Monti contro i partiti | T-Mag | il magazine di Tecnè

Monti contro i partiti

Monti sfotte i partiti ma si dimentica i nomi
di Alessandro Sallusti

Monti alza la voce con i partiti. Io piaccio alla gente, voi no, ha sentenziato ieri dal Giappone dove si trova in visita di Stato. Un altolà soprattutto a Bersani che minaccia di non votare la riforma del lavoro. Ma più in generale un chiaro sintomo di insofferenza verso i suoi azionisti, cioè la maggioranza che lo sostiene e gli permette di governare. Vorrebbe, Monti, decidere senza la politica tra i piedi. È un lusso che in teoria può permettersi perché, primo vero caso nella storia repubblicana, lui è lì per chiamata diretta, come avveniva per i dittatori nell’antica Roma che prendevano momentaneamente il potere nei momenti di particolare crisi. Come Grillo, Monti fa leva sull’antipolitica per aprirsi la strada del consenso. Gioco facile, ma pericoloso.

E non soltanto perché, sarà solo una coincidenza, senza la mediazione della politica piccoli imprenditori in difficoltà hanno cominciato a uccidersi. Sputtanare chi ti tiene in vita non è mai cosa saggia. E non fare distinguo è un po’ omertoso. Già, perché Monti dovrebbe dire chiaramente quali forze politiche stanno ostacolando e boicottando sottobanco il suo lavoro. Dovrebbe fare nomi che noi ben conosciamo ma che se pronunciati da lui avrebbero un effetto ben diverso sulla famosa opinione pubblica. Dovrebbe dirci, Monti, da che parte gli stia tirando la giacchetta il presidente Napolitano, e noi sospettiamo che il Quirinale lo stia tirando dalla parte del Salva Sinistra più che del Salva Italia.

Continua a leggere su Il Giornale.it

 

Scrivi una replica

News

«Durante la pandemia il 13% degli over 45 ha provato depressione per la prima volta»

Il biennio pandemico ha messo a dura prova la salute mentale di molte persone. Lo conferma uno studio coordinato dall’Università di Toronto, in Canada, pubblicato…

25 Nov 2022 / Nessun commento / Leggi tutto »

Inquinamento: nel 2020, nell’Ue, 238 mila morti premature a causa dell’inquinamento da polvere sottili

Nel 2020, nell’Unione europea, sono state registrate 238 mila morti premature a causa dell’inquinamento da polvere sottili. Lo denuncia l’Aee, l’Agenzia europea dell’ambiente, sottolineando che…

25 Nov 2022 / Nessun commento / Leggi tutto »

Stoltenberg: «Putin sta fallendo, per questo compie attacchi brutali»

«Vladimir Putin sta fallendo in Ucraina e dunque procede con maggiore brutalità, attaccando gli obiettivi civili, privando le persone di luce, acqua e cibo: per…

25 Nov 2022 / Nessun commento / Leggi tutto »

Cremlino: «Kiev non riconquisterà la Crimea»

«L’Ucraina non riconquisterà la Crimea». Lo ha affermato il portavoce del Cremlino Dmitry Peskov, citato dalla Tass, rispondendo a quanto affermato dal presidente ucraino Volodymyr…

25 Nov 2022 / Nessun commento / Leggi tutto »
Testata registrata presso il tribunale di Roma, autorizzazione n. 34/2012 del 13 febbraio 2012
Edito da Tecnè S.r.l - Partita Iva: 07029641003
Accedi | Disegnato da Tecnè Italia