall’altra con noi alle amministrative. Il Terzo Polo non può allearsi a seconda di chi vince, deve decidere con chi si vuole sposare. Casini deve decidere cosa vuole fare”. Di Pietro ha in seguito sentenziato: “Ieri l’Udc ha dato la sfiducia a Berlusconi e oggi ha firmato l’alleanza con il berluschino molisano che si chiama Iorio. Loro vogliono andare con chi vince. Abbiamo a che fare con un partito che la pensa così: siccome riesco andare a letto con la bionda, lì vado con la bionda. Altrove vado con la mora. L’Udc è una escort della politica”.

Intanto, nel Pd c’è chi prende le distanze dall’incontro di Vasto. Marco Follini, ad esempio: “Se Bersani va a Vasto per un dibattito con Di Pietro e con Vendola ovviamente non c’è questione. Se il dibattito sottintende l’ineluttabilità di quella alleanza la questione invece è grandissima. Un’alleanza di quel tipo sarebbe lo snaturamento del Partito democratico”.

 

Scrivi una replica

News

Coronavirus, Di Maio: «Il 16 maggio credo sia una data auspicabile per superare il coprifuoco»

«Credo sia una data auspicabile per superare il coprifuoco». Così il ministro degli Esteri, Luigi Di Maio, riferendosi al 16 maggio, nel corso di un…

7 Mag 2021 / Nessun commento / Leggi tutto »

Cultura, Vibo Valentia è la “Capitale italiana del Libro 2021”

Vibo Valentia è la “Capitale italiana del Libro 2021”. Lo ha annunciato il presidente della Giuria, Romano Montroni, comunicandolo al ministro della Cultura, Dario Franceschini,…

7 Mag 2021 / Nessun commento / Leggi tutto »

Vaccini, Erdogan: «Scienza è bene comune dell’umanità»

«La scienza è un bene comune dell’umanità, non devono esserci gelosie. Quando sarà pronto, la Turchia condividerà con tutti il suo vaccino contro il Covid-19».…

7 Mag 2021 / Nessun commento / Leggi tutto »

Coronavirus, oltre 414mila nuovi casi in 24 ore in India

Sono stati 414 mila i nuovi casi di coronavirus registrati in India, dove purtroppo ci sono state anche 3.914 decessi.…

7 Mag 2021 / Nessun commento / Leggi tutto »
Testata registrata presso il tribunale di Roma, autorizzazione n. 34/2012 del 13 febbraio 2012
Edito da Tecnè S.r.l - Partita Iva: 07029641003
Accedi | Disegnato da Tecnè Italia