Censis: “Gli italiani chiedono leggi più dure contro droghe, alcol e prostituzione” | T-Mag | il magazine di Tecnè

Censis: “Gli italiani chiedono leggi più dure contro droghe, alcol e prostituzione”

“La società è attraversata da pulsioni autoritarie”. Lo sostiene uno studio del Censis sui “Valori degli italiani”, condotto in occasione del 150 anniversario dell’Unità del Paese. “Di fronte al dilagare di una serie di comportamenti che il libero arbitrio valuta come legittimi e praticabili in modo diffuso, ci si rivolge alla legge sperando in un ripristino d’autorità, dall’esterno, di legge e ordine”, spiega la ricerca. Infatti, secondo i dati raccolti, gli italiani ( il 73,7% ) chiedono un insaprimento delle pene per quanto riguarda il reato di detenzione di droghe leggere. Il discorso non cambia molto quando si parla delle droghe pesanti, con la percentuale degli italiani che vorrebbe norme più restrittive che sale al 89,1%.
Gli italiani, sostiene lo studio del Censis, non vorrebbero solo una stretta contro le droghe, pesanti o leggere che siano, ma anche contro l’alcol ( 76,3% ), la prostituzione ( 71,5% ) e le sigarette ( 52,2% ), mentre per il cibo ipercalorico si blocca al 47,2%.

 

Scrivi una replica

News

Copasir, Guerini eletto presidente

Lorenzo Guerini, deputato del Partito democratico, è stato eletto presidente del Copasir, il Comitato parlamentare per la sicurezza della Repubblica, deputato a vigilare sull’operato dei…

6 Dic 2022 / Nessun commento / Leggi tutto »

Ucraina, Mosca: «Attacco con un drone di Kiev nella regione russa di Kursk»

Un drone ucraino ha attaccato un aeroporto nella regione russa di Kursk, al confine con l’Ucraina. Lo ha reso noto il suo governatore dopo che…

6 Dic 2022 / Nessun commento / Leggi tutto »

Indonesia, approvata la legge che vieta il sesso fuori dal matrimonio

 Il Parlamento indonesiano ha approvato degli emendamenti legislativi che vietano il sesso prematrimoniale e apportano altre modifiche significative al Codice penale del Paese. Gli atti…

6 Dic 2022 / Nessun commento / Leggi tutto »

Fitch: «Tagliate stime del Pil mondiale: migliora l’Italia»

«Il mondo nel 2023 ‘rallenta’. Infatti il Pil a causa dell’intensificarsi della lotta all’inflazione da parte delle banche centrali e del deterioramento delle prospettive del…

6 Dic 2022 / Nessun commento / Leggi tutto »
Testata registrata presso il tribunale di Roma, autorizzazione n. 34/2012 del 13 febbraio 2012
Edito da Tecnè S.r.l - Partita Iva: 07029641003
Accedi | Disegnato da Tecnè Italia