La casa meno spiata dagli italiani | T-Mag | il magazine di Tecnè

La casa meno spiata dagli italiani

di Giorgia Del Cupola

E prima hanno ripescato le vecchie glorie come va ultimamente di moda nei programmi, poi hanno cambiato il giorno per non farsi definitivamente stritolare da Panariello, cercando di forzare sempre di più un copione, che dovendo sempre rispettare i limiti della decenza, risulta inesorabilmente trito e ritrito: alla fine il Grande Fratello ha dovuto mollare la presa e spegnere luci e telecamere con più di un mese di anticipo, con la promessa inoltre che la prossima edizione inizierà con almeno 3-4 mesi di ritardo. Il cast sbagliato, la conduttrice stantia e ormai fuori luogo, la concorrenza spietata degli altri canali, hanno fatto si che il reality di punta di Mediaset sia stato un enorme flop, con ascolti mai superiori ai 4 milioni e per la maggior parte delle volte intorno ai tre, esattamente la metà dei dati registrati nella scorsa edizione. Nonostante ciò si è portato avanti questo teatrino fatiscente fino a che l’ultima asse del palco è stata in grado di reggere e anche la Marcuzzi e la produzione hanno dovuto rassegnarsi a non difendere più la loro creatura e ammettere la sconfitta.
Una crisi simile c’era già stata con la quinta edizione e infatti la produzione decise di far partire il GF6 solo dopo un anno di stop, tornando con uno studio più grande, meccanismi di gioco nuovi, cast studiatissimo e una nuova conduttrice, la Marcuzzi per l’appunto. Ora ci si chiede se posticipare di soli tre mesi possa bastare a far dimenticare al pubblico e ai fans in particolare, la noia di questo Grande Fratello, ma soprattutto se sia un tempo sufficiente a reclutare un cast degno dei vecchi albori, a scovare dei personaggi con cui gli spettatori possano tornare ad identificarsi, ma che nonostante ciò abbiano una marcia in più. Sicuramente hanno nuociuto alla trasmissione anche i tanti sospetti, troppo spesso confermati, di una forte manipolazione da parte dei registi delle vicende dei ragazzi, che si sono trovati ad interpretare con poca o nulla naturalezza un copione scomodo. Quest’anno è stato anche l’anno degli abbandoni, alcuni provocati proprio dai fili troppo stretti della sceneggiatura, che portavano ad inevitabili drammi nella vita reale dei concorrenti, mettendo a rischio le relazioni sentimentali create prima dell’ingresso nella casa.
Piersilvio Berlusconi assicura che la tv generalista di Mediaset non rimarrà senza reality, ora bisogna vedere quante teste rotoleranno e se il reality in questione continuerà ad essere ambientato tra le quattro mura più famose d’Italia.

 

Scrivi una replica

News

Von der Leyen: «Russia deve pagare per i crimini di guerra»

«La Russia deve pagare per i suoi crimini orribili. Collaboreremo con la Corte penale internazionale e contribuiremo alla creazione di un tribunale specializzato per giudicare…

30 Nov 2022 / Nessun commento / Leggi tutto »

Clima, accordo Ue: dal 2026 emissioni navi pacchetto Ets

I rappresentanti delle istituzioni Ue hanno raggiunto l’intesa per includere le emissioni del settore marittimo nel mercato Ue della CO2 (Ets). «Si tratta di un…

30 Nov 2022 / Nessun commento / Leggi tutto »

Pensioni, Inarcassa: «Nel 2023 previsto avanzo da 646 milioni»

«Le previsioni del Budget 2023, approvato dal Comitato nazionale dei delegati di Inarcassa, la Cassa previdenziale degli architetti e degli ingegneri, stimano per il prossimo…

30 Nov 2022 / Nessun commento / Leggi tutto »

Inail: «Nei primi dieci mesi del 2022 909 denunce di morti sul lavoro: in calo del 10,6%»

Le denunce di infortunio sul lavoro presentate tra gennaio e ottobre sono state 595.569 (+32,9% rispetto allo stesso periodo del 2021), 909 delle quali con…

30 Nov 2022 / Nessun commento / Leggi tutto »
Testata registrata presso il tribunale di Roma, autorizzazione n. 34/2012 del 13 febbraio 2012
Edito da Tecnè S.r.l - Partita Iva: 07029641003
Accedi | Disegnato da Tecnè Italia