Sentenza storica della Corte dell’Aia. Thomas Lubanga colpevole di crimini di guerra | T-Mag | il magazine di Tecnè

Sentenza storica della Corte dell’Aia. Thomas Lubanga colpevole di crimini di guerra

L’ex capo delle milizie congolesi Thomas Lubanga, accusato di aver reclutato bambini di età inferiore ai 15 anni e di averli fatti combattere durante la guerra civile della Repubblica democratica del Congo, è stato riconosciuto colpevole di crimini di guerra dalla Corte penale internazionale. Il verdetto di oggi è il primo emesso dalla Corte dell’Aia. Ora Thomas Lubanga, la prima persona mai arrestata sulla base di un mandato di cattura della Corte penale internazionale, rischia dai 30 anni di carcere alla reclusione a vita.

 

Scrivi una replica

News

Copasir, Guerini eletto presidente

Lorenzo Guerini, deputato del Partito democratico, è stato eletto presidente del Copasir, il Comitato parlamentare per la sicurezza della Repubblica, deputato a vigilare sull’operato dei…

6 Dic 2022 / Nessun commento / Leggi tutto »

Ucraina, Mosca: «Attacco con un drone di Kiev nella regione russa di Kursk»

Un drone ucraino ha attaccato un aeroporto nella regione russa di Kursk, al confine con l’Ucraina. Lo ha reso noto il suo governatore dopo che…

6 Dic 2022 / Nessun commento / Leggi tutto »

Indonesia, approvata la legge che vieta il sesso fuori dal matrimonio

 Il Parlamento indonesiano ha approvato degli emendamenti legislativi che vietano il sesso prematrimoniale e apportano altre modifiche significative al Codice penale del Paese. Gli atti…

6 Dic 2022 / Nessun commento / Leggi tutto »

Fitch: «Tagliate stime del Pil mondiale: migliora l’Italia»

«Il mondo nel 2023 ‘rallenta’. Infatti il Pil a causa dell’intensificarsi della lotta all’inflazione da parte delle banche centrali e del deterioramento delle prospettive del…

6 Dic 2022 / Nessun commento / Leggi tutto »
Testata registrata presso il tribunale di Roma, autorizzazione n. 34/2012 del 13 febbraio 2012
Edito da Tecnè S.r.l - Partita Iva: 07029641003
Accedi | Disegnato da Tecnè Italia