Mafia, l’intervista di Servizio Pubblico a Provenzano jr (video) | T-Mag | il magazine di Tecnè

Mafia, l’intervista di Servizio Pubblico a Provenzano jr (video)

Nella puntata di Servizio Pubblico andata in onda ieri sera, in occasione dei vent’anni dalla strage di Via d’Amelio, Michele Santoro ha proposto un’intervista al figlio del Capo dei Capi Bernardo Provenzano che, dopo la latitanza record di 43 anni, è ora detenuto nel carcere di Parma.
“Ma quanti cittadini al di sopra di ogni sospetto hanno rapporti con la mafia? La differenza tra me e Giuliano Ferrara è che io cerco di capire cosa è successo mentre a lui non frega nulla”, così il giornalista salernitano ha aperto la puntata, concedendo poi la parola alla vedova di Paolo Borsellino, che ha dichiarato: “Mio marito è stato abbandonato al suo destino di morte. Non era un grande giurista ma eticamente era un uomo giusto e mi disse: io non vedrò i risultati del mio lavoro, li vedrete voi dopo la mia morte. Io non voglio vendetta, voglio la verità!”.
Nel corso della puntata Santoro ha lanciato l’intervista ad Angelo Provenzano che, oltre a sollecitare cure mediche per il padre, dichiara: “Falcone e Borsellino sono delle vittime da immolare all’altare della patria, vittime della violenza”.

Il linguaggio del figlio del boss è stato considerato di stampo mafioso, lo stesso Ingroia a commentato così l’intervista: “Tutto si può dire fuorché che lo Stato non stia rispettando i diritti civili anche di assassini come Bernardo Provenzano. Mi pare del tutto fuori luogo questa uscita. Davanti la telecamera è venuto fuori tutto il linguaggio della famiglia e della cultura mafiosa. La frase ‘la violenza chiama violenza’ è rappresentativa della cultura della mafia”.

 

Scrivi una replica

News

«Durante la pandemia il 13% degli over 45 ha provato depressione per la prima volta»

Il biennio pandemico ha messo a dura prova la salute mentale di molte persone. Lo conferma uno studio coordinato dall’Università di Toronto, in Canada, pubblicato…

25 Nov 2022 / Nessun commento / Leggi tutto »

Inquinamento: nel 2020, nell’Ue, 238 mila morti premature a causa dell’inquinamento da polvere sottili

Nel 2020, nell’Unione europea, sono state registrate 238 mila morti premature a causa dell’inquinamento da polvere sottili. Lo denuncia l’Aee, l’Agenzia europea dell’ambiente, sottolineando che…

25 Nov 2022 / Nessun commento / Leggi tutto »

Stoltenberg: «Putin sta fallendo, per questo compie attacchi brutali»

«Vladimir Putin sta fallendo in Ucraina e dunque procede con maggiore brutalità, attaccando gli obiettivi civili, privando le persone di luce, acqua e cibo: per…

25 Nov 2022 / Nessun commento / Leggi tutto »

Cremlino: «Kiev non riconquisterà la Crimea»

«L’Ucraina non riconquisterà la Crimea». Lo ha affermato il portavoce del Cremlino Dmitry Peskov, citato dalla Tass, rispondendo a quanto affermato dal presidente ucraino Volodymyr…

25 Nov 2022 / Nessun commento / Leggi tutto »
Testata registrata presso il tribunale di Roma, autorizzazione n. 34/2012 del 13 febbraio 2012
Edito da Tecnè S.r.l - Partita Iva: 07029641003
Accedi | Disegnato da Tecnè Italia