Partiti e governo, liberalizzazioni “spacca-tutto” | T-Mag | il magazine di Tecnè

Partiti e governo, liberalizzazioni “spacca-tutto”

di Stefano Iannaccone

Un percorso a ostacoli che è ormai giunto alla fine. Il decreto “Cresci-Italia”, quello delle liberalizzazioni, ha superato il difficile esame della commissione in Senato. I partiti hanno cercato di intaccare il provvedimento, accontentando le principali lobby di riferimento. Alla fine, alcuni spigoli sono stati ammorbiditi, in particolare sulla questione legata alle licenze dei taxi: Palazzo Chigi ha delegato le mansioni ai sindaci e all’Autorità preposta. Per il resto il decreto “spacca-tutto” ha unito tutti.
Pdl. La strategia di comunicazione, perseguita soprattutto dal Popolo della libertà, è stata indirizzata su un approccio migliorativo con la volontà annunciata di integrare il testo. L’obiettivo principale è stato in realtà di non generare ulteriore irritazione tra il bacino elettorale di riferimento.
Pd. Il Partito democratico, invece, ha cercato di spingere per rendere il decreto una vera e propria rivoluzione liberalizzatrice per intestarsi la paternità delle misure più incisive. E magari cercare di far dimenticare all’elettorato di centrosinistra la manovra e la (prossima) riforma del mercato del lavoro.
Governo. Il presidente del Consiglio, forse in un eccesso di entusiasmo, aveva sostenuto che il decreto poteva far aumentare il Pil del 10%. Una presa di posizione “estrema”, che però mirava a promuovere il testo come un’entità salvifica. Il risultato d’immagine è stato comunque accettabile: Mario Monti, ex commissario alla Concorrenza dell’Unione europea, può rivendicare di aver rimosso alcune ataviche incrostazioni. E se qualcuno dirà che poteva fare di più, la replica è pronta: lui ha fatto il lavoro in pochi mesi dopo anni di immobilismo.

 

Scrivi una replica

News

Ue, Draghi: «Abbiamo bisogno di un cambiamento radicale»

«Abbiamo bisogno di un’Unione europea che sia adatta al mondo di oggi e di domani. Quello che proporrò nel mio report è un cambiamento radicale: questo…

16 Apr 2024 / Nessun commento / Leggi tutto »

Eurozona, Lagarde: «A breve un taglio ai tassi di interesse, se non ci saranno altri shock»

«La Bce taglierà i tassi di interesse a giugno? Stiamo osservando un processo disinflazionistico. Se si muove in linea con le nostre attese ci avviamo…

16 Apr 2024 / Nessun commento / Leggi tutto »

«Nel 2023 oltre 12mila missioni di soccorso sono state condotte dal Soccorso Alpino e Speleologico»

Sono stati oltre 12mila le missioni di soccorso condotte al Soccorso Alpino e Speleologico, nel 2023. Complessivamente sono state 12.365 le persone soccorse, di cui…

16 Apr 2024 / Nessun commento / Leggi tutto »

Internet, i bot generano il 32% del traffico complessivo

Il 32% complessivo del traffico Internet sono bot dannosi, sistemi automatizzati specializzati nel creare danni ai siti, truffe, disinformazione o invadere le mail di spam.…

16 Apr 2024 / Nessun commento / Leggi tutto »
Testata registrata presso il tribunale di Roma, autorizzazione n. 34/2012 del 13 febbraio 2012
Edito da Tecnè S.r.l - Partita Iva: 07029641003
Accedi | Disegnato da Tecnè Italia