Lavoro, nell’incontro di ieri si è trovato l’accordo tra partiti e governo | T-Mag | il magazine di Tecnè

Lavoro, nell’incontro di ieri si è trovato l’accordo tra partiti e governo

“Nell’incontro che il Presidente del Consiglio Mario Monti ha organizzato giovedì 15 marzo a Palazzo Chigi, con il segretario del Pdl Angelino Alfano, il segretario del Pd Pierluigi Bersani e il leader dell’Udc Pier Ferdinando Casini, sono stati discussi i principali temi dell’agenda del governo dei prossimi mesi, alla presenza dei Ministri responsabili di tali tematiche.
Prima di tutto il mercato del lavoro.
Il Presidente ha sottolineato la necessità di una riforma ad ampio raggio dei diversi aspetti del mercato del lavoro per la credibilità dell’impegno riformatore del Governo anche a livello internazionale e soprattutto per giungere ad un aumento dell’occupazione e della crescita.
Il Ministro Fornero ha enunciato i principi della riforma che è oggetto di un dialogo intenso e costruttivo con le parti sociali: la semplificazione delle tipologie contrattuali , al fine di facilitare l’accesso dei giovani ad un impiego stabile; la revisione degli ammortizzatori sociali assicurando l’universalità di un nuovo sistema di assicurazione sociale per l’impiego; la revisione delle norme che regolano il licenziamento dei lavoratori, distinguendo tra il licenziamento per ragioni discriminatorie da quello per ragioni disciplinari e quello causato da ragioni esclusivamente economiche; il rafforzamento delle politiche attive e dei servizi per l’impiego. Si è inoltre soffermata sulle misure dirette ad accrescere l’occupazione giovanile e femminile.
I leader politici hanno espresso l’auspicio che gli orientamenti esposti possano trovare l’accordo delle parti sociali e ottenere un’approvazione tempestiva da parte del Parlamento.
Sui temi della giustizia, si è convenuto sulla proposta del Governo, esplicitata dal Ministro Severino, mirante a: Integrare una più ampia disciplina anti-corruzione nel disegno di legge dell’on. Alfano; pervenire ad una nuova disciplina delle intercettazioni telefoniche, tenendo conto delle iniziative dei gruppi parlamentari; intraprendere una revisione del processo del lavoro che ne riduca la durata e che ne rafforzi l’efficacia in termini di certezza del diritto; pervenire ad una soluzione equilibrata e condivisa sulla responsabilità civile del magistrato
Il Ministro degli esteri Terzi ha illustrato le linee di politica estera in corso, in particolare nella sua dimensione mediterranea. Il Ministro si è in particolare soffermato sulle azioni del governo affinché sia possibile giungere a una ricostruzione precisa degli avvenimento che hanno portato alla tragica scomparsa dell’ing Lamolinara in Nigeria e ha riferito sugli ultimi sviluppi relativi alla situazione dei due marò italiani trattenuti in India” è quanto si legge in un comunicato stampa pubblicato dal sito del Governo Italiano durante l’incontro di ieri tra Mario Monti, la squadra dei ministri e le forze politiche.
Al termine della riunione Palazzo Chigi ha diffuso un altra nota nella quale scrive: “Si è concordato che il Presidente del Consiglio, con il Ministro per i Rapporti con il Parlamento e con i Ministri di volta in volta interessati, avrà incontri con i presidenti dei gruppi parlamentari che sostengono il Governo per facilitare i lavori parlamentari sulle proposte del Governo. Il Vice Ministro Grilli ha esposto le principali misure che saranno incluse in un disegno di legge delega per una riforma fiscale orientata alla crescita che verrà varato in una prossima seduta del Consiglio dei Ministri. Sugli altri due temi all’ordine del giorno (misure per la crescita e Rai) il Ministro Passera e il Presidente del Consiglio hanno presentato primi elementi ai fini di una discussione che avrà luogo in una prossima riunione”.

 

Scrivi una replica

News

Commercio, l’88% dei consumatori italiani preferisce acquisti multicanale

«L’88% dei consumatori italiani ha adottato un approccio multicanale nel 2021, utilizzando quindi online e offline e nell’alimentare, sono passati dal 6% al 21% gli…

29 Nov 2022 / Nessun commento / Leggi tutto »

Ucraina, Onu: «Sono almeno 6.655 i civili che hanno perso la vita da inizio guerra»

Almeno 6.655 civili sono morti e altri 10.368 sono rimasti feriti in Ucraina dall’inizio dell’invasione russa: lo ha reso noto l’Onu, come riporta il Kyiv…

29 Nov 2022 / Nessun commento / Leggi tutto »

Casa Bianca: «Putin cerca di mettere in ginocchio gli ucraini colpendo le infrastrutture»

«E’ assolutamente spregevole quello che Putin sta facendo: sta cercando di mettere gli ucraini in ginocchio colpendo le infrastrutture civili che garantiscano alla gente quello…

29 Nov 2022 / Nessun commento / Leggi tutto »

Stoltenberg: «Nato resterà a fianco all’Ucraina finché necessario»

«La Nato continuerà a stare a fianco dell’Ucraina per tutto il tempo necessario. Non arretreremo». Lo detto il segretario generale Jens Stoltenberg, intervenendo ad un…

29 Nov 2022 / Nessun commento / Leggi tutto »
Testata registrata presso il tribunale di Roma, autorizzazione n. 34/2012 del 13 febbraio 2012
Edito da Tecnè S.r.l - Partita Iva: 07029641003
Accedi | Disegnato da Tecnè Italia